Perché fare impresa a Livorno è possibile

Matteo Provvidenza - 5 Febbraio 2019

#Zepeto…la gaming app del momento

Matteo Provvidenza - 5 Febbraio 2019

SERIE B: IL PUNTO. 3°giornata del girone di ritorno: Brescia nuova capolista, paura per Scavone, Palermo: è crisi nera

Matteo Provvidenza - 5 Febbraio 2019
Share

La terza giornata di ritorno di Serie B ha visto, dopo alcune giornate, uno spostamento degli equilibri con annessa nuova capolista.

Pescara-Brescia 1-5. Nel posticipo domenicale di serie B il Brescia passa all’Adriatico per 5-1, lanciando un messaggio al torneo chiaro e forte. Oggi per la promozione diretta è la squadra del presidente Cellino la favorita numero uno. Questa la successione delle reti con il vantaggio ospite di Donnarumma al 21′ del primo tempo su rigore, il raddoppio ospite al 32′ di Romagnoli, il tris ospite di Bisoli al 38′ e il poker di Torregrossa al 9′ del secondo tempo ancora su rigore. Per gli abruzzesi è stato di Monachello al 13′ sempre della ripresa a segnare il gol della bandiera, prima del 5-1 ancora di Torregrossa al 93′. Con la vittoria ottenutaall’Adriatico il Brescia di Corini si è portato in testa alla classifica con 39 punti, superando il Palermo.

Palermo-Foggia 0-0 –– E’ terminato a reti bianche il match tra Palermo e Foggia che chiude la 22° giornata di campionato. Una partita giocata su ritmi più o meno alti, con le due squadre che si sono date battaglia fino all’ultimo senza, però, centrare i tre punti. Il Palermo avrebbe sicuramente meritato qualcosa di più ma la poca lucidità degli attaccanti a le provvidenziali parate di Leali hanno impedito ai rosanero di portare a casa il risultato, perdendo di fatto la vetta della classifica. Un buon punto, invece, per il Foggia che ha disputato una partita ordinata, riuscendo a contenere le fiammate della squadra di Stellone. Foggia che sale a 19 punti in classifica mentre il Palermo fallisce il controsorpasso sul Brescia, nuova capolista del campionato.

Benevento-Venezia 3-0  – Il Benevento batte 3 a 0 il Venezia e aggancia il quinto posto. Primo tempo senza grandi emozioni al Vigorito dove è il Venezia a gestire maggiormente palla, con i padroni di casa che scelgono di aspettare l’avversario per poi affondare. Nei primi 45′ da segnalare solo una punizione pericolosa di Insigne e soprattutto il palo di Volta centrato in pieno recupero sugli sviluppi di un angolo. Il match si sblocca nella ripresa grazie al sinistro di Insigne che fulmina Vicario sul palo lontano: buono spunto di Letizia sulla destra per l’attaccante napoletano che prima dialoga con Coda e poi porta avanti i suoi al 20′. A dieci dal termine la gara si mette ancor più in salita per il Venezia che perde Domizzi per doppia ammonizione dopo un parapiglia nell’area del Benevento. All’88’ il Benevento raddoppia direttamente dal dischetto: scivolata in ritardo di Coppolaro e rete di Coda che porta i suoi sul due a zero. Il Venezia, tramortito, crolla definitivamente nel recupero: cross di Bandinelli e testa di Insigne che firma la personale doppietta e chiude i conti sul 3-0

Crotone-Livorno 1-1 – Finisce con un giusto pari tra Crotone e Livorno. Tutte le reti nel primo tempo. Il tecnico crotonese Stroppa propone una formazione diversa da quella vittoriosa a Foggia, inserendo dal primo minuto solo la novità Pettinari, schierato in attacco accanto a Simy e tenendo fuori tutti gli altri nuovi arrivati. Breda, invece, punta sulla velocità di Murillo e Giannetti. Il Livorno passa alla prima occasione su un calcio d’angolo deviato in modo maldestro, nella propria porta, da Spolli. Il Crotone reagisce e si butta subito in attacco ma riesce con difficoltà a presentarsi dalle parti di Mazzoni. La rete del pari arriva al 31′ grazie ad una sponda di Pettinari che rimpalla tra due avversari e finisce tra i piedi di Simy libero di segnare. Nella ripresa la partita si spegne le squadre stentano a trovare la via della porta e si contano soltanto due occasioni, una per parte: al 25′ Giannetti chiama alla parata in tuffo Cordaz, mentre nel recupero è la volta di Machach, per il Crotone, che impegna Mazzoni in una parata col piede.

Spezia-Cremonese 2-0 – Con un gol per tempo lo Spezia liquida la Cremonese e irrompe in zona play off. Al Picco finisce 2-0 (1-0), grazie a una doppietta dello scatenato Bartolomei. Partono meglio i liguri di Marino, che dettano il ritmo sin dalle prime battute e passano in vantaggio al 21′ con il centrocampista ex Cittadella, che sfrutta la sponda di Galabinov e lascia partire un destro da fuori area che si insacca in rete con la complicità di Ravaglia, apparso incerto nell’occasione. I lombardi di Rastelli provano a reagire e al 34′ Lamanna è decisivo sul tocco ravvicinato di Strizzolo. Nella ripresa lo Spezia alla prima occasione, al minuto 8, raddoppia ancora con Bartolomei. Il gol di fatto congela il match, con i liguri a controllare agevolmente la partita e la Cremonese che si rende pericolosa solo attorno alla mezz’ora, prima con la punizione di Carretta smanacciata in angolo da Lamanna, poi con Strizzolo che sul corner seguente in mischia non trova la porta. Col risultando odierno lo Spezia, all’ottavo risultato utile consecutivo, sale al sesto posto in classifica con 31 punti, mentre la Cremonese vede interrompersi a tre la striscia positiva e rimane ferma a 26 punti.

Cosenza-Cittadella 2-0 – Torna alla vittoria il Cosenza dopo tre pareggi interni di fila. A farne le spese è il Cittadella, squadra esperta della serie B che oggi allo stadio “Marulla” ha trovato una formazione, quella di Braglia, determinata a vincere la partita. Primo tempo a senso unico, con Bruccini, Tutino ed Embalo poco lucidi sotto porta. Nella ripresa show del Cosenza che va in vantaggio al 48′ grazie a Daniele Sciaudone, che al limite dell’area scambia con Tutino che gli fornisce di nuovo la palla e il neo centrocampista cosentino con lo scavetto realizza la rete dell’1-0. Al 65′ contropiede fulminante dei padroni di casa, con Baez che sfugge ad un tentativo di fermarlo da parte di un difensore del Cittadella, smarca Paleari che serve Tutino, che con estrema freddezza va in goal.

Carpi-Hellas Verona 1-1 – Continua il digiuno da vittorie per Carpi ed Hellas Verona che chiudono sull’1-1. In vantaggio la squadra di casa con Di Noia al 43′ dopo una corta respinta del portiere veneto. Ad inizio ripresa Grosso inserisce Matos per Zaccagni ed è proprio il neo entrato a firmare il gol del pareggio sfruttando un pasticcio difensivo dei carpigiani. Appena tre punti nelle ultime quattro gara per il Verona che non riesce ad accelerare. Primo punto nel nuovo anno del Carpi che rimane nelle zone pericolose della classifica.

Padova-Salernitana 0-0  – Pareggio a reti inviolate tra Padova e Salernitana, maturato dopo una partita avara di emozioni. Nel primo tempo il Padova si rende pericoloso all’8′, quando Longhi scende sulla sinistra e serve Bonazzoli che però calcia alto da buona posizione. Al 34′ la Salernitana prova a rispondere con Jallow, ma il suo tiro a giro su assist di Pucino si spegne sul fondo. Per il resto, grande battaglia a centrocampo e pochissime iniziative degne di nota. Nella ripresa è di nuovo il Padova a creare la prima occasione: al 6′ Bonazzoli riceve da Lollo e calcia, ma Micai blocca a terra. Al 21′ Padova vicinissimo al gol: punizione di Bonazzoli e deviazione sottoporta di Cherubin verso Mbakogu, che però non riesce ad appoggiare in rete. Nel finale ci provano Mbakogu per il Padova e Jallow per la Salernitana, ma le loro conclusioni non graffiano. Prima del fischio finale c’è tempo anche per l’espulsione di Gregucci, allontanato per proteste al 94′.

Lecce-Ascoli rinviata – L’anticipo della 22/a giornata del campionato di Serie B, Lecce-Ascoli, è stato rinviato a data da destinarsi, dopo lo scontro di gioco che ha costretto il centrocampista Manuel Scavone a finire in ospedale a bordo di un’ambulanza. Il giocatore ha perso i sensi, facendo temere il peggio. Il 31enne Scavone, caduto pesantemente a terra dopo pochi secondi dal fischio d’inizio, è stato subito soccorso e portato in ospedale. La partita verrà recuperata in una data da stabilire.

Ha riposato il Perugia che affronterà il Palermo al Curi nella prossima giornata.

CLASSIFICA

CLASSIFICA MARCATORI
Donnarumma (Brescia): 19 reti
Mancuso (Pescara): 12 reti
Coda (Benevento): 10 reti
Torregrossa (Brescia): 9 reti
Pazzini (Hellas Verona): 8 reti

PROSSIMO TURNO: 4°GIORNATA DEL GIRONE DI RITORNO
Venerdì 8 febbraio alle ore 21 aprirà il turno il derby campano Salernitana-Benevento. Sabato 9 i seguenti match: Cittadella-Spezia, Cremonese-Padova, Perugia-Palermo (ore 15) e Brescia-Carpi (ore 18). Domenica 10 febbraio Foggia-Pescara, Livorno-Cosenza (ore 15) e Hellas Verona-Crotone (ore 21). Chiude il turno il Monday Night dell’11 febbraio alle ore 21 con Venezia-Lecce. Riposa l’Ascoli.

Guerin Sportivo: LINK