15 Agosto 2022

Partita bellissima all’at & t Center di San Antonio, dove si sono affrontati in gara 4 gli Heat e gli Spurs. I Miami Heat e, soprattutto, Lebron James arrivano sul campo con l’obiettivo di cancellare le critiche che sono state fatte loro a causa della brutta prestazione in gara 3 dove Lebron non ha dato il meglio di sé. Gli Spurs invece hanno l’obiettivo opposto, ovvero replicare quello che di bello sono riusciti a fare in gara 3 e riuscire quindi a portarsi a casa un’altra vittoria, che li vedrebbe andare in vantaggio per 3-1 sugli avversari.

L’inizio della partita è la fotocopia di quello di gara 3. C’è Miller in quintetto al posto di Haslem per allargare il campo e creare spazio per le penetrazioni di Lebron, che però dopo 5’ non ha ancora preso un tiro, mentre le triple di Green, Neal e Leonard danno un rapido +10 ai Texani (15-5). Gli altri 6 punti sono di Parker che fuga subito i dubbi sulle sue condizioni. Uno scatenato Wade riesce però a tenere a galla gli Heat e, con 8 dei primi 11 punti della squadra, sigla un parziale di 17-11 dopo 7’. A questo punto Miami inizia a difendere come sa fare, e Lebron attacca il ferro ripetutamente: segna 8 punti in 5’ e Miami va avanti nel punteggio. Il primo quarto si chiude dunque con Miami in vantaggio di 3 punti (29-26) grazie ai 21 punti in coppia di Lebron e Wade, che fa la differenza giocando da vero campione. All’inizio del secondo quarto Miami sembra in controllo totale, difende bene e fa girare palla, e dopo poco tempo vola sul +10. Gli Spurs però non hanno intenzione di mollare e, grazie a un paio di penetrazioni di Parker con assist per Duncan e Leonard, si riavvicinano pericolosamente (36-41). Dopo poco entra anche Boris Diaw e gli Spurs infilano un parziale di 7-0 e, dopo qualche altra magia di Parker, pareggiano i conti (49-49). Nel terzo quarto continua l’equilibrio tra le due squadre che sembra dover durare fino alla fine della partita, ma verso la fine del periodo gli Spurs hanno un calo e gli Heat ne approfittano subito e, grazie a un importante apporto difensivo di Chris Bosh e ai continui punti di Wade e James, arrivano a +8 sugli avversari per poi chiudere il quarto in vantaggio 81-76. Nell’ultimo quarto Miami mantiene il margine grazie a un Wade che raggiunge quota 24 punti (suo massimo stagionale nei Playoffs) e successivamente permetterà alla squadra di raggiungere il massimo vantaggio della partita, 94-83, a 7’ minuti dalla fine. Con i Big Three a quota 78 punti non c’è più storia, Miami raggiunge i 16 punti di vantaggio e chiude la gara sul 109-93.


Ancora troppe palle perse per gli Spurs che, tra le altre cose, non riescono ad arginare gli attacchi portati dagli inarrestabili Big Three di Miami, decisamente troppo forti questa sera. Parker di ferma ai 15 punti e 6 assist del primo tempo e Duncan, nonostante i suoi 20 punti, non riesce a trascinare i suoi alla vittoria. Dall’altra parte è doveroso elogiare la prestazione di Dwyane Wade che chiude con 32 punti, 6 rimbalzi, 4 assist e 6 palle rubate. Non vanno trascurate però le grandi prestazioni di Lebron James che, con i suoi 33 punti, 11 rimbalzi e 4 assist, è riuscito sicuramente a zittire tutti i critici, e quella di Chris Bosh che segna 20 punti e raccoglie 13 rimbalzi.

Gara 5 sarà di nuovo a San Antonio, bisognerà vedere adesso se Miami riuscirà a tornare a casa col Match Point o di nuovo con le spalle al muro, tutto dipenderà da come giocheranno i Big Three delle rispettive squadra … sicuramente ne vedremo delle belle.

Miami Heat v San Antonio Spurs - Game Four

Show Full Content
Previous Primo giorno di terza liceo.
Next PIL criminale

1 thought on “I Big 3 di Miami inarrestabili, serie sul 2-2!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Il successo di Squid Game

6 Novembre 2021
Close