2018 odissea voto all’Estero: quando votare non è più un diritto

Paolo Gambacciani - 7 marzo 2018

La fanciulla del West di Puccini incanta il Teatro Goldoni

Paolo Gambacciani - 7 marzo 2018

Goldoni: Sabato PAOLO MIGONE in “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”

Paolo Gambacciani - 7 marzo 2018
Share

Sabato 10 marzo 2018, ore 21 – Teatro Goldoni

Per gli Eventi fuori abbonamento

“GLI UOMINI VENGONO DA MARTE, LE DONNE DA VENERE”

con PAOLO MIGONE

Livorno. Una cosa è sicura, gli uomini e le donne vengono da due pianeti diversi. Grazie al “professore” Paolo Migone, alla sua comicità surreale e irridente, sabato 10 marzo, alle ore 21 al Teatro Goldoni di Livorno si capirà finalmente perché “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, titolo del suo nuovo, originale ed irresistibile spettacolo.

L’appuntamento, incluso negli “Eventi” fuori abbonamento, con il patrocinio del Comune di Livorno, è presentato da Marco Massini e messo in scena con Carlo Neri.

Con la sua tipica vena sempre pungente ed ironica, il celebre comico livornese, arrivato alla grande notorietà con Zelig e considerato oggi tra più rappresentativi cabarettisti italiani, porta in scena l’adattamento teatrale del best seller dello psicologo statunitense John Gray che tradotto in quaranta lingue e con 50 milioni di copie è tra i libri più venduti al mondo. Migone affronterà così le principali differenze di funzionamento tra uomo e donna, sostenendosi su situazioni quotidiane conosciute da tutti, tenendo presente il confronto di ogni generazione. D’altra parte tutti si sono già scontrati e irritati per i comportamenti incomprensibili dell’altro sesso. Le ragioni? Si pensa troppo spesso che l’altro funzioni come noi, dimenticando che è fondamentalmente diverso. Comprenderemo come fare di queste differenze una fonte di complicità, e non di conflitto. Risultato; si ride molto, di sé, della propria coppia o dei propri genitori, ma soprattutto, si disporrà di nuovi dati per comprendere l’altro sesso e girare in scherno alcune situazioni che possono diventare fonte di discordia.

Lo spettacolo non ha lo scopo di condividere “verità”, ma soprattutto aiutare a comprendere l’incomprensibile.

Sorrisi, colpi di gomiti, sguardi che si scambiano, spalle e mani che si avvicinano, saranno normali tra il pubblico mentre il professore descriverà tutte quelle situazioni quotidiane, spiegando perché sono frustranti e ciò che si può fare per migliorare la propria qualità di vita.


Biglietti ancora disponibili presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586 204290) il martedì e giovedì ore 10-13 ed il mercoledì, venerdì e sabato ore 17-20, oltre che nel circuito regionale Box Office e sul sito www.goldoniteatro.it. Posto unico numerato € 26.