25 Gennaio 2020

Aprendo il sito italiano dell’ONU, troviamo due notizie correlate ma di segno opposto: la seconda riempie di speranza e orgoglio il triste vuoto lasciato dalla prima. E non è un caso che questo messaggio parta dall’Italia.

Le macerie al posto del monastero di Sant’Elia, foto da satellite ottenute dall’Associated Press.

MOSUL (IRAQ), 20 GENNAIO – Il monastero cristiano di Sant’Elia, il piu’ antico dell’Iraq, e’ stato ridotto dall’ISIS in un cumulo di macerie. Lo rivelano foto da satellite ottenute dall’Associated Press.”


ROMA, 14 FEBBRAIO – I caschi blu della cultura saranno formati a Torino. La cerimonia che terra’ a battesimo la nuova unita’ di “Monuments Men” dell’ONU si terra’ martedì a Roma, alle Terme di Diocleziano alla presenza del Direttore generale dell’UNESCO, Irina Bokova, dei ministri dei Beni Culturali Dario Franceschini, degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Paolo Gentiloni, della Difesa, Roberta Pinotti,  dell’Istruzione,  Stefania Giannini e il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette.” Il motto della nuova unità è ““A Nation stays alive when its Culture stays alive”.

 

 

Cerimonia inaugurale di caschi blu della cultura, Roma (terme di Diocleziano)

Peccato che i media, subito attenti a criticare (e a ragione) la copertura delle statue in occasione della visita ufficiale in Italia del Presidente iraniano Rouhani non si siano altrettanto accorti di questo grande evento: grande sì, di portata mondiale! E non tanto o non solo perché è coinvolta l’Organizzazione delle Nazioni Unite ma soprattutto perché indica la strada con cui l’Italia può davvero essere utile al mondo e all’umanità: non è casuale che qui, nel Bel Paese, cominci la difesa del patrimonio artistico, espressione della storia dell’uomo e delle civiltà e speranza per il futuro. Come disse Benigni a Bruxelles in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, “l’Italia non è il Paese del Risorgimento o del Rinascimento, ma della Resurrezione”, “del miracolo permanente. Voi non potete sapere cosa può fare questo Paese”: in realtà, potremmo spingerci fino a dire che Resurrezione è Rinascimento, intendendo una costante rinascita che avviene proprio grazie all’Arte e alla Bellezza… Ecco perché, anche se talvolta c’è chi non si sente italiano, possiamo cantare “per fortuna lo sono!”

Show Full Content
Previous Ognuno vale(va) uno!
Next Intervista alla candidata per il Consiglio Regionale: Alessandra Cantini

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Serie B il Punto. 6°giornata: Empoli capolista dello scorso turno

4 Ottobre 2019
Close