13 Dicembre 2019

pane avvelenato

Tutto potevamo immaginarci: che la mafia s’arricchisse con il commercio e la produzione di droga e armi è risaputo, ma sicuramente molti  italiani non si sarebbero aspettati che la camorra si occupasse anche della grossa distribuzione del pane a Napoli. Quel che è peggio è che si tratta di pane tossico, cotto con chiodi in forni a legna che ardono legno vecchio e verniciato, gusci di noce, pesticidi e componenti di alcune bare, il tutto condito da un tocco di diossina e sostanze cancerogene.

pane

Sono stati sequestrati oltre 3mila chili di pane e sono stati diciassette i forni sequestrati perché abusivi con conseguenti sanzioni ammontanti a 40mila euro. Questa è la nuova ricetta mafiosa che ha un business di circa 600 milioni di euro l’anno, se mantenesse l’andamento del 2008,  “solo” usufruendo di oltre 1400 panifici non autorizzati, fornitori di certi venditori ambulanti evidentemente non disdegnati, tanto che i venditori onesti sono costretti, pur di riavvicinare la clientela, a distribuire pane gratuitamente o a prezzi stracciati. E la filiera del pane non si ferma alla strada: il pane della camorra è anche nei supermercati all’insaputa dei consumatori. Nei forni illegali lavorano extracomunitari che, accettando di essere sottopagati, non solo commettono reato, ma rischiano di ammalarsi a loro volta.

Dov’è finito il pane genuino napoletano? S’attendono evoluzioni negli arresti.

Show Full Content

About Author View Posts

Sveva Balzini
Sveva Balzini

Come comincio? Effettivamente scrivere una biografia, anche piccola, è impegnativo. Insomma, che si deve dire di preciso di noi stessi? E' un po' come il blocco dello scrittore, solo che a me è venuto già all'inizio di questo scritto. Ah, già, qualcosa c'è. Sono una studente classe '99, con molti interessi: politica, cultura, società, storia... Adoro scrivere, ma questo sicuramente lo avete capito. Se no non sarei qui ad "allietarvi". O no?

Previous Intervista a Lorenzo Allegrucci sull’evoluzione della destra italiana, dall’Università alle sfide globali
Next Rafa XIV, Re di Francia

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Sabato e Domenica: Ritornano “Le nozze di Figaro” di Mozart – Il comunicato

22 Novembre 2019
Close