A TUTTA B. Giornata 28: il Cagliari cade a Cesena, si avvicina il Crotone.

Paolo Gambacciani - 27 Febbraio 2016

CINEMA IN GOLDONETTA: Lunedì la commedia rock, è tempo di “Still Crazy” di Brian Gibson

Paolo Gambacciani - 27 Febbraio 2016

AVELLINO-LIVORNO 2-1: MERITAVAMO NOI DI VINCERE? Pagelle, postpartita e Cronaca del match.

Paolo Gambacciani - 27 Febbraio 2016
Share

Oggi abbiamo fatto una gran bella partita, creato tantissimo e imposto il nostro gioco, purtroppo però alla fine i tre punti sono andati a loro. [..]  Eravamo noi a meritare la vittoria e lo dico con obiettività, così come ammetto quando giochiamo male. Ora dobbiamo trasformare tutta la rabbia e la delusione per questo risultato negativo in grinta positiva per la sfida di Martedì sera in casa col Crotone.

 

Con queste parole il Mister Panucci ha commentato la prestazione d’oggi pomeriggio. Secondo il tecnico, il Livorno ha giocato bene e nel complesso se i tre punti od il pareggio non sono arrivati è colpa della sfortuna. Analizzando la partita, vediamo se il tecnico amaranto ha veramente ragione.

UNA PARTITA CHE POTEVA ESSERE VINTA: Diciamolo subito, le due squadre erano più o meno sullo stesso livello di gioco, forse il risultato più giusto sarebbe stato l’1-1, ma alla fine ha vinto l’Avellino che è stata la squadra più brava a concretizzare le varie occasioni. A far la differenza sono stati anche i due portieri, perché di fronte ad un sottotono Pinsoglio, l’Avellino ha trovato fra i due pali un immenso Frattali che ha più volte salvato il risultato. Panucci già prima della partito aveva sottolineato come l’Avellino, seppur venisse da una lunga serie di sconfitte, possedesse dei giocatori incredibili e che sarebbe stato necessario stare per tutti i 90 minuti concentrati, peccato che così non è stato.

20160227_180451_419727_15069148PRIMO TEMPO; IN UN MISTO  D’APATIA E DI TENTATIVI AMARANTO, L’EX TAVANO FORSE  TROVA IL COLPO DA FUORICLASSE. Primo tempo molto strano, si registrano poche azioni da gol e fino al gol di “Ciccio” Tavano l’unica squadra che prova a segnare è il Livorno. Similmente, alla partita del centenario dello scorso anno, per quasi tutto il primo tempo la partita si è giocata al centrocampo. Le uniche azioni che si sono registrate sono: all’inizio, con l’offensiva dell’Avellino al 1’,al 4’ed all’8’ minuto con D’Angelo, Bastien e Tavano e successivamente con  la reazione del Livorno con il tridente Schiavone-Baez-Vajushi che hanno più volte sfiorato il vantaggio. (al 23esimo punizione di Schiavone ed al 28esimo dove un tiro di Vajushi diventa un passaggio per Vantaggiato che da pochi metri sbaglia il tiro e colpisce un difensore dell’Avellino.) Al 43esimo Tavano si impossessa di un cross in area di rigore, colpisce la palla fra il ginocchio e lo stinco ed, o per merito o per fortuna, riesce a superare un disattento Pinsoglio con un pallonetto.

SECONDO TEMPO; UN GOL PER SQUADRA, LIVORNO CONFUSO SUBISCE UN’ALTRA SCONFITTA. Al 52’ è subito il 20160227_180513_419727_15069574Livorno a segnare: Cazzola esegue un ottimo tiro dalla distanza che viene parato da Frattali, sul rimpallo, Baez mette in mezzo e Vergara esegue freddamente.  L’illusione del pareggio dura solo 7 minuti, perché al 59esimo è Mokulu dentro l’area di rigore che, in una situazione generale di confusione, si trova la palla tra i piedi e col destro buca Pinsoglio. Il Livorno di Panucci decide di non effettuare cambi fino all’80esimo, mentre, precedentemente, il nervoso Vantaggiato si fa ammonire dall’arbitro Rapuano per proteste (nel primo tempo era accaduta una cosa analoga con Baez). Non si registrano occasione da gol fino all’86 dove Moscati crossa con la destra per Vantaggiato che di testa sfiora il palo. Nonostante i  5 minuti di recupero la partita finisce 2-1.

PAGELLE:
Pinsoglio 5 Mammamia, il portiere amaranto poteva fare molto di più nei due gol subiti. Durante il gol di Tavano è stato ad osservare il pallonetto che entrava in maniera docile in rete, mentre nel secondo gol subisce un gol sul primo palo.
Antonini 6 Non è uno dei peggiori in campo, nel primo tempo spinge in avanti ed è propositivo, nel secondo tempo realizza diversi cross che poi si rivelano inutili.
Ceccherini  5.5 Nelle occasioni dei due gol è disattento, ma, sicuramente, la sconfitta non è solo colpa sua. Nel primo tempo gioca anche meglio del solito, intercetta varie palle.
Vergara  6 Realizza l’unico gol del Livorno, nel primo tempo sfiora il gol dell’iniziale vantaggio.
Gasbarro 4.5 Sbaglia tutto ed in fase difensiva corre poco e si muove in maniera molto lenta. Il giocatore, rispetto ad Antonini, spinge di meno e si fa fregare ogni tanto la palla  – Comi SV
Cazzola 6.5 Il primo gol è in pratica un suo merito; un suo tiro forte costringe il portiere dell’Avellino alla deviazione e consente  a Vergara di segnare.– Luci SV
Schiavone  5.5 Nel centrocampo non è uno dei peggiori, ma gli manca una chiara visione di gioco. Parte bene nel primo tempo, ma poi si spegne. .
Biagianti 4.5 è inguardabile, è lentissimo ed è impreciso nel fraseggio. E’ il peggiore in campo.-Moscati 6 Entra nel 20160227_180505_419727_15069496secondo tempo e realizza dei buoni cross che regalano delle effimere illusioni ai tifosi amaranto.
Vantaggiato  5.5 è sempre un po’ appesantito nei movimenti, nel secondo tempo è molto nervoso; sente la pressione del popolo amaranto, ma non riesce più ad esaudire i sogni della Curva Nord. Ormai è da troppo tempo a digiuno.
Baez  5.5 bene all’inizio, poi va in confusione e tutte le volte che si trova di fronte alla porta avversaria non riesce mai ad esprimersi al 100%.
Vajushi 5 Si vede in poco in campo e corre a vuoto, sbaglia molto in fase di costruzione.

[Foto da www.legab.it]