Domani, torna “Classica con Gusto” alla Goldonetta – Protagonista KAMIL PACHOLEC

Giacomo Martelli - 7 Dic 2018

Trashopoli 8: “una botta” di vita a Montecitorio, la nuova frontiera della politica italiana

Giacomo Martelli - 7 Dic 2018

Nextdoor & Winelivery..altre due novità digitali

Giacomo Martelli - 7 Dic 2018
Share

Ultimamente grazie a Uni Info News ho riscoperto il piacere di trovare in Rete inediti, news di tecnologie o app ancora non stra-presentate al grande pubblico. Sopratutto ho potuto far suonare una delle mie passioni; scoprire cosa c’è di nuovo in giro…

Nextdoor & Winelivery vanno in tale direzione.

Nextdoor

Per chi di voi vivesse in condominio sarà automaticamente presente in un gruppo wa ove i vicini o gli abitanti del complesso residenziale chiedono info, condividono foto, video, gif e chi più ne ha più ne metta.

Dal 2010, negli Stati Uniti, esiste Nextdoor, app disponibile sia per IoS & Android, la quale funge da bacheca “condominiale” o “quartierale”, per i vicini di casa.

Non a caso uno degli obiettivi dei fondatori, era quello di << di creare una piattaforma per connettersi alle persone che abitano vicino a te>>, in modo e maniera che potessero essere condivise informazioni, sondaggi, richieste di aiuto per qualsiasi cosa o semplicemente potesse esserci uno strumento, organizzato a più livelli con limiti e confini ben definiti, per creare cene di quartiere o riunire gli amichetti dei figli nel caso si volesse festeggiare un compleanno.

Nextdoor da qualche tempo è anche in Italia, principalmente a Roma e Milano dove, in ordine cronologico, il 62% dei quartieri stanno usando l’app o, per il capoluogo lombardo ben l’89%.

Un dato che aiuta a capire la capillarità di Nextdoor nel Belpaese è il “momento sociale” di qualsiasi tipo esso sia; nelle ultime settimane, tramite l’app, sono stati organizzati 550 eventi e 150 aperitivi.

nextdoor

Winelivery

Come avrete compreso dalla terminazione della parola di sopra, anche stavolta vi parlo di una novità nel settore delle consegne a domicilio o in inglese denominato “Delivery”. Non me ne vogliate…, ma negli ultimi tempi è un settore a elevato tasso di sviluppo tecnologico.

Winelivery è il primo servizio di consegna a domicilio dove è possibile acquistare bevande alcoliche e riceverle in meno di 30 minuti. Con una carta che include oltre 1500 pezzi tra vino, birra artigianale, liquori, distillati, cocktail kit, aperitivo e superalcolici! A Milano, Bologna, Torino, Firenze e Bergamo se lo si vuole, è possibile acquistare una bottiglia di una qualsiasi bevanda alcolica senza scomodarsi; basta andare sull’e-commerce o scaricare l’app dedicata, per poter acquistare o regalare le migliori bottiglie di vino, birra artigianale o cocktail.

Su Winelivery cosi come su una guida Michelin si trovano consigli su come abbinare le bevande ai pasti, come disporre le bottiglie sulla tavola o, al tempo stesso, effettuare regali personalizzati ad amici e parenti.

Winelivery presenta un blog interno, ove si trovano spunti, consigli e approfondimenti riguardanti il mondo degli alcolici e del vino in genere. Cosi come per Nextdoor, Winelivery è disponibile per Android & IoS.

Quindi, se come me siete affamati di digitale e tecnologia, non vi resta che scaricare le app dei due servizi, fare il login e iniziare a navigare….

Images courtesy of techstation & crowdfundme