16 Luglio 2020
Sinistra Anticapitalista è un movimento di estrema sinistra nato dalla recente scissione all’interno del partito, oggi sciolto, Sinistra Critica. Come molte altre realtà, politiche e non, del nostro paese anche questo movimento ha partecipato all’acceso dibattito creatosi in seguito agli ultimi eventi di un conflitto che sembra non finire mai: quello fra Israele e Palestina. Ne riporto qua il relativo comunicato stampa della sezione livornese del movimento, datato 21 luglio 2014.
Sinistra anticapitalista considera un atto criminale l’intervento Israeliano a Gaza che evidenzia, con maggiore forza, la natura canagliesca dello Stato di Israele.
Il massacro di Sajava ci deve obbligare ad una azione decisa e determinata tesa a isolare politicamente, diplomaticamente e sopratutto economicamente Israele.
http://artintifada.files.wordpress.com/2009/01/palestine110.jpg

Per l’ennesima volta, per motivi di natura puramente politici, che non hanno nulla a che vedere con un presunto diritto alla difesa da parte di Israele, si colpiscono civili innocenti, una popolazione per altro già stremata da una situazione di isolamento e embargo ormai decennale.

Una popolazione che vive in un carcere a cielo aperto, sottoposta ad embargo, da cui non ha alcuna possibilità di fuggire.


Tutto questo secondo idee criminali che si basano sulla logica disumana  di una presunta “responsabilità collettiva”: di vecchi, donne, bambini che giocano in spiaggia..

In realtà Israele usa lo strumento militare  per creare divisioni all’interno del fronte palestinese, per ribadire agli Stati Uniti l’egemonia israeliana sull’area, per fiaccare la volontà di resistenza e di opposizione della società palestinese.

I sostenitori dei diritti dei palestinesi in questi giorni devono ribadire con forza che l’intervento militare israeliano contro gli abitanti di Gaza, per cielo e per terra, deve essere fermato, senza alcuna condizioni.

Che Israele deve porre fine alle sue politiche coloniali dentro e fuori i suoi confini, demolendo il muro dell’apartheid e smantellando tutte le colonie.

Ribadiamo che solo tramite una soluzione politica, basata sulle mobilitazioni e l’autorganizzazione delle popolazioni è  possibile creare le condizioni per garantire i diritti dei palestinesi e mettere in crisi il progetto colonialista sionista.

Sempre più urgente diventa quindi la necessità  di avviare  una politica di sanzioni, boicottaggio e disinvestimento dei prodotti israeliani, di tutti i prodotti israeliani.


SINISTRA ANTICAPITALISTA – LIVORNO
Show Full Content

About Author View Posts

Davide Motta
Davide Motta

Ho 19 anni, sono di Livorno e studio economia a Roma. Sono appassionato di politica, e filosofia. La mia "dichiarazione di poetica" si può riassumere in una frase di Feuerbach: "Non è Dio ad aver creato l'uomo, ma l'uomo ad aver creato Dio".

Previous Larghe intese all’orizzonte
Next Recensione di Non Buttiamoci Giù

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

La rabbia e l’orgoglio del popolo americano

2 Giugno 2020
Close