10 Aprile 2020

LI SFOLLATI (foto 1 Immagine manifesto)Livorno. Santo Stefano al Teatro Goldoni con l’irresistibile comicità de “Li Sfollati” di Beppe Orlandi e Gigi Benigni, un grande classico del Teatro popolare labronico, atteso per sabato 26 dicembre, alle ore 17 per la sezione “Eventi” del Goldoni (replica domenica 27 con inizio sempre alle ore 17).

Con la produzione di Pilarternera, la Compagnia Beppe Orlandi diretta da Lia Orlandi Favilla con la regia di Beppe Ranucci, darà nuovamente vita alle tragicomiche peripezie degli “sfollati” livornesi viste attraverso la lente della dura realtà quotidiana sullo sfondo della seconda guerra mondiale: nel 1943, lasciata Livorno profondamente segnata dai bombardamenti alleati, una famiglia livornese generosa quanto arruffona entra a contatto con gli odiati pisani che forzatamente li ospitano nelle loro campagne. La popolana Ucrelia con il marito Nocciolo, la madre Crolinda ed il piccolo Astarotte, male si adattano alla forzata convivenza con i LI SFOLLATI (Foto 5)concreti contadini pisani e complice la “pillaccherona” Baciocca danno vita ad un’interminabile serie gag e situazioni. Ogni vicenda è vista così attraverso alcuni aspetti della quotidianità casalinga ed il microcosmo dei rapporti familiari con l’uso del vernacolo che riesce a trasferire con grande efficacia quella filosofia fatta di concretezza, quella saggezza a volte paradossale, quello spirito popolare tutto labronico sempre immediato ed efficace. Ed è proprio il vernacolo a dare ai personaggi quel colore, quella immediatezza, naturalezza e veridicità che sono poi gli ingredienti stessi della comicità; comicità che prepotente esce da ogni situazione, anche quelle in cui un velo di tristezza fa capolino nello svolgersi della storia: i frizzanti dialoghi ed i continui battibecchi sdrammatizzano le vicende amare della guerra ma nello stesso tempo fanno riflettere su come doveva essere duro sopravvivere in quegli anni drammatici, disegnando in modo magistrale il quadro di un epoca.


“Ne Li Sfollati ci sono tutti i canoni e gli ingredienti di questo particolare tipo di teatro – esordisce il registaLI SFOLLATI (Foto 3) Ranucci – e la stessa drammatica prospettiva dello sfollamento, dietro cui si celavano veri e propri drammi umani, è affrontata toccando la corda comica, senza per questo rinunciare a delle notazioni profonde ed accorate. Del resto lo scopo che si prefigge Beppe Orlandi con Li Sfollati e poi con La Ribotta a Montinero, non è tanto quello di far riflettere o di far piangere, quando di far divertire il pubblico”.

Protagonisti sul palcoscenico: Stefano Favilla, Fulvio Pacitto, Marco Rofi, Massimiliano Bardocci, Alberto Carpigiani, Piero Paoli, Gabriella Azzarà, Viviana Larice, Sandro Andreini, Daniela Salucci, Maddalena Adorni, Paola Pacelli, Valdo Mori, Franco Bocci; Voce del Prologo Marco Conte.

Musica dal vivo con la Direzione e Commento di Giorgio Dari, Musicisti: Anna Cognetta (Tastiera), Giorgio Dari (Fisarmonica), Luigi Bargelli (Chitarra), Masha Vannozzi (Violino), Carlo Orlandi (Batteria), Fabrizio Orlandi (Percussioni); Scene Antonio Morozzi bozzetto scene Emidio Bosco; Assistente alla regia Francesca Ranucci, Assistente tecnico Ephraim Pepe, Rammentatore Piero Bazzali

LI SFOLLATI (Foto 2)Assistenza scene Antonio Cristiano; Consulenza artistica Lia Orlandi Favilla.

Biglietti ancora disponibili presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586 204290) il 24 dicembre ore 10-13 ed il 26 e 27 dicembre dalle ore 15. 30. Tutte le informazioni su www.goldoniteatro.it

Show Full Content
Previous Writers Wednesday -Frammenti
Next Fi Pi Li Horror Festival : grande inizio in compagnia di Argento, Simonetti e della Paura

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

L’ospite indesiderato – Le storie brevi di Uni Info News

16 Settembre 2019
Close