1 Dicembre 2020

“Chi fermerà la lirica?”, a Livorno la cultura non si ferma e i principali teatri labronici si sono riuniti per collaborare e creare una possibilità concreta di essere ascoltati dal grande pubblico, utilizzando il web come mezzo di diffusione efficace.

Il nuovo stop indetto dal DPCM ha imposto anche al Teatro Goldoni di Livorno un “dietro-front” improvviso su quella che sarebbe stata la prima parte di una nuova stagione teatrale complessa e articolata, da qui nasce l’esigenza di proporre al pubblico un nuovo format e un nuovo logo, quello di WebOpera, che accompagnerà tutti i percorsi interattivi degli eventi in programma.


Gli appuntamenti non saranno intesi come una sorta di ripiego ad una situazione emergenziale, ma come una forma complementare di fruizione, quanto mai attuale e necessaria, che garantisce agli spettatori di godere gratuitamente della visione di tutti gli spettacoli proposti nel calendario comodamente da casa.

E così “Chi fermerà la lirica?” è la nuova formula per una stagione streaming del Teatro Goldoni di Livorno disponibile a costo zero sul canale Youtube del Teatro Goldoni e su livu.it.

Prendendo in prestito una citazione di un celebre brano dei Pooh “chi fermerà la musica?”, proprio per abbattere ogni barriera che spesso separa i gusti e i generi musicali è stato ideato un format che conterrà tre diversi “percorsi lirici” studiati per rendere meno gravosa questa separazione momentanea dai luoghi della cultura, come lo splendido Teatro Goldoni.

7 VOCI

Live streaming, ore 18

Dal 14 novembre, ogni sabato in diretta sul canale Youtube del Teatro Goldoni e successivamente “on demand” su Livù la web tv del Comune di Livorno (www.livu.it), verrà trasmessa una serie di 7 concerti lirici che vedranno protagonisti 7 artisti di chiara fama sul palcoscenico del Goldoni.


Il concerto sarà inserito all’interno di un format video di 52 minuti che comprenderà, oltre al momento musicale, anche l’accoglienza in teatro dell’artista, una breve intervista ed alcune fasi della prova musicale, per raccontare e vivere in modo ancora più completo e coinvolgente l’evento in teatro.
Il video saà successivamente oggetto di montaggio e preparazione in studio e verrà diffuso dalla rete satellitare SKYClassica, Granducato TV e nella sua registrazione audio nella programmazione di Radio Toscana Classica

OPERA BOX

Format teatralmusicale (On demand)

L’idea generale di OPERA BOX è quella di creare un piccolo ma divertente corto circuito, quella di “fare cinema” con un materiale lirico, dentro un’installazione artistica, montata su un vero palco teatrale.

Per ogni titolo, infatti, verranno montati sul palco grande del Goldoni gli elementi più significativi della scenografia creata per una produzione passata, come quella del Flauto Magico di Lindsay Kemp; questo montaggio ispirato ad uno sguardo vicino a quello dell’installazione d’arte contemporanea, vedrà gli attori livornesi dare vita, nello spazio concreto degli elementi scenografici, alle avventure e peripezie delle quattro trame scelte. Ogni mise en espace verrà quindi registrata e montata con un ritmo incalzante che farà della drammaturgia dello spazio scenico la sua grande costante. On demand tutti i sabato dal 9 al 30 gennaio.

POKER D’OPERA

On demand

Quattro noti attori: Ambra Angiolini, Ubaldo Pantani, Neri Marcorè e Paola Minaccioni, raccontano quattro opere liriche, con un linguaggio semplice adatto a tutte le età e ad ogni tipo di pubblico. Una narrazione originale che dialogherà e si intreccerà con i momenti musicali salienti di ciascun capolavoro tratti da video storici. On demand tutti i sabato dal 6 al 27 febbraio.

Inoltre per celebrare Pietro Mascagni nel giorno della sua nascita si propone un racconto teatrale in forma audiovisiva che ripercorre le vicissitudini e la storia del compositore. Attraverso la voce di Michele Crestacci e momenti di incontro con la musica di Pietro Mascagni, entreremo nel paesaggio storico, sociale e culturale dell’epoca, entreremo nella cornice della storia di Mascagni fino a scoprirne il ritratto umano e artistico.

Ecco il programma della stagione lirica del Goldoni che andrà in scena in diretta streaming e on demand sul canale YouTube del teatro e su livu.it7VOCI (Live streaming, ore 18) proprio da domani sabato 14 Novembre:

  • sabato 14 novembre Marco Ciaponi tenore e Laura Pasqualetti pianoforte;
  • 21 novembre Stefano La Colla tenore e Anna Cognetta pianoforte;
  • 28 novembre Valentina Boi soprano e Anna Cognetta pianoforte;
  • 5 dicembre Daniela Cappiello soprano e Flavio Fiorini pianoforte;
  • 12 dicembre Desirée Rancatore soprano e Laura Pasqualetti pianoforte;
  • 19 dicembre Alberto Mastromarino baritono e Flavio Fiorini pianoforte;
  • 22 dicembre Sonia Ganassi mezzosoprano e Silvia Gasperini pianoforte.OPERA BOX (format teatralmusicale, on demand):
  • 9 gennaio Pilar Ternera/NTC presenta IL FLAUTO MAGICO;
  • 16 gennaio: Teatro Trabagai, PAGLIACCi;
  • 23 gennaio Dimitri/Canessa e Garbuggino/Ventriglia IL BARBIERE DI SIVIGLIA;
  • 30 gennaio Centro Artistico Grattacielo e Vertigo IRIS.POKER D’OPERA (on demand):
  • 6 febbraio: AMBRA ANGIOLINI racconta Tosca di G. Puccini;
  • 13 febbraio UBALDO PANTANI racconta L’ elisir d’amore di G. Donizetti;20 febbraio NERI MARCORÈ racconta La traviata di G.
  • Venerdi 27 febbraio PAOLA MINACCIONI racconta Carmen di G. Bizet .
  • OMAGGIOA MASCAGNI: lunedì 7 dicembre, ore 21 MASCAGNI Monologo teatra con Michele Crestacci Massimo Signorini fisarmonica regia Alessandro Brucioni.

 

Show Full Content

About Author View Posts

Chiara Sabbatini
Chiara Sabbatini

Nata a Livorno il 25/09/1995 e laureata in Scienze dei Beni Culturali all'Università di Pisa. Coltivo da sempre una passione per l'arte e la letteratura, amo il cinema e il teatro e scrivo poesie nel tempo libero. Viaggiare mi affascina e non perdo occasione di ampliare i miei orizzonti. Fare del mio diletto, la giornalista, una professione, sarebbe un sogno che si avvera. Spero di appassionarvi con i miei articoli legati al campo dell'Arte e della Cultura.

Previous Trump e l’importanza del contraddittorio giornalistico
Next L’immagine e la doppia violenza nel Revenge porn
Close

NEXT STORY

Close

Da Livorno doppio no al razzismo

15 Giugno 2020
Close