Mefistofele ossia quando l’universo esplose in teatro

Stefano Faraoni - 19 Marzo 2016

GOLDONI, CONCERTI: Martedì il Trio di Parma con le musiche di Haydn, Beethoven e Dvorak

Stefano Faraoni - 19 Marzo 2016

Livorno, così non va. Un crollo senza fine, Trapani-Livorno 1-0. Pagelle e commento.

Stefano Faraoni - 19 Marzo 2016
Share

 Partita che doveva essere vinta, ma che alla fine…
Il Livorno è costretto ancora a rinunciare a Luci (squalificato per tre giornate), ma soprattutto agli squalificati Schiavone, Antonini e Gasbarro. Questo problema è stato risolto da Panucci con un’inedita formazione: il debuttante Valoti (ex Pescara) al centrocampo, con davanti Vajushi, Fedato e Moscati. Ancora assente Vantaggiato, nel primo tempo in panchina, per acciacchi fisici.
Il Livorno si è presentato a Trapani con un digiuno da reti che dura da più di 270 minuti, oggi doveva essere la partita del riscatto, ma è stata l’ennesima conferma del momento disastroso dei ragazzi di Panucci.

La squadra sta facendo bene e lavora sempre con molta intensità, ci rendiamo conto che le giocate le facciamo ma anche che otteniamo poco in proporzione a quanto creiamo. Il problema è che ultimamente non la buttiamo dentro, ci manca il gol”.

Bene, oggi, possiamo dire che il Livorno non ha provato nemmeno minimamente a fare la partita ed a cercare di vincere. Dunque, partita giocata meglio dal Trapani che ha saputo imporre la propria visione di gioco.

PRIMO TEMPO, SCEVRO D’EMOZIONI: Livorno completamente assente e come spesso accade è l’avversaria a fare la partita. Il Livorno non si è mai affacciato dalle parti di Nicolas ed è stato imbambolato per 49 minuti dal possesso palla della squadra avversaria.
Trapani subito pericoloso al 3’ minuto con un tiro al volo da fuori aria di Scozzarella che finisce a lato di pochissimo e, nuovamente, al 27’ minuto con un pericoloso tiro cross di Citro. Altri tiri del Trapani negli ultimi minuti del primo tempo: al 42’ occasionissima con Raffaello, che raccoglie un bel cross dalla destra di Fazio, ed al 46’ con un cross di Nizzetto verso Raffaello.
Da registrare anche il curioso e divertente infortunio dell’arbitro Illuzzi, a metà primo tempo, che è stato sostituito dal quarto uomo Paolini.

SECONDO TEMPO, LIVORNO KO: E’ stato poco più vivace del primo, l’unica differenza è che i padroni di casa riusciti a trovare l’occasione vincente. Al primo minuto ci prova il Livorno, Vajushi lancia per Fedato che prima di testa e poi di piede trova la risposta di Nicolas. Successivamente non accade nulla, fino al gol del Trapani al 30’ del st con Fazio che raccoglie una perfetta sponda di Montalto, in seguito ad una punizione dalla destra di Scozzarella. Dopo il precedente ingresso di Baez e Jelenic (13’ st), Panucci toglie il difensore Vergara per inserire Vantaggiato. Al 38’ del st ci prova Schermata 2016-03-19 alle 18.17.21Emerson su calcio piazzato, ma il suo sinistro sorvola la barriera per essere respinto dal portiere. Ultimo tentativo del Livorno al 45’ con un’ennesima punizione di Emerson che viene parata facilmente dal portiere della squadra avversaria.
Il Livorno scende ancora di più in classica, la Pro Vercelli dopo il pareggio con l’Ascoli, raggiunge i 34 punti. Il Livorno resta invece a quota 33 punti, diventa diciannovesima ed è in piena zona playout.

PAGELLE:
Pinsoglio 6: il gol subito non è colpa sua, ma è merito della bravura dei centroavanti del Trapani
Lambrughi 5+: alcuni piccoli errori in fase difensiva, non regala grandi giocate al centro campo
Vergara 4 (fino al 33’st.): prestazione a dir poco vergognosa. Sbaglia tutto quello che puo’ essere sbagliato, compresa una rimessa laterale. Viene sostituito al 33esimo del secondo tempo. Forse non doveva nemmeno entrare in campo.
Emerson 6,5: è uno dei pochi a salvarsi la faccia oggi pomeriggio. Prova a spingere avanti ed è sempre nel punto giusto al momento giusto. Batte una buona ed insidiosa punizione al 38esimo del secondo tempo.
Ceccherini 6: prestazione un po’ meglio del solito e comunque sufficiente. In difesa riesce a contrastare gli attacchi del Trapani
Cazzola 5: ordinaria amministrazione per Lui, di solito riesce ad imporsi meglio.
Valoti 5+ (fino al 13esimo st.): il suo debutto non è dei migliori, complice anche il risultato della partita odierna. Prova ogni tanto a farsi vedere, ma il suo apporto alla squadra è pressoché inutile.
Biagianti 5: male in fase d’impostazione del gioco, meglio in fase di contenimento.
Vajushi 4,5: partita all’insegna dell’inconcludenza per l’albanese: troppi falli inutili, sbaglia parecchio a centrocampo.
Fedato 5 (fino al 13esimo st): prestazione simile a quella del suo compagno di squadra Vajushi, si fa vedere ad inizio secondo tempo in fase offensiva, ma oggi l’attacco del Livorno è stato inesistente.
Moscati 4,5: non è all’altezza di Vantaggiato in attacco, non imposta le azioni e non si fa trovare libero dai suoi compagni.
Baez 4,5 (dal 13’ st.): prestazione coerente al suo livello di gioco espresso da quando è a Livorno.
Jelenic 5+ (dal 13’ st.): prova a fare sponda con Baez, ma i due non si trovano quasi mai e non concludono nulla.
Vantaggiato SV. (dal 38’ st.)

TABELLINO:

Trapani: Nicolas; Perticone, Pagliarulo, Scognamiglio; Fazio, Raffaello (62′ Barillà), Nizzetto, Scozzarella (90′ Ciaramitaro), Rizzato; Citro (72′ Montalto), Petkovic. A disp: Fulignati, Geria, Dai’, Camigliano, Accardi. All. Cosmi
Livorno: Pinsoglio, Ceccherini, Emerson, Vergara (78′ Vantaggiato), Lambrughi, Moscati, Biagianti, Cazzola, Valoti (58′ Jelenic), Fedato (58′ Baez), Vajushi. A disp: Ricci, Borghese, Regoli, Palazzi, Schetino, Aramu. All. Panucci
Arbitro: Illuzzi di Molfetta
Rete: 75′ Fazio
Note: angoli 8-4 per il Trapani, ammoniti Fedato, Petkovic, Scozzarella, Jelenic, Nizzetto, Cazzola, Fazio, Lambrughi, recupero 5′ + 4′

[Foto da Nazione.it e Diretta.it]

Stefano Faraoni (@stefanofara94)
con la collaborazione di Paolo Gambacciani