14 Luglio 2020

La softwere house Big Fish ha di recente rilasciato per l’iTunes Italia: Dungeon Boss.
Questa nuova game app ricorda molto “World of Warriors” e il nipponico “Brave Frontier”, lo stile è sempre il solito: Realizzare e potenziare un team di eroi capace di superare le innumerevoli missioni che si pareranno sulla nostra avventura; ma in questo caso, ci troviamo per le mani qualcosa di molto più semplice e appassionante:Un tutorial semplice e chiaro ci spiegherà le meccaniche del gioco e comunque per qualsiasi dubbio basta chiedere agli altri giocatori nella chat nazionale.

In questo free to play ci troveremo, come già detto, a dover comandare un teeam dscreen520x924i eroi, ognuno con le sue caratteristiche, abilità e attacchi speciali in grado di superare i vari dungeon e i loro boss finali.
Tramite delle evocazioni sarà possibile ottenere degli eroi o degli oggetti per potenziarli, e al completamento di ogni determinato dungeon ci sarà la possibilità di ricevere dei “gettoni eroe”, che accumulabili ci permetteranno di evocare o potenziare l’eroe del gettone.
Ogni eroe otterrà esperienza per salire di livello tutte le volte completerà un dungeon, oppure tramite delle pozioni, inoltre, può disporre di 5 stelle, ottenibile accumulando gettoni, che gli potenzieranno le caratteristiche (attacco, difesa ecc.); e di 2 evoluzioni, realizzabili con la raccolta di un certo numero di materiali da evocazione, che oltre a migunnamedliorare le caratteristiche e l’aspetto dell’eroe, otterrà anche un nuovo attacco speciale e/o abilità.
Ci ritroveremo così a dover costantemente migliorare i nostri eroi, in un farming continuo, che a lungo andare finirà per annoiare un po il giocatore della domenica.


Attualmente non c’è un grande assortimento di eroi, se ne contano 42 che non risaltano molto in fantasia: guerrieri medievali, goblin, maghi, mostriciattoli, ninja e arcieri: ognuno appartenente ad una delle 5 tipologie: Natura, fuoco, acqua, luce e oscurità.

Siamo solo agli inizi ma Dungeon Boss offre già un contenuto piú che valido, nonostante qualche bug – soprattutto nella modalità di “combattimento automatico” – saprá intrattenere a lungo il giocatore, specialmente nelle fasi iniziali.

Il titolo mette alla prova il giocatore a qualsiasi livello, nella modalità PvP dove il nostro team di eroi dovrà affrontare la squadra di un’altro giocatore, ma è anche giusto menzionare l’ultimo capitolo del quinto mondo, in cui ci troveremo ad affrontare per la prima volta una boss veramente arduo, [SPOILER] un gigante a due teste che consiglio di affrontare con l’arciere “Salice Sferzante”, il guaritore “Capo NubNub” e il tank “Pugno Roccioso”.

P.S. Molto apprezzato il fatto che i contenuti a pagamento all’interno dello shop non risultano affatto necessari, caratteristica sempre più rara da riscontrare in un videogioco free to play.

Show Full Content

About Author View Posts

Cosimo Franchini
Cosimo Franchini

Salve a tutti, sono uno studente di classe '95, presso la facoltà di Scienze Politiche (con specializzazione in "Studi in Comunicazione) di Firenze.
Scrivere è la mia passione più grande, spero di intrattenervi al meglio con i miei articoli, magari, strappandovi anche qualche sorriso ;)
Buona lettura.

Previous Recensione de Il Quinto Potere (2013)
Next All you Need is Cinema: I Film da Vedere nella Vita! (#71-75)

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Adìos, Carlos Ruiz Zafòn: i tuoi libri non verranno mai dimenticati

22 Giugno 2020
Close