SERIE B IL PUNTO. Playout: vince la Salernitana 2-1 la sfida d’andata con il Venezia

Matteo Provvidenza - 10 Giugno 2019

Intervista al sindaco Luca Salvetti

Matteo Provvidenza - 10 Giugno 2019

SERIE B IL PUNTO. Si salva la Salernitana, Pisa in Serie B

Matteo Provvidenza - 10 Giugno 2019
Share

Venezia-Salernitana 1-0 41′ Modolo (V) (2-4 dopo i calci di rigore)

La Salernitana è salva e resta in Serie B, mentre il Venezia retrocede in Serie C. E’ questo il verdetto uscito dal playout della serie cadetta dopo la gara di ritorno, disputata al ‘Penzo’ e terminata 1-0 per i lagunari dopo il 2-1 dei campani all’Arechi nel match di andata. Determinanti i calci di rigore, con gli errori dal dischetto di Bentivoglio e Coppolaro.

Cosmi conferma il 4-4-2 e la coppia d’attacco composta da Bocalon e Rossi. Menichini, invece, è costretto a fare a meno di Jallow in fase di riscaldamento e opta per André Anderson al suo posto. Djuric e Casasola completano il tridente offensivo. Tempo di iniziare e il Venezia costruisce subito la prima occasione, con Bocalon che ritarda leggermente nella conclusione e si fa chiudere lo specchio da Micai. La gara è molto equilibrata e va a fiammate, ma nessuno dei due portieri è chiamato a effettuare particolari interventi. La Salernitana prova a impensierire i veneti con i calci piazzati, ma l’unico timido tentativo di Djuric non è efficace. La squadra di casa cresce nel finale di primo tempo e al 41’ trova il vantaggio con lo splendido gol di Modolo: il difensore elude la prima scivolata con una finta e, una volta rientrato sul destro, lascia partire un tiro imprendibile sotto l’incrocio. Il match della Salernitana si complica ulteriormente nel recupero, quando una gomitata di Minala ai danni dell’autore del gol – rivista al VAR dall’arbitro – vale il cartellino rosso per il camerunense. Nella ripresa, nonostante l’inferiorità numerica, sono gli ospiti a rendersi più pericolosi. André Anderson ci prova due volte, poi lascia il campo a Orlando che spreca un’altra chance, colpendo debolmente di testa. Anche Di Tacchio produce un suo tentativo, ma l’epilogo è lo stesso, con il pallone che finisce di un soffio a lato. Dall’altra parte, invece, Lombardi è uno dei più attivi ma è Pinato ad andare a un passo dal raddoppio: l’esterno impatta male e spara alto da pochi passi. Il risultato non cambia e la sfida si protrae ai supplementari, ma né la conclusione di Bruscagin né quella di Zigoni terminano in rete. Il match arriva fino ai calci di rigore, dove Bentivoglio e Coppolaro sbagliano i rispettivi tiri dagli 11 metri. Il Venezia va in C, la Salernitana si salva. (fonti: Sky Sport)

 

Torna Il Pisa in Serie B

Triestina-Pisa 1-3 dts 28′ Masucci (P), 58′ Granoche (T), 92′ Marconi (P), 116′ Gucher (P)

Il Pisa torna in Serie B e festeggia a Trieste, lontano da casa, grazie al 3-1 rifilato alla Triestina. Dopo due anni d’assenza i toscani tornano in B dopo aver vinto la finale playoff. Gaetano Masucci apre i giochi alla mezz’ora, settima rete stagionale per lui, poi Granoche pareggia i conti per la Triestina e si va ai supplementari, dopo l’espulsione di Lambrughi.

Qualche minuto di attesa, poi è solo Pisa: Michele Marconi segna l’1-2, Gucher fa esplodere i circa 1000 tifosi pisani al Nereo Rocco e chiude i giochi. Proprio lui poi, già protagonista di una storica doppia promozione con il Frosinone dal 2013 al 2015. L’ultima volta del Pisa in Serie B? Stagione 2016/17, 22esimo posto con Gattuso in panchina, una stagione storta. Ora il Pisa di Luca D’Angelo può festeggiare il ritorno in B, decisivo il 3-1 alla Triestina.