Il Senso del Ridicolo: Tra Amleto, Self-Deprecation e la nuova Commedia all’Italiana.

La Redazione - 28 Settembre 2016

Harry Potter e La Maledizione dell’Erede

La Redazione - 28 Settembre 2016

#Livorno: Goldoni in piazza, giovedì la storia di PICCHI in Piazza Saragat

La Redazione - 28 Settembre 2016
Share

Si conclude la rassegna “Scenari di quartiere – Teatri al calasole”
Giovedì 29 settembre, ore 19.15 – P.za G. Saragat (Corea)
si recupera la data per lo spettacolo “PICCHI”
con Michele Crestacci
(Ingresso libero)

LIVORNO – Era stato rinviato per il maltempo, ma sarà recuperato giovedì 29 settembre alle ore 19.15 sempre in piazza Giuseppe Saragat (fronte Circoscrizione 1 – Quartiere Corea), “Picchi” lo spettacolo ad ingresso libero interpretato dall’attore Michele Crestacci dedicato ad un mito dello sport livornese quale Armando Picchi.

L’appuntamento, presentato da mo-wan teatro, chiude la  rassegna di narrazione popolare “Scenari di quartiere – Teatri al calasole” della Fondazione Teatro Goldoni in compartecipazione con Comune di Livorno e la collaborazione dell’Autorità Portuale.

michele-crestacci-foto-2

Michele Crestacci

Dopo “Modigliani”, presentato nei giorni scorsi in piazza san Marco, Crestacci affronta un altro personaggio celebre della città labronica ed attraverso una narrazione comica ed intensa realizzata con Alessandro Brucioni, che firma anche la regia, ricostruirà il percorso umano e professionale dell’indimenticabile calciatore. “Picchi era un simbolo di serietà, fedeltà e sacrificio – spiegano i protagonisti – Un allenatore in campo, un punto di riferimento per la squadra nello spogliatoio, un uomo forte pronto al sacrificio: un capitano”: parlando di lui, si racconterà anche di come cambiava l’Italia in quegli anni tra il 1950 ed il ‘70 e così facendo anche di Livorno, con le sue brezze calde, con le sue ferite, le sue debolezze e le sue appassionate voci.

 Al termine dello spettacolo (durata di circa un’ora), sarà possibile gustare a prezzo popolare un tipico stuzzichino livornese con vino preparato da “Barretto in movimento”.