9 Luglio 2020

Qui su Uni Info News, il mercoledì è dedicato agli scrittori: con cadenza settimanale, verranno pubblicati racconti e poesie di giovani autori da tutta Italia, selezionati dalla nostra redazione! Oggi vi presento la poesia intitolata Livorno, di Matteo Taccola, che ha vinto il premio speciale al concorso Premio Nazionale di Poesia “Orazio” II EdizioneBuona lettura!

Scrivi poesie o racconti brevi? Contattaci all’indirizzo giulia.pedonese@uninfonews.it ricevi un feedback dalla redazione e pubblica con noi!


Livorno

di Matteo Taccola

 

I lidi sfregiati

il mare tempestoso

percuote violentemente.

Nessuna Afrodite

nasce dalla schiuma


degli schiaffi di Poseidone.

 

Salsedine e gocce sul viso

di quel vino azzurro

che inebria d’infinito stupore.

 

Le tamerici solitarie

crescono contorte

magre dita nodose

di un vecchio senza tempo.

Si affacciano sul mondo

esseri d’incredibile forza.

 

Vago tra la sassaia

immerso nel libeccio salato

violento compagno urlante

delle mareggiate.

 

Sta lì, seduto, muto

il pescatore cieco.

La canna ha vibrato

il filo teso aspetta

un sogno affiorerà

dalla superficie crespa?

 

Gli ultimi raggi solari

illuminano scogliere grezze.

Ora Apollo si tuffa

il mare diventa nero

specchio di stelle vanesie

si gloriano di loro stesse.

 

La città illuminata

Una piccola sfuocata Atlantide.

 

842990_10200592512000494_1426066303_o[1]

 

 

profile pic

Matteo Taccola nasce a Livorno nel 1992; finito il Liceo Classico nella città natale, intraprende gli studi giuridici a Pisa. Innamorato perduto della scrittura e della lettura, fra alti e bassi cerca di dedicare tutto il tempo possibile a queste due grandi passioni.

Show Full Content

About Author View Posts

Giulia
Giulia

Giulia Pedonese, classe 1992, ha cominciato a scrivere prima di sapere la grammatica e, visto che nessuno è riuscito a fermarla, studia lettere classiche all'università di Pisa. Ama cantare, non ricambiata, e nel frattempo si è data un nome d'arte con i baffi.

Previous Oltre al VDay, il racconto da Genova.
Next Perchè Tsipras NON è un rivoluzionario

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

La rabbia e l’orgoglio del popolo americano

2 Giugno 2020
Close