Il senso del ridicolo e il polso del politico

Matteo Provvidenza - 3 ottobre 2018

APRE LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO VERDI DI PISA UNA PRIMA NAZIONALE: BEATITUDO

Matteo Provvidenza - 3 ottobre 2018

SERIE B: IL PUNTO. 6°giornata: Hellas Verona ko ma sempre capolista, primo punto per il Livorno

Matteo Provvidenza - 3 ottobre 2018
Share

La sesta giornata della Serie B ha portato lo stop alla capolista e la classifica che si accorcia tra il primo posto e l’ultimo utile per i playoff.

SALERNITANA-HELLAS VERONA 1-0
Cade l’Hellas Verona all’Arechi di Salerno. Match che inizia su buoni ritmi in Campania, con occasioni da ambo le parti nel primo tempo. Ripresa a ritmi più blandi per il gran caldo, sblocca al 67’ Jallow approfittando di un’uscita a vuoto del portiere veronese Silvestri. Verona al primo ko stagionale, ma ancora capolista, Salernitana che sale così a quota 9.

LECCE-CITTADELLA 1-1
Parte meglio il Cittadella, deciso a riprendersi dai due ko consecutivi. Il Lecce si guadagna un rigore, trasformato da Mancosu (14’). Lo stesso Mancosu va vicino al raddoppio, ma Paleari salva i veneti. Secondo tempo ad altissima tensione, il Cittadella attacca intensamente con diverse occasioni come il pari ma anche i salentini sfiorano il raddoppio. Nel finale Strizzolo di testa trova il pari per i veneti. Il Lecce fallisce la terza vittoria di fila e l’aggancio al secondo posto, Cittadella che muove la classifica e sale a quota 10, mantenendo un punto sui rivali.

SPEZIA-CARPI 2-1
Partenza a razzo dello Spezia che cinge d’assedio l’area del Carpi, ma Colombi salva il risultato due volte su Bartolomei e Okereke. Nel finale del primo tempo, a sorpresa, Mokulu manda avanti gli ospiti (40’) approfittando di un errore di Manfredini. Lo Spezia nella ripresa attacca ancor di più per recuperare il risultato e ci riesce, con le reti di Galabinov prima (57’) e Maggiore (85’). Terza vittoria su tre in casa per lo Spezia, il Carpi rimane in bassa classifica a solo quattro punti.

VENEZIA-LIVORNO 1-1
Gara in cui entrambe hanno bisogno già vitale di punti. Esce decisamente meglio dai blocchi il Livorno, che dopo 21 minuti passa in vantaggio con un calcio di rigore di Alino Diamanti. Nella ripresa si riscatta il Venezia, che al 57’ pareggia con Citro. La squadra di Vecchi interrompe la serie di tre ko di fila ma rimane a soli 4 punti, solo il secondo pari per il Livorno che ancora non riesce a trovare la prima vittoria.

CROTONE-BRESCIA 2-2
Nell’anticipo del venerdì il Crotone rimonta il Brescia per due volte nella gara dell’Ezio Scida. Rondinelle avanti con Donnarumma vengono recuperati dalla rete di Budimir ad inizio ripresa. La rete di Dall’Oglio sembra intavolare la vittoria dei lombardi, ma il Crotone non si arrende e trova il pari con il rigore ancora di Budimir in pienissimo recupero. Ambedue le squadre si fermano a quota 7 punti.

COSENZA-PERUGIA 1-1
Termina 1-1 la sfida in terra calabrese. Padroni di casa in vantaggio con la rete di Maniero, vengono recuperati dagli umbri grazie alla rete di Michael. Terzo pareggio stagionale per il Cosenza, che si ferma a quota tre punti, Perugia sale a 5.

BENEVENTO-FOGGIA 1-3
Si riscatta il Foggia sul campo del Benevento vincendo con un secco 3-1. Sono i sanniti a passare in vantaggio con la rete di Coda nel primo tempo, che vengono ripresi dai pugliesi con Oliver Kragl, autore ancora di un’ottima prestazione. Nel secondo tempo sono Camporese e Galano a porre i sigilli di una vittoria che portano il Foggia finalmente a punteggio positivo (1 punto). Il Benevento, reduce da buone prestazioni nelle scorse gare, si ferma a quota 10.

PESCARA-PADOVA 2-2
Dopo il rinvio a martedì, nel posticipo della sesta giornata di Serie B il Pescara getta al vento la vittoria contro il Padova nel finale. Nel recupero del match rinviato ieri per maltempo gli ospiti si fanno raggiungere sul 2-2 all’Euganeo: una punizione di Brugman (26’) e un rigore di Mancuso (50’) regalano il doppio vantaggio, Cisco (90’) e Cappelletti (95’) firmano il pari. Il Pescara spreca la chance di volare in vetta ed è a -1 dalla capolista Verona.

ASCOLI-CREMONESE 0-0
Unico match terminato a reti inviolate è quello del Del Duca con Ascoli e Cremonese che, nonostante le molte occasioni, non riescono mai a sbloccare il match.

Ha riposato il Palermo fermo a quota 8 punti che affronterà il Crotone nella 7°giornata al Barbera.

CLASSIFICA

CLASSIFICA MARCATORI:
Donnarumma (Brescia), Mancuso (Pescara), Palombi (Lecce): 4 reti

RISCHIO RIPESCAGGI IN SERIE B – E’ una situazione difficile per quanto riguarda il campionato di Serie B, l’ultima sentenza ha confermato il format di 19 squadre. Il Tribunale Federale ha dichiarato inammissibili il ricorso contro il blocco dei ripescaggi ma adesso 4 club (Ternana, Siena, Pro Vercelli e Catania) sono pronti a rivolgersi direttamente al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con l’istanza che è stata inviata in mattinata al Quirinale. Le società chiedono al Capo dello Stato di promulgare il Decreto Sicurezza, il Quirinale però ha rinviato il testo al Governo, i tempi sono destinati ad allungarsi.

7°GIORNATA: IL CALENDARIO
Venerdì 5 ottobre aprirà alle ore 21:00 la sfida tra Hellas Verona e Lecce.
Sabato 6 ottobre in programma i seguenti match: Carpi-Cosenza, Cremonese-Salernitana, Foggia-Ascoli, Pescara-Benevento (tutte alle ore 15:00) e Perugia-Venezia (ore 18:00).
Domenica 7 ottobre le restanti partite: Brescia-Padova, Livorno-Spezia (ore 15:00) e Palermo-Crotone (ore 21:00).

Guerin Sportivo: LINK