6 Ottobre 2022

LIVORNO – Dopo una settimana finalmente siamo giunti alla seconda “manche” del concorso “Siamo Li” in cui giovani artisti espongono proprie opere mettendosi in gioco loro stessi e il loro valore artistico e umano. Pittura, grafica, fotografia e video sono le arti in cui le ragazze e i ragazzi si sono cimentati, ammettiamolo pure, con ottimi risultati. Le opere hanno rappresentato Livorno, la sua essenza, il suo Io più intimo e profondo in modi originali, freschi, frizzanti. Spesso mettendo in luce un aspetto più cupo, malinconico, altre volte sottolineando i giochi di luci e ombre in cui la nostra città è protagonista.
Raccogliamo l’esperienza di alcuni ragazzi, così come abbiamo fatto lo scorso lunedì.
Federico Niccolai, -Livorno (Google Search)-, “Ho voluto proporre con il mio lavoro la riscoperta di un tesoro che abbiamo a Livorno di cui però, almeno su internet, sembra non ci sia un’evidente traccia. Infatti cercando Livorno sul motore di ricerca Google nei primi 1000 risultati non appare l’opera di Giorgio Vasari, una Pala d’altare, una delle più importanti opere che possediamo. Perciò ho voluto riprendere l’opera del Vasari, “costruendola” con le mille immagini che appaiono digitando la parola Livorno.”
Matteo Marchi,- Livorno, città di pescatori e marinari-, “Sono laureato in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione a Pisa, ho dato molti esami riguardanti la storia dell’arte contemporanea e devo ammettere che dopo gli studi universitari ho scoperto l’interesse verso esperienze pittoriche nuove, tant’è che la mia opera è stata fatta attraverso la tecnica del puntinismo. In realtà più che una scoperta, parlerei di una ri-scoperta, visto che fin da bambino l’ho utilizzata. Ho rappresentato dei marinai, dei pescatori, simboli storici di quella Livorno di un tempo, prima ancora caratterizzata dai pirati. Persone di fatica che lavoravano per portare qualche soldo alle proprie famiglie”.
Chiara Lanzoni,- Medusa-, “Ho raffigurato questo animale proprio per la paura che nutro verso questa creatura, ma al contempo ne sono affascinata: i colori, la forma, ogni volta diversa, il suo essere così fluida. Ho passato un periodo in cui la rappresentavo ovunque, probabilmente era la stessa paura che mi spingeva a raffigurarla così tante volte, per sconfiggerla. Inoltre la medusa è da sempre collegata al mare, quindi a Livorno, non penso ai pesci, ma all’eleganza di questa creatura.”
Gli altri artisti che sono presenti in questo secondo round sono: Erika Baggiani, Nicoletta Braglia, Domenico Cascio, Valeria Catania, Luca Ciaponi, Linda Ann Cipriani, Federica Falduto, Beatrice Gaiotto, Greta Lippi, Benedetta Macelloni, Chiara Nicolosi, Viola Vannucci.
Vi invitiamo nuovamente, quindi, a passare presso lo spazio soci al supermercato coop “La Rosa” per ammirare il talento in erba di tanti labronici.

Gli orari di apertura: da martedì a sabato dalle ore 10.oo alle 12.oo, il venerdì anche il pomeriggio dalle ore 15.oo alle 17,30.
Infine vi ricordiamo che Giovedì 10 Luglio alle ore 18:00 presso la Sala Panoramica Acquario di Livorno si terrà la premiazione dei primi tre vincitori.


A breve saranno caricate le immagini delle 15 opere.

Matteo Taccola

matteo.taccola@uninfonews.it

Show Full Content

About Author View Posts

Matteo Taccola

Sono uno studente della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Pisa, curioso, estroverso, mi piace scrivere.
Ho voluto accettare la sfida postami da “Uni Info News”, mettermi alla prova e scrivere quello che penso con l’intenzione di potermi confrontare con tutti quelli che ci leggono.

Previous La riforma del Senato tra volontà dei Costituenti e vocazioni nuove
Next La “disneyficazione” delle opere d’arte

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Spettacolo imperdibile domenica 17 in Fortezza Vecchia: “Mascagni vs Verga” con Alessandro Preziosi e Marco Bocci

13 Luglio 2022
Close