Una volta tanto Renzi è di sinistra

Alessio Nicolosi - 26 Gennaio 2016

Un quadro ieri, un selfie oggi e domani-Narcisismo e autorappresentazione

Alessio Nicolosi - 26 Gennaio 2016

Alla scoperta del prossimo CUSplay Pisa, intervista a Michael Pandolfi

Alessio Nicolosi - 26 Gennaio 2016
Share

Quest’oggi abbiamo il piacere di incontrare una nostra vecchia conoscenza, Michael Pandolfi, l’organizzatore del CUSplay Pisa. Il CUSplay  è una manifestazione che coinvolge il mondo dei fumetti, videogame, cosplay e molto altro ancora che il prossimo 5 – 6 Marzo inaugurerà la nona edizione del festival. Dunque andiamo a scoprire tutto quel che c’è da sapere!

Salve Michael ci eravamo lasciati la volta scorsa parlando dell’edizione estiva del CUSplay, com’è andata? Vuole raccontarci qualcosa?

Buonasera Alessio e grazie innanzitutto di questa nuova possibilità. Si, l’edizione estiva è andata secondo le aspettative, due belle giornate parlando a livello “meteo” hanno favorito l’affluenza di pubblico anche superiore alle nostre aspettative. Il progetto artistico ha funzionato e quindi il tutto è sfociato in un bel segno positivo a fine kermesse! Siamo felici!

Quando ci siamo sentiti per l’intervista ci ha detto di aver indirizzato quest’anno il festival in una direzione più culturale, in che senso?

Si è vero, abbiamo modernizzato la formula del festival proponendo ospiti di grande livello sia nell’ambiente del fumetto sia in quello del disegno. Ci siamo affacciati per la prima volta anche al mondo di YouTube ma l’abbiamo fatto in maniera “non commerciale” ma con una precisa ricerca di veri e propri artisti di quella piattaforma sul territorio nazionale in grado di insegnare qualcosa al pubblico e creare qualcosa di veramente istruttivo. Anche la parte dedicata al cosplay non sarà “solo” spettacolo o semplice contorno colorato ma offrirà al pubblico una serie di 12622145_959886340714013_4240740603375100762_oworkshop tematici di sicuro interesse fra gli appassionati. Insomma in breve ci siamo modernizzati ed espansi ma non necessariamente seguendo la moda ma optando per soluzioni di qualità che spero saranno apprezzate dal pubblico.

Il 5 – 6 Marzo si terrà la nuova edizione del CUSplay, sicuramente tra le novità la più importante è rappresentata dalla nuova location . Il Palazzo dei Congressi di Pisa infatti ospiterà il festival e penso che questo aiuterà a racchiudere meglio la fiera stessa così da far sentire più a casa i visitatori piuttosto che degli ospiti del centro sportivo. E’ d’accordo? E come è nata questa scelta? Crede che potrà essere una svolta per il progetto?

Se posso fare una metafora posso paragonare il festival ad un bambino; Ora però siamo maturi e come ogni persona arriva il momento di abbandonare “casa”. Ovviamente una lacrima è scesa ma il tutto fa parte dell’evoluzione del festival e della vita stessa. Abbiamo dovuto comunque abbandonare il CUS perché nel periodo di Marzo il centro è pieno di campionati ed allenamenti e diventa quasi impossibile prenotare gli spazi idonei all’allestimento di un festival come sta diventando il nostro. La scelta del palazzo dei congressi è una scelta che punta ad un aumento di qualità generale, una location di sicuro più attrezzata e già pronta all’uso oltre ad essere esteticamente più bella di alcuni palazzetti sportivi come utilizzato in passato. In un futuro prossimo comunque non è escluso un ritorno al CUS dove rimangono tantissimi amici ed un grande rapporto lavorativo con tutta la dirigenza.

So che alcuni cosplayer però non hanno preso benissimo questo cambiamento e hanno espresso lamentele riguardo al fatto che adesso mancheranno zone per così dire “più scenografiche” per scattare foto, come risponde a queste critiche?

Rispondo molto serenamente dicendo che per ben 8 edizioni sono arrivate lamentele sul fatto che il CUS (precedente location) non avesse spazi fotografici (invece disponeva di bellissimi prati, vedere alcuni set allestiti da svariati fotografi) poi quando è arrivato l’annuncio del palazzo dei congressi all’improvviso è diventato tutto bellissimo ed era un peccato abbandonarlo…è un controsenso anche perché forse ci dimentichiamo che a soli 400 metri dalla nuova location del festival è presente il “giardino Scotto di Pisa” una delle più suggestive location pisane risalente al periodo dell’alto medioevo ed usufruibile gratuitamente per tutti gli interessati oltre a tutti gli spazi verdi della zona delle piagge. In caso di maltempo ci saranno aree fotografiche ben allestite anche all’interno del festival da parte di alcuni fotografi come avveniva già nelle precedenti edizioni.

Restando in tema, una delle cose che ha da sempre contraddistinto questa fiera è stata l’attenzione verso il mondo del cosplay ed anche quest’anno sono previsti diversi eventi non solo per gli appassionati di lunga data ma, grazie ai vari meeting, workshop ed esibizioni, anche e soprattutto per i curiosi, i neofiti e tutti coloro che si stanno avvicinando a questo fenomeno.

Si, è vero è una fiera che punta moltissimo sul cosplay. Abbiamo preso il nostro format “The art of cosplay” trasformandolo in un vero e proprio mega evento istruttivo per tutti gli interessati. Non mancheranno alcune esibizioni come in passato, ma abbiamo incluso un meeting sul cosplay nel mondo a cura della cosplayer Giada Robin che analizzerà tutte le analogie e differenze fra 12565366_956650391037608_7363189725039799342_nil cosplay di casa nostra e quello che abbiamo attorno oltre ad omaggiare il pubblico con una sua performance. Adele Brandaglia si occuperà di un workshop dalla durata di tre ore sulla sartoria cosplay e la realizzazione di oggetti ed armature il tutto gentilmente offerto dalla scuola internazionale di comics di Firenze. Kaggi Cosplay (votato dal pubblico come miglior cosplayer assoluto della precedente edizione) si esibirà con una nuova scenetta inoltre terrà un breve evento appunto sulla miglior realizzazione possibile di un’esibizione, presenza scenica, interpretazione e molto altro. Infine si parlerà di fotografia con numerosi ospiti al “Gran Galà del concorso fotografico” un evento che presenterò personalmente che sarà un omaggio a tutti i vincitori nel nostro concorso fotografico che terminerà il 7 febbraio. Il nostro è il concorso fotografico a tema cosplay più grande d’Europa con partecipanti non limitati solamente al territorio nazionale.

Oltre alla location quali saranno le altre novità?

Sarà possibile incontrare tantissimi autori e fumettisti che puoi trovare solo a festival nettamente più grandi (con tutti i contro del caso specialmente legati alle lunghe anzi infinite file d’attesa), ed ospiti che non sono mai venuti a Pisa. Inoltre stiamo lavorando tantissimo alla parte videogames sempre col supporto di Nintento Italia ma tornando a puntare moltissimo anche sul mobile, PC e giochi che sfruttano le potenzialità di internet per essere apprezzati al meglio (prossimamente news a riguardo sui nostri canali social). Un’altra novità interessante è quella nella quale i bambini che visiteranno il festival oltre all’ingresso gratuito fino a 10 anni, potranno anche ricevere un giocattolo gratuito presso lo stand del nostro sponsor Pisanpack! L’auditorium del palazzo infine ci darà la possibilità di immergere il pubblico maggiormente negli spettacoli con un audio migliorato ed effetti di luce.

E quali saranno gli ospiti di questa edizione?

Ce ne sono moltissimi (con alcuni ancora non rivelati), “Quei due sul server” rappresentano una delle eccellenze nel panorama di YouTube Italia il loro spettacolo del sabato sarà sicuramente apprezzato e seguito; Sio (anche lui attivissimo su YouTube) è un autore tanto “pazzo” quanto geniale ed il suo “Scottecs” lo dimostra. Angela Vianello “disegnatrice” (quasi riduttivo definirla soltanto cosi) dalle capacità straordinarie, Fraffrog autentico fenomeno di YouTube e videomaker spettacolare sono alcuni dei nomi nuovi di questo festival. Non dimentichiamoci di alcune vecchie conoscenze come Bigio,Gaunt Noir,Davide Caporali ed altri ospiti non ancora annunciati che a nostro avviso completano un progetto artistico mai cosi completo ed appagante. Seguiteci in merito su tutte le nostre pagine social e sul sito ufficiale www.cusplaypisa.it.

Parlando dei punti forza e di ciò che contraddistingue questa fiera non possiamo non citare il vostro ormai celebre concorso fotografico che anche quest’anno ha toccato cifre record! E’ davvero un bel risultato anche perché contribuisce a creare un’atmosfera di attesa all’evento stesso. E’ soddisfatto da questi risultati? E che aspettative nutre per questa edizione del CUSplay?12633475_962203910482256_6826396835942810997_o

Si il concorso fotografico è di sicuro uno dei punti forti di questo festival che funge anche da grande veicolo promotore, un concorso organizzato e gestito con grande professionalità da tutto il team che ci è valso il titolo di concorso fotografico più grande d’Europa come numero di partecipanti. Numeri impressionanti non solo per quanto riguarda il numero di concorrenti (oltre 700 in questo momento che sto scrivendo e mancano ancora due settimane alla fine), ma anche nei voti, nelle condivisioni e nell’interesse mediatico di sponsor e stampa che ci ha portato anche a collaborare in questa edizione con il più grande magazine cartaceo al mondo inerente alla fotografia in ambito cosplay ovvero “Cosplay Gen”.
Tornando sul festival, mi aspetto un’ulteriore passo in avanti a livello qualitativo sia nostro che nei servizi offerti al pubblico, tutto fa pensare al meglio, c’è grande soddisfazione generale sia per il progetto artistico che per tutto l’insieme che vedrete il 5/6 marzo 2016. 5° anno di attività e 9 edizioni all’attivo come detto in apertura ci portano ad essere maturi e possiamo e dobbiamo guardare avanti in positivo per questa imminente edizione ma anche per la seconda del 2016 e la prossima di marzo 2017 per il quale stiamo già lavorando.

Grazie mille di nuovo per questo spazio che ci viene offerto.

Infine ringraziamo ancora Michael Pandolfi per il tempo che gentilmente ci ha concesso e gli facciamo un grosso in bocca al lupo per le prossime edizioni del suo CUSplay!

Se volete saperne di più sull’evento visitate la pagina CUSplay PISA.

 

Alessio Nicolosi