Moneyless, Albero Nero e Gaia al Welcome To Pisa Festival

Giovanni Sofia - 3 agosto 2017

Game of Thrones – Recensione 7×04: The Spoils of War

Giovanni Sofia - 3 agosto 2017

TERZO FESTIVAL SULL’UMORISMO, PRESENTAZIONE E PROGRAMMA

Giovanni Sofia - 3 agosto 2017
Share

Si svolgerà a Livorno, dal 22 al 24 settembre, la terza edizione de “Il senso del ridicolo”, festival dedicato all’umorismo, diretto dal direttore artistico Stefano Bartezzaghi e promosso da Fondazione Livorno.

Nella cornice pittoresca del quartiere “Venezia”(con l’aggiunta del teatro Goldoni), la città divenuta simbolo italiano dell’umorismo, dalle beffe di Modì al Nido del Cuculo, ospiterà personaggi più o meno conosciuti dal grande pubblico, che cercheranno di indagare, appunto, sul senso del ridicolo, della comicità.

L’attore Silvio Orlando, fonte “Biografieonline”

E di far ridere, che comunque non guasta mai.

Ospite di spicco senza dubbio l’attore Silvio Orlando, scippato per un caso fortuito alle riprese di “The New Pope”, sequel della premiata serie “The Young Pope” e in scena nella prima serata al teatro Goldoni col suo “Menomale che Silvio c’è”.

Terza edizione che sarà dedicata allo scrittore e poeta (e ingegnere) Carlo Emilio Gadda, celebrato da Fabrizio Gifuni nella serata del secondo giorno di eventi, al Teatro Goldoni, col suo “Galline Autolesioniste Declamano Dubitazioni Amletiche – G.A.D.D.A. a teatro” e da Ernesto Ferrero che racconterà la comicità di Gadda, nella mattina del 24, col suo “Il riso amaro dell’ingegnere”, nel tendone di piazza dei Domenicani. Non solo Gadda, ma anche il compianto Paolo Villaggio, recentemente scomparso, sarà omaggiato dal festival con la lectio magistralis dello psicoanalista Massimo Recalcati “Il desiderio ci prende in giro? Sulle vicissitudini tragicomiche del desiderio umano” evento inaugurale della kermesse, in scena nel tendone di Piazza del luogo Pio, immediatamente riconducibile alla figura del povero Fantozzi.

Tanti incontri, tanti ospiti: Enrico Vaime, Pietro Galeotti, Francesco Costa, Valeria Parrella, Marina Viola sono solo alcune delle personalità di spicco del festival, costantemente corroborato dai saltuari contributi dello stesso Bartezzaghi, il quale vuole puntare con la sua manifestazione a “migliorare l’idea degli intellettuali”, scommettendo “sulla qualità e non sulla quantità” e individuando in Livorno una fecondità umoristica frutto della storica commistione di culture.

Livorno sarà al centro dell’incontro con Stefano Caccia che racconterà i livornesi nella stagione più amata, con il suo “A Livorno è sempre estate”, in scena in Piazza del Luogo Pio a chiusura della tre giorni.

Non solo incontri, anche proiezione di film quali “Kamikazen – Ultima notte a Milano” di Gabriele Salvatores, “Guardie e Ladri” di Mario Monicelli e Stefano Vanzina, “Non ci resta che piangere” di Massimo Troisi e Roberto Benigni.

Durante tutta la manifestazione, Giulia Addazi lavorerà e giocherà insieme ai più piccoli col suo “Programma Bambini”, la Sala degli Archi ospiterà la mostra “ACAB. LA STANZA DEI GIOCHI” di Alighiero e Agata Boetti, mentre alla Bottega del Caffè saranno mostrate le copertine della famosa rivista satirica Linus.

Stefano Bartezzaghi e alcuni volontari.         Fonte “ilsensodelridicolo.it”

Le mostre saranno entrambe ad ingresso gratuito, così come la lezione di Massimo Recalcati e la discussione mattutina del 23 fra Marco Ardemagni e Stefano Bartezzaghi dal titolo “Oulilà: piccola rassegna di poesia enigmistica e artificiale”. Nel mese di agosto, la biglietteria sarà aperta presso la Sala Simonini, Scali Finocchietti 4, il venerdì e la domenica dalle 17 alle 20, il sabato dalle 9 alle 12 e dalle 17 alle 20.

Da segnalare infine l’altissima partecipazione dei giovani, livornesi e non, impegnati come volontari durante tutta la manifestazione, che hanno già raggiunto e superato la quota di 150 adesioni dopo aver frequentato corsi di formazione appositamente organizzati.

 

Di seguito il programma dell’intera manifestazione, scaricabile in versione pdf anche sul sito “www.ilsensodelridicolo.it”

link pdf: ilsensodelridicolo.programma_lungo