21 Ottobre 2020

1003033_822891187731149_5556415625696464408_nCon le parole di Dario Serpan, giornalista per Il Tirreno, si apre la serata dei Siberia all’Elvis Fan Club il 27 Settembre.
Dario Serpan ripercorre il percorso del gruppo per condividerlo e ricordarlo con il pubblico.
Un percorso che parte dal 2010, passando per la finale dell’Emergenza Rock Festival del 2012, la registrazione del primo video per il brano “Irripetibile” per poi “finire” con l’EP “Voglio regalarti una fotografia” e il video di “Cara Francesca”, brano che parla di un condannato a morte che ai tempi della Seconda guerra mondiale scrive una lettera alla sua ragazza, presentati la sera stessa del live.

Dopo aver ripercoso la crescita di questo gruppo (un po’ come quella
di un fiore) viene proiettato il video del quale ho parlato sopra e che potrete trovare a fine articolo.
La scaletta che viene eseguita da Matteo, Eugenio, Piero e Luca è di 14 brani, numero decisamente notevole e che basterebbe sicuramente
per registrare un intero album.
Tra le canzoni abbiamo potuto ascoltare covers di Johnny Cash, CCCP e Il Teatro degli Orrori.
Durante tutta la serata è stato possibile acquistare l’EP (registrato presso lo studio “Big Wave” di Livorno e poi masterizzato tutto al “Creative Mastering studio” di Forlì), presentato per la prima volta e contenente i brani “Marzo“, “Cara Francesca“, “Confessioni di una maschera” ed “Irripetibile“.


Il giudizio su questo gruppo lo lascio a voi, senza scrivere sviolinate, ma sento il bisogno di fare una considerazione che mi preme: nei Siberia c’è una proiezione verso il futuro e “una speranza” (forse non a caso titolo anche di una delle loro canzoni).
Se i Siberia fossero un fiore adesso sarebbero sbocciati.

Sono sicura che certi fiori non appassiscono mai e faranno da guida alla felicità.

https://www.youtube.com/watch?v=Tdj7K1Noups&list=UU3ma9FsN_g2jHNGnPqwufnQ

Show Full Content

About Author View Posts

Rosa Caramassi
Rosa Caramassi

Sono nata a Piombino nel 1996 e vivo a Livorno. Solamente tre anni dopo la mia nascita comincio a fare danza, con il passare degli anni arrivo a fare danza contemporanea.
Ho una grande passione per le correnti avanguardiste del novecento, letteralmente, artisticamente e musicalmente.
Da quando sono piccola ho una grande passione per la Francia e Parigi (anche in quanto "ombelico" dei più grandi artisti e scrittori del novecento).
Mi piace viaggiare e vedere nuovi posti, odio restare tutto l'anno nella mia città con cui ho un rapporto quasi di odio amore (come più o meno tutti i Livornesi).
Frequento il liceo classico ISIS Niccolini Palli, ma a dirla tutta studio solo ciò che piace a me, motivo per cui non vedo l'ora di iscrivermi in un' università francese.
Ho un grande interesse verso la politica italiana, soprattutto del 1900 e più di tutti approfondisco sul Partito Comunista Italiano e sui personaggi che lo hannno popolato.

Previous L’Egitto ha voglia di una democrazia laica
Next The Last of Us – Primo fra gli Ultimi

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Le bellezze del Kosovo

16 Settembre 2020
Close