3 Dicembre 2020

Domani 6 novembre dalle ore 17.30 alle 23.30 in via Metastasio n.4 si terrà il terzo Salsa Social con grandi maestri di salsa e bachata attivi sul territorio, in collaborazione tra le associazioni di Pisa Erasmus Student Network e LatinoAmericando asd aps. Per l’occasione abbiamo incontrato Giuseppe Oddo, il presidente dell’associazione LatinoAmericando, per porgli alcune domande inerenti la missione che si prefigge di raggiungere con la sua associazione e le collaborazioni, passate e future, con l’Esn.

fb_img_14783439455221

Com’è nata l’associazione LatinoAmericando e a chi si rivolge?


L’associazione LatinoAmericando nasce dall’affiatamento di un gruppo di giovani ragazzi provenienti da varie parti d’Italia con una grande passione in comune: i balli latinoamericani e di conseguenza tutta la cultura sudamericana e cubana. Dopo aver maturato una lunga esperienza e formazione dall’insegnamento delle danze caraibiche, all’animazione fino all’intrattenimento di adulti e bambini, abbiamo deciso di realizzare il nostro sogno e creare un’associazione che non fosse solo una scuola di danza, ma che offrisse servizi nei settori culturali, ludico-ricreativi e sportivi, oltre che a favorire una conoscenza del Sud America a 360°.

Portare il Sud America e i Caraibi a Pisa in una città universitaria è una bella impresa. Quale rapporto avete instaurato con il territorio e la comunità così eterogenea che lo abita?

Pisa è una città universitaria e multiculturale e se vogliamo fare promozione sociale è fondamentale coinvolgere gli studenti. Da sempre abbiamo lavorato con una fascia di età molto giovane e da anni organizziamo serate latine nel centro di Pisa, ormai diventate un must della movida pisana. Negli ultimi anni, stiamo cercando di ampliare la gamma di attività proposte in modo da coinvolgere anche adulti e bambini, ma su questo aspetto abbiamo ancora molta strada da fare. Riuscire ad arrivare a una partecipazione attiva anche da parte delle comunità latinoamericane è molto difficile, ma abbiamo avuto, e abbiamo tutt’ora, soci di origine sudamericana che arricchiscono il bagaglio culturale dell’associazione. Negli anni abbiamo partecipato attivamente a eventi organizzati dal Comune di Pisa, ottenendo il patrocinio per le attività istituzionali nel 2014, ma anche da altri comuni limitrofi (capodanno, notte blu, carnevale estivo, festa dei giovani, ecc.) e svolto attività di animazione in alcune strutture del litorale pisano con ottimi riscontri. Ci auguriamo di continuare a portare avanti queste collaborazioni in futuro e coinvolgere sempre più persone di ogni fascia di età.

Com’è nata l’idea di una collaborazione con l’associazione studentesca Erasmus Student Network di Pisa e quali risposte avete avuto da parte dei ragazzi coinvolti?

ESN è un’istituzione molto importante in ambito universitario che coinvolge principalmente studenti stranieri, molti dei quali hanno sempre partecipato con piacere agli eventi da noi organizzati nel territorio. Così l’associazione ESN ha proposto a noi una collaborazione per creare un evento in cui gli studenti Erasmus -e non solo- potessero, per un giorno intero, immergersi nella cultura latinoamericana partecipando attivamente a varie attività artistiche e sportive. Abbiamo chiamato l’evento «Exotic Cultural Experience» dando la possibilità a più di cinquanta ragazzi di imparare a suonare alcune percussioni brasiliane, muovere i primi pasitos di danza caraibica, sperimentare l’efficacia del Brazilian Jujitsu, ma soprattutto divertirsi. Visto il successo dell’evento e i feedback positivi ottenuti dai partecipanti, abbiamo deciso di ampliare la collaborazione tra le due associazioni offrendo sconti ai nostri corsi e definendo la progettazione di nuovi eventi.

Quale sarà il prossimo evento con l’ESN?


Il prossimo evento in collaborazione con ESN sarà il «Pisa Salsa Social» che si terrà presso la nostra sede di via Metastasio a Ghezzano. Una giornata di formazione sulle danze caraibiche e sui diversi stili che le caratterizzano, dal New York Style fino al Cuban Style, con alcuni dei migliori maestri della Toscana, a cui seguirà un aperitivo musicale e ballo libero.

Quali sono i vostri progetti futuri?

Sicuramente continueremo la collaborazione con l’ESN nell’organizzazione di eventi all’insegna della multiculturalità e interculturalità. Tra gli impegni futuri ci sarà la presentazione all’amministrazione comunale di un progetto per le scuole elementari e materne dove i bambini potranno avere un primo approccio alle lingue straniere e imparare nuovi vocaboli tramite la musica e il ballo (progetto che abbiamo già sperimentato in passato con ottimi risultati). Inoltre stiamo organizzando un viaggio a Cuba a un prezzo accessibile per i nostri soci, in linea con i nostri principi costitutivi.

fb_img_14782894772441

“I nostri collaboratori sono i primi artefici del nostro successo”

Show Full Content

About Author View Posts

Avatar
Marta Sbranti

Marta Sbranti, classe 1989. Dopo il Diploma presso l'Istituto d'Arte Franco Russoli di Pisa mi sono laureata in Scienze dei Beni Culturali curricula storico-artistico. Ho conseguito la Laurea Magistrale in Storia delle Arti Visive, dello Spettacolo e dei Nuovi Media, presso l'Università di Pisa. La mia tesi di laurea "Musei e Danza" unisce le mie due grandi passioni la danza e l'arte, che coltivo fin da piccola.
"Toccare, commuovere, ispirare: è questo il vero dono della danza".
(Aubrey Lynch)

Previous A TUTTA B. Giornata 12. Torna alla vittoria il Verona. Bene Cittadella, Perugia e Frosinone. Colpo Ascoli
Next Diffusione del latino – Nicolini Romano

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Stato di emergenza

24 Ottobre 2020
Close