L’importanza di chiamarsi Frank Underwood

Simone Vincelli - 22 Novembre 2015

Fermare lo Stato Islamico

Simone Vincelli - 22 Novembre 2015

Maniero stende il Livorno, il Bari vince 1-0. Commento e pagelle della partita.

Simone Vincelli - 22 Novembre 2015
Share

Al San Nicola di Bari va in scena il big match della 14^ giornata di Serie B, dove i padroni di casa, a caccia di punti importanti per la promozione diretta, ricevono un Livorno che insegue la vittoria in trasferta che manca dalla sfida del 21 settembre di Terni.
Nei primi 20 minuti del primo tempo regna l’equilibrio, poi il Bari prende in mano le redini del gioco assediando l’area amaranto senza riuscire a trovare il gol del vantaggio. Gli uomini di Panucci si difendono con compattezza e provano a ripartire non risultando, però, efficaci.
In avvio di ripresa il Livorno recrimina per un gol annullato a Vantaggiato per fallo di Fedato che lascia molti dubbi; ma questa è l’unica vera occasione dei labronici che subiscono le avanzate della squadra di casa che domina anche il secondo tempo, complice anche l’espulsione di Vergara al 63′. L’inferiorità numerica è pareggiata al 78′ quando l’ex Gentsoglou stende Jelenic e guadagna anzitempo la via degli spogliatoi.
Nel finale il Bari riesce a far prevalere la propria maggior qualità offensiva e con Maniero trova il guizzo vincente che, al minuto 88, decide la partita.

LE PAGELLE.

Pinsoglio 7: Mantiene a galla i suoi per 88′ parando tutto quello che può, incolpevole sulla perla di Maniero.

Moscati 6: Molto impegnato a contenere le offensive, spinge poco.

Ceccherini 6: Partita solida nonostante qualche sbavatura perdonabile data la qualità dei padroni di casa.

Vergara 4.5: Impreciso in fase difensiva, si fa espellere per due falli ingenui lasciando i suoi in inferiorità.

Lambrughi 5.5: Soffre molto le avanzate baresi sulla sua fascia, in difficoltà contro la rapidità avversaria.

Luci 6.5: Prezioso in fase difensiva e anche nella costruzione della manovra gestendo bene la palla.

Schiavone 5.5: Rimane in ombra per tutta la partita non riuscendo a risultare incisivo in alcun modo.

Cazzola 6: Partita di cuore come sempre, corre e lotta per 90 minuti, ma poca qualità.

Jelenic 6: Causa l’espulsione di Gentsoglou e prova sempre a saltare l’uomo.

Vantaggiato 6.5: Il migliore del reparto offensivo, lotta e fa salire la squadra quando i suoi rimangono in 10.

Fedato 5.5: Impreciso in fase offensiva, sbaglia qualche scelta di troppo. A differenza di Jelenic aiuta poco dietro.

Calabresi (dal 65′) sv

Biagianti (dal 85′) sv

Comi (dal 90′) sv

 

Livorno (4-2-3-1): Pinsoglio, Moscati, Ceccherini, Vergara, Lambrughi, Luci, Schiavone, Cazzola (dal 90′ Comi), Jelenic (dal 85′ Biagianti), Vantaggiato, Fedato (dal 65′ Calabresi).  Panchina: Ricci, Gonnelli, Gasbarro, Palazzi, Bunino, Pasquato. All. Panucci.

Bari (4-3-3): Guarna, Sabelli, Contini, Rada, Gemiti, Porcari (dal 27′ Boateng) , Gentsoglou, Valiani, De Luca (dal 90′ Di Noia) , Maniero, Rosina (dal 90′ Romizi).  Panchina: Micai, Donati, Puscas, Di Cesare, Tonucci, Petropulos. All. Nicola.

Arbitro: Pairetto di Nichelino.

Marcatori: Maniero 88′.

Ammoniti: Jelenic (L) Pinsoglio (L) Gemiti (B)  Espulsi: Vergara (L) Gentsoglou (B)