A TUTTA B. 25°giornata: l’Empoli aggancia in vetta della Serie B il Frosinone caduto a Bari

Paolo Gambacciani - 13 febbraio 2018

Von: movimento, luce e suono di Daniele Albanese

Paolo Gambacciani - 13 febbraio 2018

Goldoni – Giovedì torna la rassegna di “Classica Con Gusto” con Giulio De Padova

Paolo Gambacciani - 13 febbraio 2018
Share

Per la Stagione di Musica da Camera “Classica con gusto”

Giovedì 15 febbraio, ore 21 alla Goldonetta

GIULIO DE PADOVA, pianoforte

“Le tentazioni della Classicità”

Al termine buffet offerto dagli organizzatori

Livorno. Le sue esecuzioni sono dotate di un suono di rara bellezza ed una forte personalità interpretativa, doti che fanno del ventiduenne Giulio De Padova uno dei pianisti più interessanti della sua generazione. Lo ascolteremo giovedì 15 febbraio, alle ore 21 alla Goldonetta nel nuovo appuntamento di “Classica con gusto”, la rassegna di Musica da Camera della Fondazione Goldoni che si avvale del progetto artistico del M° Carlo Palese e della collaborazione di Menicagli Pianoforti.

Photo: Golden Classical Music Awards Ceremony; Winners Recital; Winners’ Concert and Awards Ceremony
photographed: Monday, March 13, 2017; 7:30 PM at Weill Recital Hall at Carnegie Hall; Photograph: © 2017 Richard Termine.
PHOTO CREDIT – Richard Termine

Quello di De Padova è un gradito ritorno a Livorno, dopo la vittoria all’unanimità nella prima edizione di “Livorno Piano Competition” al Goldoni nel 2016: il pubblico della serata conclusiva di Gala ebbe modo di ascoltarlo in una breve ed intensissima esibizione raveliana ed in molti manifestarono il desiderio di poterlo avere protagonista nella successiva stagione. Sarà così ospite di “Classica con Gusto” per offrire al pubblico un bellissimo programma che, muovendo dalla Classicità viennese di Haydn approderà alle rivisitazioni bachiane (ascolteremo la celebre Ciaccona nella elaborazione di Busoni) e ad altre “tentazioni” che l’eredità classica ha stimolato.

De Padova ha al suo attivo la vittoria del Primo premio in un enorme numero di Concorsi internazionali ed è in rapida affermazione nel panorama musicale.  Dopo il concerto livornese lo attenderà una tournée con il concerto “Imperatore” di Beethoven che inizierà in Italia per concludersi in Romania ed  in Ungheria sotto la direzione del celebre pianista e direttore Tamás Vásáry.

 

Giulio De Padova, vanta un repertorio considerevole compresi i 12 studi trascendentali di Liszt eseguiti in diverse città italiane. Ha ottenuto il Primo Premio Assoluto nei seguenti Concorsi Nazionali e Internazionali: Città di Albenga, Giulio Rospigliosi, Giuseppe Martucci, Domenico Scarlatti, Pietro Argento, Gaetano Zinetti – Categoria Solisti, Livorno Piano Competition, Golden Award of Music di New York e “Special Price” per la migliore interpretazione di Rachmaninoff, al Primo Concorso Internazionale “City of Vigo” in Spagna al Delia Steinberg di Madrid (unico Italiano a vincerlo in 36 edizioni) e in ultimo al Premio Pianistico “Silvio Bengalli” della Val Tidone; secondo premio al Concorso Internazionale per Pianoforte e Orchestra di Cantù aggiudicandosi anche il premio speciale come miglior interprete del Concerto di Ludwig Van Beethoven.


Come di consueto, la serata sarà aperta dalla presentazione dell’artista al pubblico da parte del M° Palese e si concluderà con il buffet finale offerto dagli organizzatori.

Biglietti ancora disponibili (posto unico numerato € 10) presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586 204290) il martedì e giovedì ore 10–13, mercoledì, venerdì e sabato ore 17 – 20

Tutte le informazioni sul concerto su www.goldoniteatro.it