21 Settembre 2021

Ieri mercoledì 24 novembre il Teatro Verdi di Pisa ha ufficialmente presentato la nuova Stagione di Danza, a firma del direttore artistico Silvano Patacca, è imperniata sulle suggestioni di un percorso danzato tra musica, letteratura e cinema e vede alternarsi alcune fra le migliori e le più interessanti compagnie italiane ed è un momento della Stagione teatrale 2015/2016 che sta particolarmente a cuore al teatro pisano perché, come hanno sottolineato il presidente della Fondazione Giuseppe Toscano ed il consigliere Adriana De Cesare, il Verdi ha una lunga tradizione legata alla danza ed al balletto.

Belles de sommeil ph Gilles Perez n
Belle de Sommeil

L’inaugurazione della Stagione avverrà il 6 gennaio 2016 e sarà affidata ad una rilettura del francese Philippe Talard della Bella Addormentata, Belles de Sommeil, con la Compagnia OpusBallet, per proseguire con Tosca X, vitale e passionale rivisitazione a cura della coreografa Monica Casadei per la sua Compagnia Artemis Danza.


Molto interessante Les Vertiges d’Hitchcock di Emilio Calcagno, per il suo ensemble ECO, risponde perfettamente alla domanda di come esplorare attraverso la danza l’universo puramente cinematografico del maestro del brivido: “Anziché proporre una rilettura dei grandi titoli di Hitchcock – spiega Silvano Patacca – si tratta della rievocazione delle suggestioni suscitate dalla tipica atmosfera dei film del grande regista”. Patacca e Toscano pongono l’accento anche su The Man – The Passion of the Christ della RBR Dance Company, di Cristiano Fagioli e Cristina Ledri, ispirato al celebre film di Mel Gibson, The Passion of the Christ; inoltre Patacca si addentra nell’attualità di questa produzione, spiegando che il ballerino che impersonerà Gesù è di colore, fattore che sottolinea la visione di Cristo come “primo dei migranti”, volendo far riflettere il pubblico sulle questioni d’attualità degli ultimi anni (non solo l’immigrazione ma anche l’integrazione, la funzionalità della cultura in tal senso). La nuova creazione dell’estone Teet Kast, Anna Karenina, per il Balletto di Milano, è concentrata invece sul rapporto della famosa protagonista del romanzo tolstoiano con la società del suo tempo.

Conferenza stampa
Da sinistra: il direttore artistico Silvano Patacca, il presidente Giuseppe Toscano ed il consigliere Adriana De Cesare

La Rassegna dedica anche attenzione al 400° anniversario della morte di Shakespeare con Versiliadanza in SDD-Shakespeare Dead Dreams, un suggestivo lavoro di teatro e danza principalmente ispirato ad Amleto, Otello, Macbeth, Re Lear, e con la nuova creazione di Claudio Ronda per Fabula Saltica con la regia di Alessio Pizzech, A cuore aperto, struggente esempio di contaminazione fra danza, musica, teatro e poesia, con temi estrapolati dai Sonetti dell’illustre autore inglese.

Non mancheranno due grandi titoli del repertorio musicale, il celeberrimo Boléro di Maurice Ravel e Carmen Sweet su musiche di Georges Bizet, firmati da Michele Merola e Emanuele Soavi, nell’emozionante interpretazione della MM Contemporary Dance Company, vincitrice, nel 2010, del prestigioso Premio Danza&Danza come migliore compagnia emergente.

Mentre la prima nazionale della compagnia in residenza, la Imperfect Dancers Company, si connetterà con il progetto portante delle nostre Stagioni 2016, “Angeli e Demoni. Il mito di Faust”, con IN-FAUST, ideazione di Walter Matteini, puntando a creare un legame emotivo con il pubblico attraverso un linguaggio coreografico profondamente fisico.

Infine, viene ripresa una tradizione, la Festa della Danza: viene proposta interamente rinnovata, Pisa Esplosione Danza, che riunirà sotto la guida del coreografo in residenza, Walter Matteini, ben diciotto scuole di danza di Pisa e del territorio in una ideale coreografia, anch’essa ispirata al progetto “Angeli e Demoni”. Questo spettacolo gode di una particolare considerazione nella programmazione del Verdi poiché, oltre ad essere la ripresa di una tradizione teatrale, consente di portare in scena scuole di danza da tutta la provincia di Pisa; difatti si vuole ristabilire un rapporto biunivoco tra scuole di danza e teatro, tanto che quindici o venti allievi di queste scuole parteciperanno alle coreografie di massa del balletto Tosca X.

Cliccando QUI potete vedere un breve filmato dalla conferenza stampa di mercoledì mattina.


Nuovi abbonamenti da mercoledì 21 novembre fino a giovedì 3 dicembre.

Biglietti in prevendita da mercoledì 16 dicembre, dopo la prelazione riservata alle scuole di danza e agli abbonati delle altre stagioni.

Per ulteriori informazioni: Fondazione Teatro di Pisa, tel 050941111.

Show Full Content

About Author View Posts

Luca Fialdini
Luca Fialdini

Luca Fialdini, classe '93: studente di Giurisprudenza all'Università di Pisa e di pianoforte e composizione alla SCM di Massa e sì, se ve lo state chiedendo, sono una di quelle noiose persone che prende il the alle cinque del pomeriggio. Per "Uni Info News" mi occupo principalmente di critica musicale.

Previous All you Need is Cinema: I Film da Vedere nella Vita! (#291-295)
Next Recensione di Easy Girl

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Emergenza Covid: e se fosse già finita?

29 Luglio 2021
Close