SERIE B: IL PUNTO. 17°giornata: Palermo ancora capolista, Lecce secondo, ok Benevento

Matteo Provvidenza - 28 Dicembre 2018

Una Tempesta di emozioni. L’Aterballetto in scena al Teatro Verdi

Matteo Provvidenza - 28 Dicembre 2018

SERIE B: IL PUNTO. 18°GIORNATA: PALERMO CAPOLISTA, OK VERONA, SPEZIA, PERUGIA E LIVORNO

Matteo Provvidenza - 28 Dicembre 2018
Share

In Serie b a soli 90 minuti dall’ultima gara dell’anno 2018, nonchè lo stop al campionato in concomitanza con la Serie A fino al weekend del 19 gennaio, continua la fase di buon equilibrio. Il Palermo torna alla vittoria e mantiene la vetta, Brescia al secondo posto e in fondo alla classifica si smuovono le acque per squadre come il Livorno, relegata ai bassifondi fino a sole due giornate fa.

Cosenza-Salernitana 0-0 – Si é concluso con un pareggio a reti inviolate l’ultimo impegno del 2018 per il Cosenza con la Salernitana allo stadio “Marulla”. Braglia ha puntato su Maniero e Tutino, mentre a centrocampo ha schierato Mungo. Gregucci, invece, si é affidato alla vena realizzativa di Djuric, lasciando Rosina in panchina. Entrambe le squadre esibite davanti a 13 mila spettatori che sugli spalti hanno dovuto fare i conti con un freddo pungente.

Crotone-Spezia 0-3 – Il Crotone non esce dal tunnel della crisi, anzi sprofonda. L’undici di Oddo é stato sconfitto per 3-0 dallo Spezia e la gara si é presentata subito difficile per i calabresi, di fronte ad una tifoseria predisposta negativamente nei confronti della squadra per un rendimento nel campionato cadetto insoddisfacente, dopo la retrocessione dalla serie A. Oddo ha provato la carta delle due punte schierando Budimir e Simy, ma la mossa non ha sortito gli effetti sperati. I liguri sono passati in vantaggio al 12′ pt, al primo affondo: De Francesco é stato abile ad accentrarsi e a battere Cordaz. La reazione del Crotone dopo lo svantaggio si é rivelata del tutto inefficace. Il gioco dei calabresi è apparso confuso e lo Spezia ha controllato la partita senza affanni. Nella ripresa il Crotone ci ha messo buona volontà, ma non ha mai creato pericoli agli avversari, che hanno continuato ad attaccare. Cordaz ha salvato la propria porta su un tiro a botta sicura di De Francesco, poi é stato determinante respingendo un tiro di Pierini. Al 25′ st lo Spezia ha raddoppiato ancora con Pierini. Al 44′ il sigillo finale dello Spezia ancora con Pierini a conclusione di un’azione di contropiede. A fine partita i tifosi del Crotone hanno contestato a lungo la squadra.

Verona-Cittadella 4-0 – Poker del Verona che interrompe la lunga striscia positiva, undici gare senza sconfitte, del Cittadella. Una gara decisa dal fiuto del gol di un grande attaccante come Giampaolo Pazzini decisivo nel finalizzare le poche occasioni da rete avute dai gialloblù nella prima frazione, e autore di una tripletta. Primo tempo in cui e’ il Cittadella a creare palle gol, ma e’ il Verona a trovare la rete con due guizzi di opportunismo firmati Pazzini. Nella ripresa tanto possesso palla del Cittadella, bravo Grosso a passare alla difesa a cinque e chiudere gli spazi davanti ad un Silvestri comunque insuperabile. Nel finale Pazzini firma il tris personale su rigore, poi esce tra gli applausi del Bentegodi per lasciare il posto al giovane Tupta che firma il poker degli scaligeri.

Palermo-Ascoli 3-0 – Torna alla vittoria il Palermo e lo fa superando 3-0 l’Ascoli al ‘Barbera’. I rosanero non vincevano in casa dall’11 novembre. A firmare i tre punti l’autogol del portiere marchigiano Perucchini e le reti di Chochev e Szyminski. Al 26′ il Palermo passa in vantaggio nel modo più inaspettato possibile: Moreo va in pressing sul portiere Perucchini che tenta il dribbling, manda a vuoto l’attaccante rosanero, ma poi incespica sul pallone e lo calcia nella sua porta. Il vantaggio per il Palermo, però, è meritato. Nella ripresa l’Ascoli colpisce due traverse, prima con Cavion su un tiro cross dalla sinistra smanacciato da Brignoli, poi con Ninkovic direttamente su calcio di punizione. È il Palermo, però a passare ancora con Chochev, lesto a ribadire in porta una respinta di Perucchini su un gran tiro dal limite dell’area di Trajkovski. Al 41′ chiude la partita Szyminski dopo una sponda di Rajkovic sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Trajkovski.

Perugia-Foggia 3-0 – Il Perugia ritrova la gioia della vittoria nell’ultimo impegno interno del 2018. I biancorossi di Nesta, nel 18/o turno di B, hanno battuto 3-0 il Foggia, che resta nelle parti basse della classifica ad un turno dalla fine del girone di andata. Nel gelo del Curi parte meglio la squadra di casa, vicina al gol al 7′ con un tiro dal limite di Verre e un colpo di testa di Han. E’ però dell’ivoriano Kouan il primo sigillo, al 13′ grazie ad un contropiede di Kingsley. Il Foggia di Padalino reagisce con Galano, ma al 27′ c’è la doppietta di Kouan. Allo scadere sussulto pugliese di Gori. Nella ripresa arrivano i cambi ma gli equilibri restano gli stessi. I biancorossi sono sempre più vicini al gol, il Foggia cresce quando entra Mazzeo, ma il suo sinistro al 33′ è alto. Nel finale, in pieno recupero, Vido firma l’ultima gioia biancorossa confezionata davanti a 8.015 spettatori, fra i quali il presidente dell’Associazione Italiana Arbitri Marcello Nicchi.

Padova-Benevento 0-1 – Il Benevento vince 1-0 all’Euganeo e inguaia il Padova, che rimane da solo all’ultimo posto. Partita condizionata dalla nebbia, ma primo tempo comunque vivace. Le occasioni migliori sono per gli ospiti: al 14′ Capelli salva sulla linea dopo una mischia in area. Al 37′ Improta raccoglie una respinta di Merelli ma calcia fuori da posizione favorevole. Al 39′ il Padova perde Serena per infortunio, ed entra Pinzi. Ripresa senza sussulti per 20′, poi il Benevento torna a spingere con più convinzione. Al 27′ la traversa respinge un cross di Tello deviato. Al 34′ Improta riceve palla al limite dell’area e batte Merelli con un tiro a mezz’altezza: 0-1. Il Benevento sfiora il raddoppio al 37′ con Improta, poi il Padova reagisce e chiude il recupero in avanti: prima Capello calcia a lato, poi Montipo’ blocca un tiro di Marcandella da fuori area. Il risultato non cambia e la panchina di Foscarini traballa.

Pescara-Venezia 1-0 – Nella gara delle 19 della penultima giornata di andata del campionato di serie B il Pescara ha superato 1-0 il Venezia grazie ad un gran gol realizzato da Brugman alla mezz’ora della ripresa. Vittoria tutto sommato meritata per gli abruzzesi che con i tre punti conquistati questa sera salgono a 29 punti in classifica, raggiungendo il terzo posto. Resta fermo a quota 20 il Venezia di Zenga.

Brescia-Cremonese 3-2 – Settima vittoria casalinga per il Brescia che batte 3-2 la Cremonese in un anticipo della 18/a giornata di serie B, agguantando il Palermo al primo posto almeno per 24 ore. Il Brescia va avanti 2-0, poi si fa riprendere ma ritrova il vantaggio con Ndoj al 90′. Nell’altra sfida odierna, Prima vittoria stagionale in trasferta del Livorno, 4-1 nello scontro salvezza a Carpi. I toscani di Breda confermano l’ottimo momento, con otto punti conquistati nelle ultime quattro gare. Si ferma invece il Carpi dopo due successi di fila.

Brescia-Cremonese 3-2 – Settima vittoria casalinga per il Brescia che batte 3-2 la Cremonese agguantando il Palermo al primo posto almeno per 24 ore. Il Brescia si porta in vantaggio al 22′ con Spalek su sponda aerea di Torregrossa. Il raddoppio al 42′ per Bisoli che insacca in tap in su una respinta di Ravaglia. La Cremonese e la riapre all’8′ con un siluro di piccolo da fuori e poi trova il 2-2 al 33′ sempre con Piccolo su rigore tra le proteste della squadra di casa. Al 90′ il Brescia ritrova il vantaggio con Ndoj servito da Bisoli

Carpi-Livorno 1-4  – Prima vittoria stagionale in trasferta del Livorno, 4-1 nello scontro salvezza a Carpi in un anticipo della 17/a giornata di serie B. I toscani di Breda confermano l’ottimo momento, con otto punti conquistati nelle ultime quattro gare. Si ferma invece il Carpi dopo due successi di fila. Gara dominata dagli ospiti che oltre a quattro gol hanno creato tantissimo colpendo anche tre legni. Vantaggio dei toscani al 10′ con Pedrelli. Si sveglia il Carpi che pareggia al 24′ con Di Noia. Nella ripresa si scatena il Livorno che torna in vantaggio al 9′ con Murilo. Nel finale la doppietta di Giannetti al 38′ e al quarto minuto di recupero. Il Livorno sale a 14 punti e si avvicina al Carpi fermo a 16.

CLASSIFICA:

CLASSIFICA MARCATORI:

Donnarumma (Brescia): 14 reti

Mancuso (Pescara): 9 reti

Coda (Benevento): 8 reti

Pazzini (Hellas Verona) e Vido (Perugia): 7 reti

La Mantia (Lecce), Nestorovski (Palermo), Palombi (Lecce) e Verre (Perugia): 6 reti

CALENDARIO ULTIMA GIORNATA DEL GIRONE DI ANDATA

L’ultima gara del 2018, che sancirà il termime del girone di andata, si giocherà interamente domenica 30 dicembre.

Ore 12:30 Foggia-Hellas Verona, ore 15:00 Ascoli-Crotone, Cittadella-Palermo, Cremonese-Perugia, Salernitana-Pescara e Venezia-Carpi, alle ore 16:00 la sfida Benevento-Brescia, ore 18:00 Livorno-Padova, concluderà la giornata alle ore 21:00 Spezia-Lecce. Riposa il Cosenza.

Guerin Sportivo: LINK