27 Maggio 2020

FROSINONE – CARPI 0-1 [86′ Letizia]

“Clamoroso al Matusa”. Ispirandoci ad una celebre frase amarcord del nostro calcio, possiamo descrivere nel dettaglio quanto avvenuto a Frosinone nel ritorno della semifinale.
Dopo un primo tempo di completa stasi e tensione reciproca, nonostante siano gli emiliani a dover vincere per forza l’incontro, è il Frosinone a spingere subito sull’acceleratore. Il nervosismo è visibile, con l’arbitro Ghersini che ha il suo bel da fare per limitare i falli delle due contendenti. Sotto l’aspetto delle emozioni, il primo tempo è la fotocopia della deludente partita di andata, conclusa senza vere occasioni da rete.


Nella ripresa si apre con un  errore arbitrale, visto che Ghersini non assegna un calcio di rigore per fallo commesso da Lollo su Soddimo.

Abbandona il campo polemicamente anche Mbakogu, sostituito da Fedato. In nove contro undici, e con il morale sotto i tacchi, il Carpi riesce però miracolosamente a passare in vantaggio grazie ad una spettacolare punizione di Letizia. Il Frosinone negli ultimi 5 minuti si getta in modalità attacco totale e sfiora il pareggio, ma Belec diventa protagonista.

L’ultima partita al “Matusa” diventa la gara più folle nella storia del Frosinone, una squadra con il nuovo stadio di proprietà praticamente vicino alla sua innaugurazione, che si dovrà ritrovare a riaffrontare un altro anno in serie cadetta, dopo essere stato anche in testa al campionato durante la stagione.

La squadra di Castori, guidata da un grande cuore, nonostante la doppia inferiorità numerica, ha fatto un miracolo che rimarrà negli annali della storia del calcio italiano. Dopo solo un anno dalla retrocessione nelle polemiche sui paracaduti, il Carpi può tornare a sognare la Serie A.

PERUGIA – BENEVENTO 1-1 [81′ Puscas (B), 91′ Nicastro (P)]

Sarà il Benevento l’avversario del Carpi nella finale dei playoff di Serie B ConTe.it.


Il merito soprattutto del Benevento, che ha iniziato alla grande un primo tempo con svariate occasioni e le successive risposte di un Perugia obbligato a vincere. Prima di andare al riposo c’è stato un tentennamento nell’area dei campani, con un contatto tra Lucioni e Di Carmine che ha fatto gridare al rigore, ma il direttore di gara  Abisso ha punito un fallo dell’attaccante.
Nella ripresa il Perugia ha alzato il baricentro, riuscendo a creare non poche difficoltà ai campani, anche in virtù dell’ingresso in campo prima di Acampora (al posto dell’infortunato Brighi) e poi di Mustacchio. Così, dopo un paio di tentativi del Benevento con Viola e Falco, gli umbri hanno sfiorato il vantaggio in due occasioni con Nicastro. Il Benevento è tuttavia rimasto in partita e al 36′ ha trovato il gol del vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Viola che è stato girato di testa da Camporese: Brignoli si è salvato d’istinto, la palla è rimasta sui piedi dell’ex interista Puscas, che ha scaraventato in rete proprio sotto la curva dei tifosi giallorossi. Con il gol la gara non si è chiusa, visto che in pieno recupero il Perugia ha trovato il gol della parità con Nicastro che ribadito in rete una corta respinta di Cragno, impegnato da Mustacchio. Altro rigore reclamato dai perugini, ma l’arbitro ha lasciato correre.

Il Benevento, che continua così a vivere sulle ali del grande sogno della serie A.

PROGRAMMA DELLA FINALE PLAYOFF

Si giocherà l’andata della finale a Carpi domenica 4 giugno alle ore 20:30, mentre il ritorno a Benevento sarà nella sera di giovedì 8 maggio.

Guerin Sportivo: LINK

Show Full Content

About Author View Posts

Avatar
Matteo Provvidenza

Nato nel 1989 a Viareggio, scrive articoli dal 2012, anno di fondazione di Viareggio Free World (oggi VFW Project). Ha scritto anche per Egg Magazine, Guerin Sportivo (Pagina Facebook), Calcio Estero News e altri blog e siti internet. Presidente e fondatore dell'associazione di promozione culturale e sociale Versilcanapa.

Previous Al via la mostra “Fermare il tempo, immagini e materia”
Next NAMACIAS

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Spiaggia del Sonnino: Graffi e botte per il posto a sedere. Chiamati carabinieri

25 Maggio 2020
Close