WWE in Italia, com’è andata?

Claudia Perossini - 12 Agosto 2015

Recensione di Rio

Claudia Perossini - 12 Agosto 2015

Intervista ad Anna Madaro dei Nirkiop: da Youtube al grande schermo!

Claudia Perossini - 12 Agosto 2015
Share

Anna Madaro, giovane youtuber e attrice proveniente da Taranto, è nota principalmente per far parte dei Nirkiop, un gruppo di ragazzi che, da 5 anni a questa parte, sfornano video di vario contenuto sul loro canale Youtube. Che si parli di esami di stato, problemi di amore, vacanze, amicizie o cinema, i Nirkiop sono sempre al passo con i ragazzi, portando ogni giorno tante risate nelle case dei fan. Attualmente il loro canale conta 471.511 iscritti con oltre 90 milioni di visualizzazioni.

Così Anna si racconta a Uni Info News, in tutta la sua simpatia e semplicità, descrivendo chi siano i Nirkiop e mostrandoci di che pasta sono fatti!

 

I Nirkiop

I Nirkiop: Anna, Piero, Mirko, Nicola e Gabriele.

Chi sono i Nirkiop?

Anna: Siamo un gruppo di 5 ragazzi di Taranto, Io, Nicola Conversa, Mirko Mastrocinque, Piero Madaro e Gabriele Boscaino, che fanno video, comici e non, su youtube e ne abbiamo reso un lavoro che fortunatamente ci piace. Siamo gli stessi di quando abbiamo iniziato, cioè 5 anni fa, ma con tante esperienze in più. Insomma siamo degli amici che lavorano assieme!

 

-Come sono nati i Nirkiop?

Anna: I Nirkiop sono un’idea di Mirko e Nicola che, facendo teatro a livello parrocchiale, decisero di avventurarsi sul web, caricando i primi video. Così Piero, vedendo i video di Nicola e Mirko, molto casalinghi all’epoca, propose di utilizzare la sua videocamera, più professionale di quella utilizzata dai due, e chiese se potessi aggiungermi anche io, dato che volevo fare l’attrice. E così ci siamo ritrovati in 4! Poi nel corso del tempo si sono aggiunte persone che attualmente non collaborano più con noi, ed infine è arrivato Gabriele. Il nome Nirkiop deriva appunto dalla crasi dei nomi Nicola, Mirko e Piero. Abbiamo iniziato per gioco, cercando di capire se quello che facevamo poteva piacere alle persone e se avrebbe funzionato sul web. Così iniziammo a filmare, fino al video Esami di stato 2010 che doveva essere l’ultimo, dato che non facevamo molte visualizzazioni. Poi inaspettatamente quel prodotto superò le 79 mila visualizzazioni in una singola notte! Eravamo strabiliati, tanto che Nicola pensava di fosse rotto il contatore di visualizzazioni di Youtube. Questo fatto ci spinse ad andare avanti e adesso arriviamo a 50 milioni di visualizzazioni: impensabile per i NIrkiop di 5 anni fa! Fortunatamente è andato e ne abbiamo fatto un lavoro, grazie soprattutto alla passione che ci spinge ogni giorno da 5 anni. Anche perché ognuno di noi è legato al mondo dello spettacolo in maniera differente: ad esempio io voglio fare l’attrice, Nicola lo sceneggiatore, Gabriele lo scenografo, Mirko monta i video e sia lui che Piero vogliono fare gli attori. Abbiamo tutti una passione differente sempre nell’ambito del cinema, e grazie proprio a queste passioni e alla volontà di crescere siamo riusciti ad arrivare dove siamo adesso, nonostante tutte le difficoltà.

 

-Vi fermano mai per strada? Che sensazione vi da?

10409077_784805684944456_1006201585278052593_n

I NIrkiop

Anna: Inizialmente era molto strano, pensavamo ci fermassero per indicazioni o cose del genere, però alla fine è bello perché ci fa piacere scambiare due parole e farci una foto. Cerchiamo molto il contatto con i fan, soprattutto attraverso i social, perché, anche se è una frase scontata, ognuno di loro è un amico che ci sta aiutando ad andare avanti. Quindi il minimo che possiamo fare è ricambiare tutto l’appoggio che ci danno cercando di rispondere sempre su facebook e twitter.

 

-Vi siete mai chiesti come mai siete riusciti a emergere su Youtube in tal modo?

Anna: Sinceramente non lo so, nessuno di noi si spiega come mai abbiamo acquisito così tanti fan! Credo sia stata la bravura di cogliere l’argomento virale di quel momento e farci un video comico, prendendo gli stereotipi di tutti gli studenti che dovevano affrontare gli esami di stato. Quindi credo che la chiave sia proprio trovare il contenuto giusto, e ovviamente svilupparlo nel migliore dei modi.

 

-I vostri genitori cosa ne pensano del vostro lavoro?

10170825_10206602414088066_7030680898888455671_n

I NIrkiop

Anna: Ci hanno sempre sostenuto, ma inizialmente non erano troppo contenti perché hanno sempre paura che ciò che ti sei costruito vada a scemare e ti ritrovi con niente in mano. Inoltre avendo 25 anni dobbiamo pensare al futuro, e questo settore, soprattutto all’inizio, non da certezze. Però adesso si sono convinti anche loro che tutto ciò sia diventato una realtà, la nostra realtà.

 

-Durante l’inverno avete fatto molti incontri nelle scuole: di cosa parlate ai ragazzi?

Anna: Principalmente i ragazzi sono interessati a quello che facciamo, di come siamo arrivati qui, e vogliono parlarci delle loro ambizioni e dei loro sogni. Credo che proprio questi ultimi debbano essere portati avanti nonostante tutti gli ostacoli. Io in primis sono stata spesso demoralizzata da persone che dicevano che non avrei mai fatto l’attrice, eppure sto coronando il mio sogno, anche se in piccolo. Se hai un sogno portalo avanti nella maniera più tranquilla.

 

-Come vi vengono le idee per i video?

Anna: Solitamente è Nicola che ha le idee geniali, poi le elaboriamo tutti insieme per far si che il lavoro venga al meglio. Bisogna capire in quanto va fatto, chi dobbiamo chiamare, quali location scegliere, e ci facciamo il planning di lavoro. Ci siamo divisi i ruoli all’interno del gruppo, anche perché prima faceva tutto Nicola ed era troppo stressante per lui. Ad ogni modo è lui che scrive

Anna Madaro

Anna Madaro

tutto quello che facciamo, ma non è un despota, contribuiamo tutti. I Nirkiop sono 5 e non c’è una leadership. Inoltre abbiamo anche dei collaboratori esterni che sono di vitale importanza per noi, senza i quali non potremmo fare ciò che facciamo.

 

-Progetti futuri dei Nirkiop?

Anna: Attualmente il nostro obiettivo principale è il cinema. Con il nostro primo film “La matricola” abbiamo toccato con mano cosa significhi girare un film e ci piace! Inoltre recentemente abbiamo fatto dei piccoli ruoli nel film Belli di papà con Francesco Facchinetti e Diego Abatantuomo, il quale uscirà ad ottobre. Essere su un vero set, a contatto con dei professionisti, ci ha fatto comprendere che la strada che vogliamo intraprendere è quella del cinema a tutti gli effetti. Certo, non abbandoneremo presto Youtube, anche perché è il nostro nido, dove abbiamo iniziato, e diciamo che ci siamo affezionati all’ambiente ormai.

 

-Qual è il vostro rapporto con le nascenti webstar? C’è competizione?

Anna: Premesso il fatto che noi li conosciamo tutti, chi più chi meno, anche perché oggi è molto semplice diventare una star del web. La competizione c’è, ma noi fortunatamente facciamo altro.

 

-Qual è la cosa più bella di essere i Nirkiop?

Anna: La cosa che mi affascina di più è entrare nelle case delle persone e farle ridere, creando un palinsesto alternativo che secondo me vale molto, anche perché i ragazzi di oggi non guardano la TV come facevamo noi, ma sono costantemente sul web.

 

Anna, tu vuoi fare l’attrice: è questo il motivo che ti ha spinto ad unirti ai Nirkiop?

Anna: Si, sicuramente la mia passione mi ha spinto ad avvicinarmi ai Nirkiop. Io non lo credevo possibile, ma ho voluto provare e mi sono buttata, e se non ti butti nella vita non vai da nessuna parte!

Anna Madaro

Anna Madaro

 

-Che consiglio daresti a un giovane che vuole seguire le vostre orme sul web?

Anna: Combatti! Combatti con le unghie e con i denti! Vai contro tutti e tutto! I giovani hanno così tante possibilità che se non dovesse andarne una hai tutto il tempo per cambiare progetti. E se va, allora è la soddisfazione più grande che tu possa provare!

 

-Come ti vedi tra 20 anni?

Anna: Mi vedo tranquilla, con una carriera avviata e una famiglia. Vorrei poter continuare a fare ciò che amo, avendo inoltre un marito e figli che mi aspettano a casa.