The Walking Dead: l’Alba degli Zombie (non) Dementi?

Paolo Gambacciani - 24 Luglio 2013

Le statue etrusche di Casale Marittimo

Paolo Gambacciani - 24 Luglio 2013

Epifani alla “Festa Democratica” del PD di Livorno: il congresso, il MPS ed il finanziamento pubblico ai partiti.

Paolo Gambacciani - 24 Luglio 2013
Share

epifani2.0LIVORNO; Due giorni fa, Guglielmo Epifani, segretario del Partito Democratico, era alla zona dibattiti della Festa Democratica di Livorno per parlare del PD, del governo Letta e tanto altro.

Nel corso della serata, Epifani, intervistato dal direttore del Tirreno Roberto Bernabò, ha affrontato varie questioni ed ha ha parlato in primo luogo del Partito Democratico. Per Epifani, infatti,  entro fine anno, si dovrà arrivare al Congresso Generale “per rafforzare l’identità politica e culturale, rendendo più forte il PD nei terrritori”. La sua idea è di fare “un congresso che parta “dal basso” e non “dall’alto”, così da coinvolgere anche province e regioni per i prossimi impegni amministrativi che riguarderanno il 75% del territorio (Elezioni Primavera 2014 ndr)”. Restando nell’argomento, il Segretario parla così della possibilità che al Congresso venga eletto un nuovo Segretario ed afferma di essere “stufo” delle dichiarazione dei vari appartenenti al PD sui giornali riguardo al congresso, poichè, secondo Lui, è meglio parlarne al Congresso di queste questioni.”
Riguardo agli altri argomenti, come la questione MPS ed il finanziamento pubblico ai partiti afferma che:
– il Monte dei Paschi di Siena ha speso circa 30 miliardi per certificati e premi del tesoro a 30 anni e che questi, a causa dello “Spread”, sono saliti facendo sì che il valore dell’investimento scendesse. Con lo spread al 6% – conclude – quello che  “ha in pancia” il MPS diminuisce del 6%.
– Riguardo al finanziamento pubblico ai partiti, il Segretario del PD afferma che i    soldi di questo finanziamento sono necessari per gli organi di stampa del partito. Questi non solo possono così evitare la casa integrazione per i loro lavoratori, ma anche  continuare a garantire il pluralismo nell’informazione.
Al momento delle domande del pubblico, ci sono stati momenti di accesa discussione fra i presenti al dibattito,  quando uno di questi dichiara che alle scorse elezioni ha votato il MoVimento 5 Stelle e che vuole consegnare un volantino sulle varie questioni economiche ai relatori della serata. (visibile a fondo pagina ndr)
Riguardo all’intervento di Epifani, c’è poi da registrare la soddisfazione del Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi, il quale dichiara che Epifani è stato molto convincente. Epifani, continua Cosimi, è infatti una persona molto attenta a non creare tensioni nocive, preferendo allo scontro e alla polemica la proposta costruttiva in vista del Congresso. Riguardo ancora ad Epifani, il Sindaco lo descrive come una persona “intelligente ed equilibrata”, anche se questo può non bastare di fronte alle tensioni che si creano fra i vari schieramenti a sostegno delle differenti candidature. Ciò che è emerso dalle risposte di Epifani, secondo Cosimi, è stata proprio la ricerca di concretezza e la reale attenzione ai problemi del territorio,  espressione della volontà di privilegiare i contenuti piuttosto che gli schieramenti.

Parte del  "volantino"  consegnato ai relatori.

Parte del “volantino” consegnato ai relatori.

Paolo Gambacciani
@paologamba10