TEDxSalon, tra “mondi sommersi” ed un annuncio speciale

Alessio Nicolosi - 27 Agosto 2019

Io: giovane libraia ai tempi di Amazon

Alessio Nicolosi - 27 Agosto 2019

Promossi e bocciati della 1° giornata di Serie A

Alessio Nicolosi - 27 Agosto 2019
Share

Come ogni anno le vacanze estive volgono al termine ma a tenerci compagnia torna finalmente la Serie A! Campionato che quest’anno si prospetta più scoppiettante e incerto che mai. La Juventus dopo la conquista dell’ottavo scudetto consecutivo affronterà la rivoluzione di Sarri mentre il Napoli riparte dalle solite certezze ma con qualche convinzione in più. Il Milan è chiamato all’ennesimo anno 0 mentre la Roma si affida a Fonseca e punta tutto su Dzeko, per non parlare della Fiorentina che con l’arrivo di Commisso è pronta a dare battaglia e dimenticare la scorsa tragica annata. E in tutto questo attenzione all’Inter che sotto la guida di Conte e un super mercato si candida tra le pretendenti al titolo finale. Sono davvero tantissimi gli spunti che questa 1° giornata di Serie A ci ha regalato ma la sorpresa più bella di tutte è stata sicuramente ritrovare Mihajlovic sulla panchina del Bologna.

Ma andiamo a vedere chi in questa prima giornata si è particolarmente distinto nel bene o nel male:

Promossi

Immobile: al debutto contro la Sampdoria segna subito una doppietta e fa volare la Lazio.

Fiorentina: nonostante la sconfitta e i meriti del Napoli, in quel di Firenze è davvero successo di tutto e se pensiamo che questa squadra solo pochi mesi fa lottava per non retrocedere, vederla giocare così è una gran bella notizia per la Serie A.

Muriel: l’acquisto dell’Atalanta si dimostra fin da subito decisivo, entra e ribalta la partita con una doppietta. Ma la domanda che si fanno tutti è: “con Gasperini riuscirà finalmente a trovare la continuità necessaria a fare il salto di qualità?”

Inter: partenza roboante per la neo Inter di Conte che rifila 4 gol al Lecce. Sicuramente una vittoria che, seppur di misura, contro una neo promossa deve far lasciare i piedi ben piantati a terra ma la cosa che più mi ha sorpreso è che Conte sta già tirando fuori il meglio da ognuno dei suoi calciatori. Diversi giocatori che negli anni si erano persi, sotto la sua guida, sono letteralmente rinati.

Bocciati

Milan: chiaramente la parola bocciatura è un tantino troppo forte ma a Milanello c’è ancora tanto da lavorare. I nuovi devono ancora inserirsi e la squadra deve ancora assimilare il gioco di Giampaolo.

Juan Jesus: se in attacco la Roma regala gioia e spettacolo, in difesa si balla parecchio e tra i protagonisti in negativo del reparto difensivo giallorosso c’è proprio il difensore brasiliano. Sul primo gol si fa sorprendere e successivamente causa il rigore intervenendo fallosamente su Pinamonti.

Var: regole nuove, solite polemiche. Anche gli arbitri hanno bisogno di capire come gestire alcune situazioni ma quanto accaduto in Fiorentina – Napoli ha dell’incredibile. Durante Parma – Juventus viene giustamente annullato un gol per un fuorigioco millimetrico mentre solo poche ore più tardi in sala Var non si accorgono di un clamoroso tuffo di Mertens. Per non parlare poi del fallo subito da Riberì allo scadere della partita in prossimità dell’area. Ci sarebbe da discutere anche sul rigore concesso alla Fiorentina ma se queste sono le nuove regole, alzo le mani.

 

Di seguito tutti i risultati:

Parma 0 – 1 Juventus

Fiorentina 3 – 4 Napoli

Udinese 1 – 0 Milan

Cagliari 0 – 1 Brescia

Hellas Verona 1 -1 Bologna

Roma 3 – 3 Genoa

Sampdoria 0 – 3 Lazio

SPAL 2 – 3 Atalanta

Torino 2 – 1 Sassuolo

Inter  4 – 0 Lecce

Alessio Nicolosi