21 Settembre 2020

11137064_10206177694152044_1378461516_n[1]
Gabriele Collesano, autore del romanzo “M’illumino di te”
Una nostra vecchia conoscenza, Gabriele Collesano, ci ha contattati per parlare del suo nuovo romanzo! Se volete conoscerlo meglio cliccate qui!

Bentornato Gabriele, sei ormai una nostra piacevole vecchia conoscenza, abbiamo saputo che hai continuato la tua strada di scrittore! Parlaci del tuo secondo romanzo, come si intitola e di cosa tratta? Stavolta chi o cosa ti hanno ispirato?


S’intitola “M’illumino di te” ed è la storia di Nicolò, giovane come tanti alle prese tuttavia con una storia tutta personale legata alla mancanza di una figura importante nella sua vita, come quella della madre. Mancanza che l’ha portato ad avere rapporti superficiali con l’altro sesso. Finché…non vi anticipo altro! Diciamo che dal brancolare nel buio a vedere la luce il passo è più breve di quanto possa sembrare. A cosa mi sono ispirato? Alla mia fantasia, ancora una volta.

Questo secondo libro che rapporto ha con il primo?

Nessun rapporto, sono due narrazioni diverse sotto tutti i punti di vista. Ognuna fa storia a sé. In comune c’è solo la volontà di raccontare l’amore, ma da punti di vista differenti. Anche se alla fine la speranza è la stessa: che trionfi sempre. Perché è la cosa più bella che esista.

E’ stato più difficile affrontare il ritorno sulla carta o l’esordio? Hai avuto, per così dire, qualche paura che questo secondo libro non fosse all’altezza?

Se questo romanzo sarà all’altezza lo deciderà il lettore, l’ho scritto per chi dopo il primo romanzo “Da adesso in poi” mi ha chiesto di continuare a scrivere. Io sono molto felice si questo nuovo lavoro, forse più dell’esordio. Anche se per “M’illumino di te” ho trovato più difficolta: un periodo di buio totale risolto per fortuna a settembre scorso con l’idea del finale. Spero piaccia quanto il primo la sorpresa finale!

Credi che tu sia cresciuto, maturato sia come persona che come scrittore in questa nuova avventura? Il tuo stile è cambiato?


L’esperienza ti forma quindi anche questa esperienza penso mi abbia fatto crescere sia come scrittore che come persona. Anche se Gabriele rimane Gabriele, con i suoi pregi e i suoi difetti.

 

Lo stile rimane il mio: che punta più al contenuto rispetto alla forma. Voglio arrivare dritto al lettore senza pensare troppo al “come”. Chi l’ha letto in anteprima sostiene che abbia avuto più mestiere ma la stessa grazia. Bel complimento!

Quali sono le difficoltà più grandi che hai incontrato nella stesura del tuo libro? Sei già a lavoro per qualche altra opera? Ammetto che siamo curiosi!

L’unica difficoltà è quella prima citata: quello stop nello scrivere per qualche mese. Ma ho preferito fermarmi per riprendere quando avessi trovato un’idea del finale all’altezza. Sono soddisfatto. Sono sicuro che questo secondo romanzo è nato non tanto per fare numero nel mio curriculum ma perchè ho trovato qualcosa ancora da raccontare. Un’idea nuova ma che penso possa ancora una volta trovare lettori con cui condividerla.

Se lavoro già al terzo romanzo? Per ora mi gusto questo! Per la terza opera c’è tempo!

Dove possiamo acquistare l’opera? Dicci almeno,(stavolta), quattro buoni motivi per farlo!

Sarà disponibile da metà aprile 2015 in e-book e cartaceo su tutti i più importanti bookstore online! E ordinabile in migliaia di librerie fisiche tra cui le Feltrinelli! Seguitemi su Instagram per rimanere aggiornati!

Mi sono scordato i 4 buoni motivi per leggerlo. Ma non per dimenticanza, l’ ho fatto di proposito. Non sono bravo nelle autocelebrazioni. Magari leggetelo e poi me li dite voi, sempre che ci siano!

Contatti:

Instragram

Facebook

Matteo Taccola

matteo.taccola@uninfonews.it

 

Show Full Content

About Author View Posts

Matteo Taccola
Matteo Taccola

Sono uno studente della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Pisa, curioso, estroverso, mi piace scrivere.
Ho voluto accettare la sfida postami da “Uni Info News”, mettermi alla prova e scrivere quello che penso con l’intenzione di potermi confrontare con tutti quelli che ci leggono.

Previous Recensione di Hugo Cabret
Next Wunderkammer Cinématographique: Speciale Natale (Vol.6)

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Gli strumenti a sostegno delle partite IVA nella fase post-emergenza Covid 19

14 Giugno 2020
Close