Sguardi perduti su un cinema che vive: proiezione della Medea di Pasolini

Simone Vincelli - 24 Aprile 2016

Obiettivo Livorno – Scatta la città: Marco Mascitelli

Simone Vincelli - 24 Aprile 2016

Un piede in Lega Pro. Salernitana 3-1 Livorno. Cronaca e pagelle del match.

Simone Vincelli - 24 Aprile 2016
Share

Altra partita, altro scontro diretto per il Livorno che, nella 38esima giornata di Serie B, sfida la Salernitana, in una partita che si preannuncia tanto importante quanto difficile: un solo punto a dividere le due squadre, entrambe a caccia di punti vitali per la salvezza. [Foto La Nazione.it]

LA PARTITA.

imagehNella solita caldissima atmosfera dell’Arechi, i padroni di casa trovano immediatamente il gol del vantaggio con Alfredo Donnarumma, che batte Pinsoglio sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Gatto. Primo tempo a ritmi molto elevati con entrambe le compagini che creano molto: Vantaggiato spreca una ghiotta occasione, ma è la Salernitana a trovare il gol del raddoppio con Coda, sul ribaltamento di fronte a seguito di un clamoroso palo colpito da Schiavone. Gli uomini di Gelain riescono però a dimezzare lo svantaggio, prima dell’intervallo, grazie al rigore trasformato da Vantaggiato. Nella ripresa si abbassano i ritmi e il neo entrato Zito trova il gol che blinda il risultato e dà ai campani la possibilità di controllare la partita. Nonostante la superiorità numerica, dovuta all’espulsione diretta di Odjer, il Livorno non riesce quasi mai a insidiare la porta difesa da Terracciano e dunque a riaprire una partita che si chiude con la pesante sconfitta per 3-1, che avvicina sempre più gli amaranto all’incubo retrocessione.

PAGELLE.

Pinsoglio 6: Incolpevole sui gol, fa quello che può, ma è poco protetto da un reparto che fa acqua da tutte le parti.

Ceccherini 5.5: rispetto ai suoi colleghi di reparto crea qualche occasione pericolosa, male in fase di copertura.

Emerson 5: oltre alla brutta prestazione difensiva, è anche meno preciso del solito nei calci piazzati.

Vergara 4.5: in una difesa ampiamente insufficiente, lui è il peggiore, troppo disattento, si fa infiliare più volte.

Antonini 5: spinge meno del solito, pesa l’errore in disimpegno che regala il 2-0 ai padroni di casa.

Schiavone 6: uno dei pochi a salvarsi, soprattutto grazie ad un ottimo primo tempo in cui avrebbe meritato il gol.

Luci 5.5: prova a lottare e nel finale insidia con un tiro da fuori, ma sbaglia troppo in fase di costruzione della manovra.

Lambrughi 5: anche lui spinge poco e comunque non aiuta in fase difensiva, spesso fuori posizione.

Aramu 5: grosso passo indietro rispetto all’ultima partita, non riesce a essere pericoloso.

Vantaggiato 6: tiene a galla i suoi con un rigore ben trasformato, ma spreca un paio di occasioni interessanti.

Báez 5: gioca solo un tempo, senza incidere in alcun modo.

Comi (dal 45′) 5.5: messo in campo per dare una scossa, si vede pochissimo, a parte un bel gesto atletico nel finale sventato da Terracciano.

Vajushi (dal 61′) 5,5 : entra e cerca di dare un po’ di energia, recupera qualche pallone ma sfrutta poco la sua freschezza.

Moscati (dal 68′) sv

TABELLINO.

SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Bernardini, Empereur (dal 45′ Bagadur), Colombo, Franco; Odjer, Ikonomidis (dal 53′ Zito), Gatto, Moro; Coda, Donnarumma (dal 68′ Ronaldo).  A disp. Ronaldo, Tuia, Zito, Nalini, Pestrin, Bus, Bagadur, Strakosha, Rossi.  All. Menichini.

LIVORNO (3-4-3): Pinsoglio; Ceccherini, Emerson, Vergara (dal 68′ Moscati); Antonini, Luci, Schiavone, Lambrughi; Aramu (dal 61′ Vajushi) , Vantaggiato, Báez (dal 45′ Comi).  A disp. Vajushi, Schetino, Moscati, Valoti, Gasbarro, Cazzola, Biagianti, Ricci, Comi.  All. Gelain.

Ammoniti. Empereur (S); Báez (L)

Espulsi. Odjer (S)

Arbitro. Aureliano da Bologna.