3 Luglio 2022

curiosone tvUltimamente, ovvero negli ultimi anni, in Italia, sta avvenendo il contagio dell’idea che il parlamento ed i politici non servono a
 nulla e che se ne potrebbe fare tranquillamente a meno.
Si pensa, infatti, che i deputati, i senatori e via dicendo stiano in parlamento solo per portarsi a casa il loro ‘piccolo’ stipendio stando lì – senza talvolta starci nemmeno – solo per un tornaconto personale. Gli attori politici vengono, così, frequentemente descritti  come persone a cui non interessa nulla dell’Italia,  delle famiglie italiane e della crisi occupazionale che sta colpendo molte persone.
Il movimento dei forconi e tanti altri comitati analoghi si inseriscono quindi in questo malessere generale portando avanti molte manifestazioni ed occupazioni sul suolo italiano. Ma è davvero così la nostra situazione?In un primo momento, penso che verrebbe a tutti di rispondere “sì è vero, mandiamoli tutti a lavorare nei campi”, ma in un secondo momento penso che le persone si dovrebbero chiedere che cosa succederebbe in Italia senza un parlamento e senza le istituzioni: l’anarchia. Riflettendo, comunque, sulla situazione attuale, grossi spiragli di novità e di speranza non si vedono. Siamo travolti dalle immagini dell’ascesa del Sindaco di Firenze Matteo Renzi come segretario del Partito Democratico, e siamo sempre più colpiti da nomi inglesi e da continui rinvii per la nuova finanziaria: scusate, patto di stabilità. Matteo Renzi, che doveva rappresentare la grande novità con cui l’italia doveva “#cambiareverso”, a parte presentare, ieri, il nuovo libro di Bruno Vespa ed a parte fare le riunioni della segreteria del PD di mattina presto con brioche e caffellatte, si è dimostrato negli scorsi giorni palesemente ininfluente ed inconcludente nelle sue proposte, come sulla web tax.
MOVIMENTO-DEI-FORCONI-4La fiducia  verso i partiti sta sempre di più tendendo a zero  e lo sguardo di disprezzo con cui si guarda alla politica è in aumento; il movimento dei forconi ed i vari comitati sono solo una logica conseguenza.L’Italia dovrebbe essere una Repubblica parlamentare incentrata sulla Democrazia; il cuore della nostra Democrazia Rappresentativa dovrebbero essere le due “odiate” Camere. Questo attacco alla politica è paragonabile ad un attacco di protesta verso la nostra Democrazia. Il movimento dei forconi, al momento,  avrà sicuramente la peggio, ma è opportuno concludere, per riflettere, che cosa diceva Montesquieu sulla democrazia.

“Il principio della democrazia è la virtù dei cittadini. Si guarda con amore verso gli ordinamenti democratici che vanno amati più di Noi stessi. Fra di Noi ci sono troppe disuguaglianze, gli individui dovranno rinunciare alla loro aspirazione personale. L’amore verso gli altri è fondamentale, il degenero della democrazia sarà il dispotismo.”

Riusciranno i nostri ordinamenti democratici ad essere nuovamente amati?


 

Paolo Gambacciani
@paologamba10

Show Full Content

About Author View Posts

Paolo Gambacciani

Studente appassionato di politica, arte, teatro, cinema e tennis. Sono laureato in Comunicazione presso la Scuola di Scienze Politiche dell'Università 'Cesare Alfieri' di Firenze e collaboro con uninfonews dalla sua fondazione; sono fortemente convinto ed a favore del progetto editoriale del giornale online. Vicepresidente e socio di Uni Info News.

Previous Un recital e un concerto per Don Giovanni
Next Recensione di Suburra

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Nuova vita per le carrozze di Don Nesi

23 Dicembre 2021
Close