15 Agosto 2022
folliaUna gigantesca follia – Don Giovanni festival, che ha caratterizzato ben due Stagioni del Teatro Verdi di Pisa, si sta avviando verso la sua conclusione, proponendo fino a novembre inoltrato diversi appuntamenti legati al mito del celebre libertino.
Primi fra tutti, Alessio Pizzechcon recital Storie di Don Giovanni, in calendario per mercoledì 21 ottobre alle 21:00 in sala “Titta Ruffo”, ed il concerto Gli altri Don Giovanni del duo pianistico Giuseppe Bruno – Vincenzo Maxia, in programma giovedì 22 ottobre alle 20:30 in sala grande.
14_75_gdv_f1_1201_1
Il regista Alessio Pezzich
Il regista Alessio Pezzich è una vecchia conoscenza del teatro pisano: molti degli spettacoli delle opere liriche da lui dirette sono state date anche al Verdi (ultime, nella scorsa Stagione, Dopo il silenzio dall’omonimo libro del senatore Grasso per il cartellone di prosa, e Il Barbiere di Siviglia, nel cartellone lirico). Professionista eclettico, con un passato da attore, nello spettacolo di mercoledì condurrà gli spettatori in un viaggio attraverso le storie di Don Giovanni raccontate da Bataille, Hoffmann,  Flaubert, Mendès, de Gourmont, Pirandello e Roché. Tessendo un dialogo immaginario e immaginifico con il pubblico, Pizzech racconterà il suo «personale legame con la storia affascinante di Don Giovanni ed il piacere così di tornare in scena come attore e narrare istanti, frammenti dalle varie riletture di questo mito che la storia della letteratura e del teatro ci hanno passato.»
È ancora una volta il mito del grande seduttore il filo rosso del concerto di giovedì sera, che vede insieme due pianisti di vaglia: Giuseppe Bruno e Vincenzo Maxia.
G_Bruno
Giuseppe Bruno

Giuseppe Bruno, si è esibito con importanti complessi in Italia, USA, Grecia, Ucraina, Polonia, Romania e Germania; ha preso parte più volte al Festival dei Due Mondi di Spoleto e al Festival di Charleston (USA) ed è stato premiato al Concorso Internazionale di Pianoforte “Roma 1991”, ed al Concorso “Viotti” di Vercelli con il violinista Alberto Bologni; ha collaborato con numerosi direttori, strumentisti e cantanti, inoltre è attivo anche come direttore d’orchestra e come compositore. È docente al Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia, di cui è stato direttore dal 2008 al 2014, ed è Gastprofessor della Rubinstein Akademie di Dusseldorf.

V-Maxia
Vincenzo Maxia

Vincenzo Maxia, ha al proprio attivo un’intensa carriera pianistica, sia in veste di solista che con varie formazioni di musica da camera e con orchestra, con un particolare interesse per il repertorio vocale cameristico. Ospite di numerose e importanti Associazioni Musicali in Italia ed all’estero (Austria, Francia, Marocco, Portogallo, Lussemburgo), ha effettuato registrazioni per RAI, RAI-TV e Radio Vaticana; da diversi anni svolge, oltre all’attività di pianista, anche quella di direttore d’orchestra; tiene corsi di formazione per cantanti e maestri collaboratori di teatro lirico ed è  stato docente al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze.


Nella prima parte del concerto il duo eseguirà le Variazioni op.2  su “Là ci darem la mano” di F. Chopin; Introduzione all’opera “Il Convitato di Pietra” di Cesar Cui, ossia l’introduzione che il compositore russo scrisse attorno al 1870 per Il  Convitato di pietra di Dargomyzhsky, pagina curiosa per il suo sperimentalismo; chiuderà la prima parte l’impervio poema sinfonico Don Juan di Richard Strauss. Nella seconda parte si avrà la prima esecuzione di Preludio, fantasia e fuga per due pianoforti su temi tratti dal balletto Don Juan di C. W. Gluck op. 139, del compositore Filiberto Pierami, che nel 2014 la scrisse proprio per il duo pianistico Bruno-Maxia. Infine, le Réminiscences de Don Juan di Franz Liszt.
 
I biglietti per il recital di Pizzech costano 12 euro (ridotto 7 euro), quelli per il concerto del duo pianistico 15 euro.
Per maggiori informazioni Teatro di Pisa tel 050 941111 e  www.teatrodipisa.pi.it
Show Full Content

About Author View Posts

Luca Fialdini

Luca Fialdini, classe '93: studente di Giurisprudenza all'Università di Pisa e di pianoforte e composizione alla SCM di Massa e sì, se ve lo state chiedendo, sono una di quelle noiose persone che prende il the alle cinque del pomeriggio. Per "Uni Info News" mi occupo principalmente di critica musicale.

Previous All you Need is Cinema: I Film da Vedere nella Vita! (#256-260)
Next La sfida della democrazia italiana ed il movimento dei Forconi

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Nuova vita per le carrozze di Don Nesi

23 Dicembre 2021
Close