I “big” della politica livornese: intervista a Simone Bartoli

Matteo Provvidenza - 25 Maggio 2019

Serie A 2018/19 – Tutti i promossi e i bocciati

Matteo Provvidenza - 25 Maggio 2019

SERIE B IL PUNTO. Semifinali playoff andata: vince il Benevento pari per Verona e Pescara

Matteo Provvidenza - 25 Maggio 2019
Share

In Serie B si sono disputate le semifinali di andata dei playoff 2018/2019 e ci prepariamo, a partire da questa sera, alle gare di ritorno.

Cittadella-Benevento 1-2
Il Benevento parte forte e colpisce al 7’ il palo con Coda, dopo un altro legno colpito poco prima dallo stesso centravanti e annullato per offside (che non c’era). L’avvio di gara sembra favorevole ai campani, ma è il Cittadella a colpire. Sugli sviluppi di un calcio piazzato, la sfera finisce sul destro di Proia che – complice una deviazione – trafigge Montipò. La squadra di Venturato ha subito la chance per raddoppiare con la verticalizzazione per Finotto su cui è decisivo lo straordinario recupero di Caldirola in scivolata a impedire il 2-0. Il pallino del gioco resta nelle mani dei giallorossi, ma troppi errori sulla trequarti lasciano piuttosto tranquillo Paleari. L’unico a impegnarlo seriamente è Viola, con un bel tentativo di controbalzo dalla distanza: il suo mancino è indirizzato sul palo lontano, ma il portiere si tuffa e concede solo angolo. In avvio di ripresa l’autore del gol si becca il secondo giallo e lascia i suoi in 10. Nonostante l’inferiorità numerica, il Cittadella non soffre quasi mai ma, a un quarto d’ora dal termine, confeziona da sola la rete del pareggio. Rizzo sbaglia le misure e, con un tocco di petto indirizzato al portiere, regala palla a Insigne: l’attaccante, entrato da poco, non perdona e col mancino realizza l’1-1. La squadra di Venturato perde l’equilibrio e, sette giri di orologio dopo, incassa anche il raddoppio. Il cross lo effettua proprio il numero 19 e Coda, di testa, completa la rimonta. Nel finale c’è spazio anche per l’espulsione di Armenteros che, ingenuamente, commette un brutto fallo da dietro e riceve il rosso diretto. Stasera alle 21:00 la sfida di ritorno.

Hellas Verona-Pescara 0-0
Il primo tempo si accende fin da subito e regala grandi emozioni da una parte e dall’altra. Mancuso testa subito i riflessi di Silvestri, ma pronta è la risposta del Verona con la chance per Di Carmine. La formazione abruzzese ci riprova anche con il mancino volante di Marras, ma l’uomo più pericoloso resta il capocannoniere della squadra che, al 21’, sfiora il gol. Il numero 19 serve al centro Mancuso che gira di prima intenzione e coglie la base del palo. Il botta e risposta continua e i gialloblù vanno a un passo dal vantaggio ancora con Di Carmine che si allunga e conclude a botta sicura. Decisivo è l’intervento in scivolata di Scognamiglio che devia la sfera oltre la traversa. Insidiosi sono anche i tentativi personali di Gustafson e Laribi, ma il portiere degli ospiti non si fa sorprendere. La musica non cambia nella ripresa, con il Pescara che spinge subito sull’acceleratore e costruisce le prime opportunità. A mettere i brividi ai tifosi di casa è, soprattutto, Sottil, il cui destro a giro termina di un soffio a lato. Tra le fila del Verona sono un po’ tutti a cercare la via del gol, compreso Empereur che da quasi 40 metri lascia partire una sassata insidiosa, frenata in due tempi da Fiorillo. Ed è proprio l’estremo difensore biancoazzurro a prendersi la scena nell’ultima occasione del match, dove si distende e respinge il colpo di testa di Tupta, da poco entrato al posto di Matos. Finisce 0-0, domani sera i 90 minuti decisivi. (Fonti: Sky)

Semifinali di ritorno

Benevento-Cittadella, 25 maggio 2019 ore 21 – Si riparte dal 2-1 dell’andata al Tombolato. I gol di Roberto Insigne e Massimo Coda, realizzati in trasferta, permettono alla squadra di Bucchi di arrivare alla gara di ritorno con un pizzico di serenità in più, soprattutto davanti ai propri tifosi. Tuttavia, la rete di Proia permette al Cittadella di continuare a credere alla favola per guadagnarsi la finale.

Pescara-Hellas Verona, 26 maggio ore 21 – Tutto in bilico, tutto aperto. Si riparte dallo 0-0 al Bentegodi. I ragazzi di Aglietti – subentrato a Fabio Grosso a fine campionato – vogliono il ritorno in Serie A e si affidano a Giampaolo Pazzini, il giocatore più esperto. Gara difficile in trasferta però. Il Pescara di Pillon sogna – come l’Hellas – il ritorno in Serie A e si affida a bomber Mancuso (19 reti).

Guerin Sportivo