28 Settembre 2022

Uni Info News, da sempre attenta alle passioni dei giovani, ha deciso di intervistare una giovane e promettente fotografa: Martina Bertacchi!

1) Ciao Martina! Presentati e dicci un pò chi sei e cosa fai!

Ciao sono Martina Bertacchi, sono nata a Correggio in provincia di Reggio Emilia ed ho 20 anni. Ho studiato presso la scuola superiore ITS Luigi Einaudi ragioneria con indirizzo linguistico a Correggio. Ho terminato gli studi questa estate a luglio con l’esame di maturità e ora lavoro con mio padre in una impresa familiare legata al suo lavoro (agente di commercio nel settore odontoiatrico ) mi occupo della gestione per ora, è una cosa nuova nata a gennaio difatti. Purtroppo la fotografia rimane soltanto un hobby, a volte svolgo degli shooting ma non posso definirlo un vero lavoro, ma per lo più un bellissimo hobby.


2) Quando è stato il momento in cui hai capito che avresti voluto svolgere la professione di fotografo? E qual è stata la cosa/persona/emozione che ti ha fatto scaturire questo pensiero?

Purtroppo ho capito che per ora è meglio tenerla come un hobby, passione e che magari più avanti si vedrà e quando ce ne sarà la possibilità non mi tiro affatto indietro alle richieste di shooting, book e collaborazioni che realizzo sempre volentieri.

3)Quando hai iniziato a fotografare?

Ho iniziato a fotografare verso la fine del 2010 e inizi 2011 fino ad oggi!

4) C’è un soggetto che preferisci fotografare, rispetto ad altri?

Un soggetto preferito no, però mi piace molto fotografare le persone, per lo più ritratti ma è una cosa realtivamente nuova perché per tutti questi anni mi sono soffermata sui paesaggi e natura o addirittura street (durante le vacanze), ma ho voglia di mettermi in gioco e cambiare.

5) Come hai curato la tua formazione? Nel caso fosse solamente un hobby, vorresti specializzarti in questo senso? Vorresti studiare meglio la fotografia, approfondirne la conoscenza e sperimentare diversi stili?

Ho iniziato da autodidatta e tutt’ora non ho una formazione, mi piacerebbe specializzarmi e soprattutto approffondire su alcuni campi per quando riguarda la post produzione che è ciò che caratterizza la fotografia. Si quindi mi piacerebbe sperimentare diversi stili.


6) Hai avuto degli elementi/personaggi ispiratori? Se si, quali?
Si moltissimi, in questi anni ho conosciuto parecchie persone tramite internet che realizzano dei veri proprio capolavori. Per quanto riguarda ritratti (fashion) sono tantissime le persone che stimo e ammiro, tra cui Caitlin Worthington (Australiana), Alexandra Sophie (Francese), Kitty Gallannaugh (Inglese). Per i paesaggi sicuramente il mio preferito è Shane Black insieme ad un altro ragazzo Thèo Gosselin i suoi sono istanti rubati dalla quotidianità un po’ selvaggia e on the road. Parlando invece del passato sono molto affascinata dalle fotografie di Henri Cartier Bressons e le fotografie di Stanley Kubrick.

7) Qual è la qualità più importante che, secondo te, ogni fotografo dovrebbe avere?
L’occhio e l’inventiva il resto vien da sè! Non c’è bisogno di attrezzature super costose e super professionali per far una bella fotografia, basta davvero poco.

8) Qualche rimpianto per la pellicola? Pensi sia migliore del digitale o peggiore? E se si, perché? Spiegaci i tuoi motivi

Purtroppo ancora non ho avuto la possibilità di provare anche se possiedo ancora la reflex analogica di mio padre che ho sempre voluto provare in effetti, ma dato i prezzi per lo sviluppo delle foto ho sempre lasciato da parte. Credo comunque che siano due mondi completamente diversi. E’ una cosa da provare assolutamente!

9) Ritocchi le tue foto? E se si, curi personalmente il ritocco?

Si la post produzione è fondamentale anche perchè scattando in RAW, (un formato file come JPEG ecc) che significa appunto “grezzo” sei tu che devi diciamo “svilupparla” ed è molto utile scattare in raw perchè si possono recuperare luci alte quindi sovraesposte e moltissime altre informazioni, ma bisogna avere programmi indirizzati a convertire questi file. Curo abbastanza la post produzione in ogni caso mai troppa eccessiva ma anche perchè non sono molto esperta per quanto riguarda le post produzioni come il “fotoritocco”.

10) Preferisci il bianco e nero o il colore? O entrambi? E se si, perché? Spiegaci le motivazioni della tua risposta

Dipende dal tipo di foto, ci sono alcuni bianco e nero che sono spettacolari ma perchè? Perchè semplicemente il bianco e nero vuole mettere in evidenzia il contorno o comunque la tridimensionalità della cosa, e amo il contrasto che si riesce a creare con un bianco e nero ma dipende tutto dalla foto ed è molto soggettivo. A colori diciamo riesci a sbizzarrirti di più e forse per quello lo preferisco.

11) Qual è lo scopo delle tue fotografie? Cosa vuoi comunicare? Quali emozioni vorresti scaturissero dai tuoi scatti?

E’ piuttosto soggettivo nel senso che chi fotografa spesso coglie qualcosa che agli occhi non è visibile e che spesso si vuole trasmettere una emozione, cogliere un momento ben preciso, ricordi, ma l’importante è valorizzarla e far si che diventi tua!

12) Cosa ti aspetti dal futuro? Hai intenzione di continuare questo percorso? Organizzare mostre o eventi atti a promuovere la tua arte?

Sicuramente continuerò a fotografare, che sia per passione o per lavoro questo non si sa ma la passione non cambierà affatto, mi piacerebbe sempre di più migliorare nei prossimi anni. Da poco ho creato una pagina facebook per poter condividere e promuovere le mie fotografie, non ho ancora pensato di organizzare mostre o eventi, ma in futuro sarebbe una bellissima occasione per mettersi in gioco

 

Show Full Content

About Author View Posts

Luca Fialdini

Luca Fialdini, classe '93: studente di Giurisprudenza all'Università di Pisa e di pianoforte e composizione alla SCM di Massa e sì, se ve lo state chiedendo, sono una di quelle noiose persone che prende il the alle cinque del pomeriggio. Per "Uni Info News" mi occupo principalmente di critica musicale.

Previous Recensione di Batman Returns
Next Disco a Livorno, il 31 Ottobre c’è “DEMENTIA – WELCOME TO THE MADHOUSE”

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

La rielezione di Mattarella è l’ennesimo segnale di difficoltà della politica italiana

30 Gennaio 2022
Close