31 Gennaio 2023

Basta con la canzoncina che è vecchio, basta con la storiella dei 4 figli che lo distr10531289_10203756366402026_206216963_narrebbero; Roger Federer è ancora un tennista di altissimo livello!

Lo dimostrano i risultati di quest’anno, con piazzamenti importanti nei tornei che contano e 2 trionfi ad Halle e Dubai che lo hanno riportato al terzo posto del Ranking ATP, dietro soltanto ai fenomenali Djokovic e Nadal.


Si potrebbe obiettare che non vince un torneo dello Slam da 2 anni, ossia dall’edizione 2012 di Wimbledon, che non porta a casa un titolo dei Masters 1000 da Cincinnati 2012, ma ciò nonostante è sempre lì, pronto a dire la sua nel circuito. Non sarà più il dominatore del quadrienno 2003-2007, però darlo per finito è ingiusto, anche perché giudicare in maniera negativa uno che a quasi 33 anni arriva in finale a Wimbledon è da stupidi.

Chi ha avuto la possibilità di seguire la finale di ieri contro Djokovic non può non essere rimasto estasiato ed esterrefatto dalle prodezze di Roger e dai recuperi disumani di Nole, il quale grazie al trionfo a Wimbledon è il nuovo numero uno del Ranking e della Race to London.

Pazienza se il 18esimo titolo dello Slam non è arrivato o se l’ottavo sigillo londinese è fuggito, c’è solo da gioire per aver avuto l’ennesima dimostrazione di chi sia Roger Federer: un campione ineguagliabile! E chissà che agli US Open non possa stupirci ancora…

Show Full Content
Previous Il MoVimento 5 Stelle difende l’articolo 138 della Costituzione. A Livorno, la Senatrice Sara Paglini ci parla di questa iniziativa.
Next Recensione di Guardiani della Galassia

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Il successo di Squid Game

6 Novembre 2021
Close