Comune di LIvorno: l’ufficio Europedirect assume 3 tirocinanti per stage retribuito di 800€ al mese per 6 mesi

Paolo Barontini - 22 Aprile 2019

Scenari di Quartiere: Venerdì 26 aprile torna “in centro” “Marocchinate”, uno spettacolo scritto da Simone Cristicchi

Paolo Barontini - 22 Aprile 2019

I cittadini e Uninfonews incontrano i 5 stelle al teatro delle commedie per l’ultima parte della stesura del programma elettorale

Paolo Barontini - 22 Aprile 2019
Discussione dei temi per le elezioni amministrative 2019 presso il teatro delle commedie
Share

La bella giornata di sabato ha permesso ai livornesi di rilassarsi al mare, alcuni invece non si sono fatti tentare e hanno deciso di accettare l’invito del Movimento 5 stelle di Livorno per riunirsi dentro il teatro delle commedie in via Terreni.

Dopo le 23 camminate che si sono distribuite per il 2018 e il 2019 per raccogliere le esigenze dei cittadini, i 5 stelle hanno creato questo evento con lo scopo di dibattere sui temi che verranno inseriti all’interno del programma e che successivamente verrà presentato agli elettori.

Ad aprire l’evento sono stati i parlamentari  Yana Ehm e Francesco Berti. Il deputato, durante il suo intervento, è stato memorabile per la stilettata rivolta ad Andrea Romiti, il quale ha dichiarato che “dovrebbe comprare un dizionario, perché quando parla non si capisce cosa dice”.

I temi andavano dal porto al miglioramento dei trasporti, dalle politiche giovanili alla cultura e ciascun tema è stato trattato da un gruppo di cittadini coordinato dai candidati consiglieri responsabili di quelle materie.

Uninfonews è stata invitata a dire la propria sui giovani insieme ad altri cittadini: una mamma, una studentessa universitaria di scienze naturali un volontario e i due candidati che si occuperanno delle politiche giovanili: Jacopo Pitone e Lorenzo Bugliesi.

A ciascun gruppo è stato assegnato il compito di elencare 3 proposte che alla fine del dibattito sarebbero state votate e quella con più voti sarebbe stata inserita all’interno del programma.

Prima di cominciare con la votazione delle proposte c’è stato l’intervento del sindaco uscente Nogarin che ha suggellato il passaggio del testimone a Stella  Sorgente.
In conclusione del discorso ha invitato a non abbandonare l’idea di partecipazione, infatti il sindaco uscente ricorda che molte delle proposte presentate durante il suo operato provenivano dai cittadini e non solo dal partito. Sono seguiti applausi e cori per la sua candidatura per l’Europarlamento.

Si giunge finalmente alla fase di votazione.
Particolare è stata la modalità con cui i presenti hanno votato le proposte: ciascuna di esse è stata votata con i cellulari sulla piattaforma online Mentimeter.

Alcune delle proposte che sono passate sono state: l’ottimizzazione del trasporto pubblico, la modifica della sosta a pagamento, la riqualificazione del porto franco, la trasformazione di Livorno in città plastic-free e l’ambiziosa candidatura come Capitale Europea della Cultura 2021.

Alla fine delle votazioni ha preso la parola la candidata sindaco Sorgente, la quale ha rimarcato l’importanza del tema giovanile e ha ricordato la sua attività come responsabile delle politiche giovanili durante il periodo Nogarin.

Tirando le somme è stata un’esperienza costruttiva che ha permesso di avvicinare i cittadini alla res publica, tuttavia ci si chiede: perché questo genere di iniziative non è stata fatto nell’arco di questi 5 anni?