21 Ottobre 2020

Sei Curiosità su The Wolf of Wall Street

45068E’ già uscito in gran parte del resto del mondo, compreso India, Medio – Oriente, Francia e sopratutto U.S.A. . Quest’ultimi hanno potuto vederlo dal 25 Dicembre scorso e non sono mancate le polemiche attorno alla nuova pellicola che porta la firma di Martin Scorsese. Chi l’ha definito vergognoso, chi scandaloso e chi l’ha accusato di una eccessiva rappresentazione della realtà, senza filtri o leggerezze, ma sta di fatto che The Wolf of Wall Street è diventato un vero e proprio fenomeno mediatico in America ed in Europa. Noi faremo, ovviamente, una recensione sulla nuova fatica dell’autore di Hugo Cabret e Toro Scatenato, ma nel frattempo vorremo attirare la vostra attenzione su delle curiosità o particolari che caratterizzano questa pellicola. Pronti? Via!


Curiosità numero 1

Sebbene il successo del Lupo al botteghino non sia venuto a mancare, possiamo fin da subito dire che il vero record è stato battuto su tutti i fronti, stavolta, dal numerosissimo quantitativo di parolacce, che sono ben più di 500; fino a questo momento il film con il più alto contenuto di parole offensive o non adatte ai più piccoli era capeggiato dalla pellicola di Spike Lee, Summer of Sam – Pericolo a New York dove la parola F**k e simili era stata pronunciata solo 435 volte.

Curiosità numero 2

Leonardo DiCaprio e Martin Scorsese sono alla loro 5^ collaborazione nel giro di 12 anni. L’attore di origini Italiane ha siglato uno dei sodalizi più lunghi e fortunati della storia del cinema con il noto regista. Tra gli altri film che vedono i due collaborare assieme possiamo citare The Departed, Gangs of New York, The Aviator, Shutter Island.

717120-the_wolf_of_wall_street_trailer7aCuriosità numero 3

Questo è il film più lungo realizzato da Scorsese e vanta una durata di 179 minuti! Avrete ben 3 ore per gustarvi la pellicola o odiarla, quindi sta a voi decidere se amarla o disprezzarla dal profondo del cuore. Badate bene, ho detto la pellicola, non il protagonista che di sicuro, qualora dovesse rientrare tra le vostre grazie, avrebbe una cattiva influenza causando in voi un’eccessiva quanto mai perversa sete di potere.


Curiosità numero 4

Il film è riuscito ad ottenere ben 5 nomination a gli Academy Award 2014 tra cui quella per Il Miglior Film, la Miglior Regia, il Miglior Attore Protagonista (DiCaprio), il Miglior Attore non Protagonista (Jonah Hill, la vera sorpresa di questa award season) e la nomination per la Miglior Sceneggiatura Non Originale.

Curiosità numero 5

rP36Rx5RQh0rmH2ynEIaG8DxbV2The Wolf of Wall Street è stato censurato in numerosi paesi a causa delle (semi) esplicite scene di sesso e nudo completo. In Italia non è stato fatto alcun taglio, di conseguenza potrete vedere la pellicola in tutta la sua bellezza, il cui montaggio iniziale era della durata di 4 ore circa, ma che Scorsese ha deciso accorciare a causa delle pressioni della Major che produce il film.

Curiosità numero 6

Tra gli attori coinvolti il vero Jordan Belfort farà una breve apparizione. La pellicola è stata tratta dal suo libro autobiografico intitolato Il Lupo di Wall Street che tanto, anni addietro, aveva affascinato Leonardo DiCaprio, il quale produce di fatto questo lavoro assieme a Scorsese oltre che ad interpretarlo. Belfort ora vive con la sua famiglia in Australia e tiene delle conferenze su come agire e comportarsi in borsa, anche se da alcuni recenti sviluppi sembrerebbe proprio che il lupo abbia perso il pelo e non il vizio poiché, stando infatti ad alcune fughe di notizie da parte di prestigiosi giornali, i soldi chewolf-of-wall-street-img04 Belfort avrebbe ricavato dalla vendita dei diritti del suo romanzo e che, secondo quest’ultimo, avrebbe dato in toto al governo degli Stati Uniti per continuare a saldare il debito, egli li avrebbe in gran parte tenuti per sé.

Queste son 6 piccole curiosità riguardo alla pellicola che approderà in Italia il prossimo 23 Gennaio e che noi di Uninfonews.it recensiremo per voi al più presto! Vi auguriamo buona visione ed un buon divertimento!

Claudio Fedele

Show Full Content

About Author View Posts

Claudio Fedele
Claudio Fedele

Nato il 6 Febbraio 1993, residente a Livorno. Appassionato di Libri, Videogiochi, Arte e Film. Sostenitore del progetto Uninfonews e gran seguace della corrente dedita al Bunburysmo. Amante della buona musica e finto conoscitore di dipinti Pre-Raffaelliti.
Grande fan di: Stephen King, J.R.R. Tolkien, Wu Ming, J.K. Rowling, Charles Dickens e Peter Jackson.

Previous Bandi Fi-Pi-Li Horror Festival
Next Un pensiero alla violenza

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Susanna Ceccardi incontra le forze dell’ordine in piazza Garibaldi (sotto gli occhi di Stella Sorgente intervistata da UIN)

15 Luglio 2020
Close