Trashpoli 10: Che il #Salvivoto abbia inizio e che si concluda (?)

Matteo Provvidenza - 18 Febbraio 2019

TEDxLivornoSalon: “Ascoltare la vergogna” di Brené Brown

Matteo Provvidenza - 18 Febbraio 2019

SERIE B IL PUNTO. 5°giornata del girone di ritorno: pari tra Brescia e Palermo, rimonta Lecce

Matteo Provvidenza - 18 Febbraio 2019
Share

In Serie B finisce con un pari la sfida al vertice Brescia-Palermo, abbiamo visto la grande rimonta del Lecce e tanti altri momenti salienti di un ricco weekend di campionato, quello conclusosi ieri sera.

Lecce-Livorno 3-2 – Incredibile il Lecce. Sotto di due reti al 45′, con una ripresa a trazione anteriore ottiene il pari e in pieno recupero trova il guizzo vincente per il sorpasso definitivo con La Mantia. Finisce 3-2 per i giallorossi, per una gara che regala emozioni e colpi di scena. Partono forte gli ospiti che trovano il doppio vantaggio nel primo tempo con Bogdan (31′) e Diamanti (37), azioni nate da una una doppia disattenzione del centrocampo giallorosso. La ripresa è un susseguirsi di emozioni, con il Lecce che si getta in avanti a capofitto nella speranza di rimettere in corsa il risultato. Prima é la testa di La Mantia (61′), che sfrutta al meglio un cross di Arrigoni, a trovare la rete che accorcia le distanze. Gli ospiti restano in dieci, con il difensore Fazzi che riesce a prendere due cartellini gialli in meno di quattro minuti. E la rimonta è completata al 79′ con Arrigoni che trova l’angolo giusto alla destra di Zima. E a completare l’opera ci pensa ancora una volta bomber La Mantia (92′) con un colpo di esterno destro per il 3-2 finale. Subito dopo da registrare il rosso dietro a Diamanti, reo di un brutta entrata su Arrigoni. Per il Lecce tre punti pesantissimi in chiave rincorsa playoff, il Livorno vede fermarsi ad otto la serie utile consecutiva.

Spezia-Verona 1-2 – Il Verona spezza il digiuno, batte lo Spezia e conquista la prima vittoria del 2019. Al Picco, la squadra allenata da Fabio Grosso passa 2-1 (1-1), rimontando l’iniziale svantaggio. Lo Spezia alla prima occasione passa con un gioiello di Mora: è il 4′ quando il centrocampista intercetta la corta respinta ospite sul cross di Vignali e, in rovesciata, disegna uno splendido pallonetto che beffa Silvestri. Il Verona al 25′ conquista il pari con Zaccagni, che approfitta del buco nel centrocampo di casa per insinuarsi e battere Lamanna con un rasoterra chirurgico scoccato dal limite d’area. Il gol da tre punti lo segna al 16′ Gustafson che, da fuori area, disegna un diagonale che si insacca sul palo lontano della porta difesa da Lamanna.

Cosenza-Cremonese 2-0 – il Cosenza conquista un’importante vittoria nel San Vito-Marulla contro la Cremonese (2-0) e intasca tre punti importantissimi. Succede di tutto nel primo tempo: al 20′ Litteri, all’esordio con la maglia dei lupi silani, sbaglia un calcio di rigore. Partita nervosa, con cinque ammonizioni e al 42′ arriva anche l’espulsione di Terranova con la Cremonese che dovrà giocare tutta la ripresa in inferiorità numerica. Manca solo il gol ai primi 45. Nel secondo tempo, all’11’, sulla punizione dal limite del lato corto dell’area di rigore di sinistra, battuta forte e tesa da Baez e Sciaudone devia di testa per l’1-0. Al 76′ espulso Baez tra i rossoblu, ma al 43′ ci pensa Bruccini a chiudere il discorso, trasformando un rigore. Con questa vittoria i calabri salgono a 27 punti in classifica.

Benevento-Cittadella 1-0 – Vittoria fondamentale del Benevento che, davanti al proprio pubblico, supera un mai domo Cittadella grazie ad un gol di Coda. Avvio di partita distratto da parte dei padroni di casa, con il Cittadella che prova ad approfittarne grazie ad un cross pericoloso di Benedetti non raccolto dai compagni. Dopo una punizione alta di Ricci, il Benevento alza il ritmo e si porta in vantaggio a cinque minuti dal riposo: punizione chirurgica di Buonaiuto e deviazione vincente di Coda che porta avanti i suoi. Nella ripresa Settembrini ma, soprattutto, Diaw di testa provano a scuotere il match, ma Montipò si allunga e salva il Benevento che porta a casa i tre punti

Carpi-Perugia 0-1 – Un gol dell’ex Melchiorri al 92′ regala tre punti d’oro al Perugia e condanna il Carpi all’ennesima sconfitta. Gara intensa quella del Cabassi con la formazione di casa decisamente più intraprendente nella ripresa quando ha costruito diverse palle gol, una in particolare con Kresic che ha colpito la traversa. Nel finale in pieno recupero, quando la gara sembrava avviata sul nulla di fatto, il pallonetto vincente dell’attaccante sull’uscita di Piscitelli. Il Perugia con questi tre punti bussa alla porta dei playoff, il Carpi rimane mestamente in fondo alla classifica.

Palermo-Brescia 1-1 – Nessun cambio al vertice in serie B, perché finisce in parità l’anticipo della 24/a giornata tra le big del campionato cadetto. Al Barbera Palermo e Brescia chiudono 1-1 il big match, con i rosanero che, grazie alla rete di Nestorovski a segno di testa al 34′ della ripresa avevano assaporato il gusto del sorpasso: ma la capolista in pieno recupero agguanta il pari grazie a Tremolada (47′). Il Brescia di Corini allunga così la serie utile a 11 turni e resta a +1 sul Palermo che manca l’occasione di portarsi in testa.

Padova-Foggia 1-1 – Pareggio in extremis per il Padova, che passa in svantaggio all’ultimo minuto del primo tempo e raddrizza la sfida-salvezza con il Foggia al penultimo minuto del secondo. All’inizio gli ospiti premono di più, ma la prima occasione è del Padova: Ingrosso serve involontariamente Bonazzoli, che calcia dal limite dell’area piccola e chiama Leali all’intervento in uscita bassa (28′). Al 45′ il Foggia passa in vantaggio: lancio di Busellato, cross da sinistra di Mazzeo e spettacolare sforbiciata di Chiaretti dal limite dell’area, che non lascia scampo a Minelli. Nella ripresa il Padova rientra in campo più determinato e sfiora subito il pareggio: cross di Longhi da sinistra, conclusione ravvicinata di Capello, deviazione in corner di Leali (5′). Il Padova prova a insistere ma il Foggia si difende con ordine e rischia pochissimo. Nei minuti finali invece succede di tutto. Al 43′ Chiaretti, servito in area da Iemmello, si fa respingere da Minelli la conclusione del possibile raddoppio; al 44′ un cross di Trevisan manda in tilt la retroguardia ospite e premia l’incursione di Capello, che segna l’1-1 a porta vuota. E al 47′ il Padova sfiora il vantaggio, con un tiro dalla distanza di Pulzetti che sfiora la traversa.

Ascoli-Salernitana 2-4 – Pioggia di gol al Del Duca di Ascoli dove la squadra di casa è stata battuta per 4-2 dalla Salernitana. Sugli scudi Jallow autore di una doppietta. Era stata la squadra di Vivarini a passare in vantaggio dopo solo tre minuti grazie ad un gol di Ninkovic. Ma la reazione dei campani non si è fatta attendere. Alla prima da titolare Calaiò ha pareggiato al 13′ nell’immobile difesa ascolana, che si è fatta sorprendere ancora al 18′, quando Casasola ha insaccato il 2-1 dopo la traversa colpita da Migliorini. Prima della fine del primo tempo, al 40′, terza rete della Salernitana con Jallow pronto a ribadire in gol una respinta del portiere bianconero. Doppio cambio di Vivarini in avvio di ripresa con gli ingressi di Addae e Beretta che al 3′ accorcia le distanze. Partita riaperta e Ascoli sfortunato al 25′ quando Ninkovic ha colpito un palo. L’Ascoli ci prova ma la Salernitana non corre più pericoli e anzi al 51′ segna il gol del definitivo 4-2 con Jallow. Da segnalare le espulsioni dell’attaccante dell’Ascoli Ganz e dell’allenatore della Salernitana Gregucci.

Crotone-Pescara 0-2 – Colpaccio del Pescara nello stadio Ezio Scida contro il Crotone. La squadra allenata da Bepi Pillon si è imposta 2-0 nel posticipo della 24/a giornata del campionato di calcio di Serie B, risolvendo il match in soli 16′. Gli abruzzesi sono passati in vantaggio al 9′ con Monachello e hanno raddoppiato al 16′ con Campagnaro, servito da Brugman. I biancoazzurri pescaresi adesso sono quinti in classifica, con 38 punti, tanti quanti ne ha il Lecce, che però ha giocato una partita in meno. Il Benevento è terzo un punto più su.

Il riposo in questo turno è toccato al Venezia, che sfiderà il Livorno all’Ardenza nella prossima gara (fonti: ANSA.IT)

CLASSIFICA:  Brescia 43, Palermo 42, Benevento 39, Pescara 38, Lecce 38, Verona 36, Spezia 34, Perugia 32, Salernitana 31, Cittadella 30, Cremonese 27, Cosenza 27, Venezia 26, Ascoli 25, Foggia (-6) 21, Livorno 20, Crotone 19, Carpi 18, Padova 18.

CLASSIFICA MARCATORI: Donnarumma (Brescia): 21 reti
Mancuso (Pescara): 13 reti
Coda (Benevento): 11 reti
Torregrossa (Brescia): 9 reti
La Mantia (Lecce), Palombi (Lecce), Pazzini (Verona): 8 reti

PROSSIMO TURNO: 6°GIORNATA DI RITORNO.
Venerdì 22 febbraio alle ore 21:00 si apre il turno con Verona-Salernitana. Sabato 23 i seguenti match: alle ore 15 Brescia-Crotone, Carpi-Spezia, Cittadella-Lecce, Cremonese-Ascoli, Perugia-Cosenza, Pescara-Padova e alle ore 18:00 Foggia-Benevento. Domenica alle ore 21:00 chiuderà il turno Livorno-Venezia. Riposa il Palermo.

M.P.