3 Ottobre 2022

Pochi giorni fa è stata inaugurata la rassegna a premi per giovani artisti, “Siamo Li”. Una mostra espositiva nella quale saranno complessivamente esposte 30 opere suddivise in due sezioni espositive. La prima sezione si concluderà il 29 Giugno 2014, mentre la seconda andrà dal 30 Giugno 2014 al 6 Luglio 2014, alle ore 18.00 l’inaugurazione. La premiazione si svolgerà Giovedì 10 Luglio alle ore 18.00 presso la Sala Panoramica Acquario di Livorno.

Di seguito i nomi degli artisti: Erika Baggiani, Carolina Beppi, Tommaso Biagi, Alessio Bonatti, Francesco Boni, Nicoletta Braglia, Domenico Cascio, Francesca Castro, Valeria Catania, Luca Ciaponi, Linda Ann Cipriani, Chiara Cunzolo, Andrea Delussu, Federica Falduto, Chiara Ferri, Beatrice Gaiotto, Chiara Lanzoni, Francesco Levy, Greta Lippi, Benedetta Macelloni, Matteo Marchi, Federico Niccolai, Chiara Nicolosi, Francesca Nicolosi, Giulia Pagliei, Andrea Paglino, Gian Luca Palazzolo, Gianluca Savi, Viola Vannucci, Andrea Zucca.


Una manifestazione certamente da apprezzare che vuole mettere in evidenza il talento, spesso nascosto, di tanti giovani che hanno colto al volto l’occasione per dimostrare il proprio valore.

Abbiamo voluto raccogliere le testimonianze di alcuni artisti:

Gian Luca Palazzolo, “Rattigan Glumphoboo”, ” In questa opera, in cui mi ricollego a Virginia Wolf, ecco spiegato il titolo, tratto il tema del sogno, il desiderio del viaggio, il marinaio ha solo una barchetta accanto a sé, può perciò viaggiare solamente attraverso la fantasia. La fotografia è analogica, il fatto che io l’abbia scattata in bianco è nero è perché non solo mi trovo più a mio agio con questa modalità, ma ritengo che sia una via espressiva che con il colore avrebbe perso quel senso che ho voluto così imprimergli.”

Tommaso Biagi, “Il gabbiano, volare su Livorno”, “E’ successo così per caso, mi trovavo sulla terrazza dell’Hotel Palazzo, il gabbiano stava per prendere il volo ed è proprio questo quello che voglio mettere in evidenza, il suo librarsi su Livorno. Le persone ritengono questo volatile un elemento negativo facente parte della città, in realtà credo che dovremmo o almeno potremmo vederlo come un simbolo di Livorno, collegato a una delle attività che più caratterizzano la città labronica: la pesca.”

Chiara Ferri, “Il bastione della capitaneria e il maschio di Matilde, la storia di ieri, il futuro di oggi”, “Nella foto si può notare la Fortezza, che simboleggia la storicità, un tempo difesa del territorio, sullo sfondo inoltre un traghetto: proprio questa due immagini sono indirizzate la funzionalità che prima aveva la Fortezza, appunto la difesa, e che oggi dovrebbe rivestire, cioè il turismo.  Il significato è proprio l’opposizione fra ieri e oggi, il titolo rappresenta quello che era e quello che sarà. Il colore delle luci è ciò che più mi ha colpita: quelle della nave, i lampioni . Il ruolo di oggi della Fortezza è certamente ridimensionato, vista la chiusura, ma è il simbolo di Livorno. Voglio lanciare con questa foto una sollecitazione alla riapertura.”

Infine Carolina Beppi, “Attimo nel flusso”, “Questo mio dipinto è stato fatto dopo un anno all’estero. La base che lo muove è spinta da un momento di respiro, serenità, si aspetta che il futuro ci spiani la strada. Livorno, nella mia visione d’insieme, è un luogo in cui è facile poter godere degli attimi di cui disponiamo. Una città che ti accoglie sempre, la presenza del mare ci darà sempre inoltre un senso di libertà. Il soggetto, una donna blu, è in un certo senso autobiografica, di colore, appunto, blu, simbolo della serenità, omogeneità. L’ho voluta ritratta nuda a significare gli aspetti crudi, vivi, non voglio alcun tipo di copertura, che rappresenterebbe in qualche modo dei filtri.”


 

Di seguito le opere, (ci scusiamo per la qualità delle immagini), dei tanti artisti, vi invitiamo perciò ad apprezzare le prime 15 opere e a non mancare alla seconda parte della manifestazione.

 

Show Full Content

About Author View Posts

Matteo Taccola

Sono uno studente della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Pisa, curioso, estroverso, mi piace scrivere.
Ho voluto accettare la sfida postami da “Uni Info News”, mettermi alla prova e scrivere quello che penso con l’intenzione di potermi confrontare con tutti quelli che ci leggono.

Previous Con penna e foglio bianco – intervista a Francesca Bani
Next Uni Info News incontra Oimmei: 3 ragazzi Livornesi al vostro servizio per applicazioni e siti web.

2 thoughts on “Giovani artisti in gioco a Livorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Crisi Ucraina: le nostre opinioni

23 Febbraio 2022
Close