La Guerra in Somalia: storia di una violenza dimenticata

Paolo Gambacciani - 2 Aprile 2016

Il Renzometro/1

Paolo Gambacciani - 2 Aprile 2016

Agonia da Serie C, VICENZA-LIVORNO 2-0. Pagelle e cronaca del match.

Paolo Gambacciani - 2 Aprile 2016
Share

LIVORNO – 33 punti e 33 partite giocate, con la media di un punto a partita il Livorno Calcio si è presentato allo stadio R. Menti per affrontare il Vicenza Calcio. Con una vittoria il Livorno sarebbe uscito dalla zona retrocessione ed avrebbe superato il Vicenza che, per solo un punto, era sopra il Livorno.

Avere voglia e fame di risultato sarà fondamentale.

Sono state le solite frasi del prepartita, tanti i discorsi, ma pochi i fatti. Il Livorno riesce a perdere la seconda partita salvezza. E’ inutile Immaginegirarci intorno, il Livorno potrebbe evitare di andare in Serie B solo con un inaspettato ed improbabile miracolo. Spinelli ricambierà allenatore? Che lo faccia pure, ormai è evidente che il grosso problema del Livorno Calcio sono una massa di giocatori scarsi  ed in crisi che in difesa fanno grossi errori e che in attacco sono incapaci di segnare.

PRIMO TEMPO, GIA’ ‘PROFUMO DI LEGA PRO: Dopo due tentativi di Daniele Vantaggiato al  9′ ed al 15′ del primo tempo (prima con una doppia conclusione respinta e successivamente con una punizione dai 25 metri) abbiamo un tiro di Comi al 22′ che finisce in curva. Al 31′ è il Vicenza la prima squadra a segnare; le buone speranze iniziali vengono infrante da Galano, che si beve Ceccherini con un dribbling e dalla lunetta riesce a insaccare all’incrocio dei pali. Come spesso accadde, il Livorno, dopo aver subito un gol, va nel pallone e sbaglia alcune azioni. Al 36′ occasione del Livorno con Fedato, che su sponda di Vantaggiato effettua un tiro da fuori area, ed al 42′ con una punizione di Schiavone, che finisce sulla barriera del Vicenza. I giocatori amaranto reclamano una mano da parte del Vicenza, ma, in realtà, il gesto è regolare.

SECONDO TEMPO, QUALCHE TENTATIVO, MA 2-0: Dopo 10 minuti in cui non c’è stata nessuna azione, al 51′ si fa subito estremamente pericoloso il Vicenza, che su punizione trova un ispirato Raicevic in mezza girataSolo un miracolo di Pinsoglio salva momentaneamente il Livorno dal 2 a 0. Due a zero che arriva subito dopo con un cross di Elia che trova sempre Raicevic di testa. Colpevolissimo Ceccherini che si fa sfuggire l’attaccante del Vicenza. Al 64′ il Livorno reclama un altro calcio di rigore: Vantaggiato colpisce di testa, ma la palla viene deviata di mano da un difensore del Vicenza. Un minuto dopo, altra occasione del Vicenza con Galano che viene fermato da un anticipo di Pinsoglio. Al 66′ occasione del Livorno con un cross di un volenteroso Aramu, che trova dentro l’area Moscati; Benussi (ex Livorno) tocca la palla che finisce sulla traversa. Subito dopo con un calcio d’angolo sia Vantaggiato che Comi provano a fare gol di testa. Un magistrale Benussi, che devia sulla traversa, e una fortunata difesa evitano il 2 a 1. A dieci minuti dal termine della partita il nervoso Palazzi scalcia un giocatore del Vicenza a terra che tratteneva il pallone. Rosso diretto meritato, un “vero colpo di genio” del giocatore amaranto… Partita che finisce giustamente per 2-0.

PAGELLE:

PINSOGLIO 6,5: nonostante i due gol subiti, Pinsoglio non demerita in campo. Evita al Livorno una sconfitta ancora più clamorosa
ANTONINI 5,5: nel primo tempo prova a spingere la squadra in avanti, ma effettua degli errori a centrocampo PALAZZI (66′) 4,5: a 10 minuti dal termine si fa prendere dal nervosismo e si mette a scalciare un giocatore del Vicenza. Si garantisce una squalifica per le prossime giornate.
CECCHERINI 4-: se fosse stato un giocatore del Vicenza, la sua prestazione sarebbe stata da 10 e lode, ma Ceccherini è un giocatore del Livorno. I due gol partono da sue disattenzioni o dormite in area di rigore. Difensore da calcettate amatoriali.
LAMBRUGHI 5,5
GASBARRO 4,5: sbaglia passaggi e non marca a sufficienza i giocatori del Vicenza. I due gol son nati entrambi dalla sua fascia.
MOSCATI 5,5: seppur con qualche errore nel primo tempo, nel secondo, con un suo colpo di testa, si riscatta e prova a portare il Livorno sul 2 a 1.
BIAGIANTI 5,5 prova ad impostare qualche azione a centrocampo, ma non è aiutato dai suoi compagni.
SCHIAVONE  5 non aiuta sicuramente i suoi compagni, poteva fare meglio VALOTI (75′) S.V.
FEDATO 5,5 nel primo tempo prova a segnare con un tiro, poi si spegne ARAMU (60′) 6 entra in campo troppo tardi, gioca meglio dei suoi colleghi e si dimostra più volenteroso.
COMI 5 con Daniele forma la coppia dei gemelli del NON gol. Parte bene, facendosi vedere per delle sponde, ma sparisce subito dopo il primo gol. Si rifà vivo nella ripresa con un colpo di testa, deviato sulla traversa, ma la partita ormai era già troppo compromessa.
VANTAGGIATO 4 il nostro bomber continua a non segnare. Se la macchina di Vajushi andava a 270 km/h, non si puo’ dire lo stesso per i polpacci e le gambe di Vantaggio che a malapena riescono a superare un passeggino. Il giocatore è sempre titolare, ma non segna mai. Eimage‘ fuori forma ed è in crisi di gol; i suoi tentativi di segnare sono senza pretese. Il suo voto rispecchia l’attacco Amaranto
COLOMBA 3,5 “ho più fiducia nella salvezza oggi di sabato scorso”. Queste le sue dichiarazioni del post partita. Colomba, aspetta e spera.

TABELLINO:
Vicenza: Benussi; Sampirisi, Adejo, Brighenti, D’Elia; Moretti (33′ Urso), Signori; Vita (87′ Ligi), Galano, Giacomelli (70′ Sbrissa); Raicevic. A disp: Pelizzoli, Cisotti, Bianchi, Pinton, Cocconello, Paganin. All. Lerda
Livorno: Pinsoglio, Antonini (66′ Palazzi), Ceccherini, Lambrughi, Gasbarro, Moscati, Biagianti, Schiavone (75′ Valoti), Fedato (60′ Aramu), Comi, Vantaggiato. A disp: Ricci, Emerson, Regoli, Rafati, Baez, Schetino. All. Colomba
Arbitro: La Penna di Roma 1
Rete: 31′ Galano, 59′ Raicevic
Note: angoli 7-0 per il Livorno, ammonito Lambrughi, Biagianti, Giacomelli, Vantaggiato, Schiavone, Vita, Comi, Signori, Sampirisi espulso Palazzi all’84’, recupero 2′