19 Febbraio 2020

aibòOggi, domenica 14, alle ore 21:00, si terrà alla Terrazza Mascagni una veglia silenziosa “a favore” della famiglia “tradizionale”, detto in parole più semplici e concrete una manifestazione contro le unioni civili LGBT (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali), organizzata da Manif Pour Tous, associazione conosciuta per questo tipo di eventi, strettamente collegata all’estrema destra “francoitalica” e all’omonima associazione francese, ed in Italia, piccola parentesi, distinta per aver contrastato il disegno di legge di Ivan Scalfarotto (Pd) e Antonio Leone (Pdl); questa sostiene in merito alle sue attività, manifestate di recente anche a Firenze e Pisa con una partecipazione scarsa e ridicola, che il loro movimento nasce “per render nota la volontà di difendere la famiglia naturale, cioè l’unione tra un uomo e una donna, fondata sul matrimonio e aperta all’accoglienza dei figli”, ma come è altrifurbiben comprensibile la recente, presunta richiesta di “libertà d’opinione” è solo una scusa per riuscire a spargere in giro pregiudizi, sentimenti omofobici e intolleranti: come ci fanno notare i Paguri sul loro sito “Don Zauker”, questi gruppi non si presentano MAI contro qualcosa, ma piuttosto come a favore di qualcos’altro e che rigirando la frittata in questa maniera, da persecutori si diventa vittime. Effettivamente, come ci fanno notare molti articoli già esistenti, i diritti non sono riconosciuti alla famiglia “tradizionale” o a quella omosex? Ovviamente a nessuno è mai capitato anche solo di pensare di mettere in pericolo la famiglia “uomo, donna e bambini” e la risposta ci appare così più che ovvia.

 

10346004_580162928764108_3400048218911954261_nCome sia nata questa insana idea della veglia probabilmente è suggerito dalla dichiarazione di Maurizio Muzzi della compagnia Ribolle, associazione partecipante al “Tavolo Rainbow”, in ottava commissione del Comune di Livorno: “Porteremo il Gay Pride a Livorno” è stata forse un’idea-molla, una dellegay-pride motivazioni che hanno scaturito l’organizzazione di questo evento improponibile in una società onesta; ovviamente la dichiarazione è semplicemente una proposta, un sogno che molti vorrebbero introdurre nella nostra città. Marco Chiuppisi, per Rifondazione Comunista, ha dichiarato che a contrapporsi alla veglia, che impone un solo tipo di famiglia omotransfobica, ci sia bisogno della risposta di una città che debba esprimere con forza la voglia di uguaglianza,  giustizia sociale, diritti civili, quindi una nuova, grande manifestazione “parallela” a cui, tra l’altro, parteciperanno anche i membri del gruppo PD livornese e colligiano, mossi anche dall’appoggio del consigliere comunale Alessio Ciampini, ilsegretario del PD di Collesalvetti Dario Fattorini e molti altri. Il Reverse Group & Monkeyman, con la partecipazione di “Libertà e Diritti Arcigay Cecina”, darà vita ad una serata di musica e divertimento, a favore della libertà di pensiero ed espressione e contro ogni omofobia, a partire dalle ore 21:00 in Piazza San Jacopo in Acquaviva, con buona musica e allegria. Inoltre:


 

281065_522160231144955_530058209_oAlle ore 20:45 comincia una organizzazione generale in zona pratini tra la Terrazza Mascagni e il Surfer Joe per il “boicottaggio” della veglia omotransfobica (con intenzione di concludere il tutto a mezzanotte). Si raccomanda caldamente di  non sfociare in atteggiamenti violenti, molesti o provocatori, che diano adito in un secondo momento a media e politici di denunciar2795e l’iniziativa come una cosa “antidemocratica” o “non pluralista” e di rimanere ad una distanza di circa 100 metri. In seguito alla riunione avvenuta al Teatrofficina Refugio (Scali del Refugio 8) alle 18:30 (alla quale ho partecipato personalmente con molta soddisfazione), si propone di: vestirsi in modo colorato, ignorare la veglia e possibilmente non interagire con i partecipanti di essa, portare buste della spazzatura (meglio per la raccolta differenziata), macchine fotografiche, telecamere, bandiere, striscioni, flyer e strumenti musicali; ci sarà il “Momento Amore” delle 22:00, durante il quale tutt* potranno baciarsi e  abbracciarsi (in stile evento “free hug”); naturalmente le famiglie in particolare sono veramente ben accette.

Parlando dell10613067_887457797949641_784567917346114484_n‘evento organizzato su Facebook, sono lieta di annunciare il numero attuale dei partecipanti: almeno 350, considerando tutti dati. La partecipazione é importante: mediante queste daremo idea a tutti di cosa sia Livorno, dobbiamo solo scegliere: siamo davvero omotransfobici o qualcosa di meglio?

Abbiamo l’opportunità di scegliere, sfruttiamola.

 

Link:

Evento “BOICOTTIAMO la VEGLIA OMOTRANSFOBICA!”: https://www.facebook.com/events/537374989726090/

Evento “REVERSE GROUP & MONKEYMAN || CONTRO OGNI OMOFOBIA”: https://www.facebook.com/events/578236228965379/


Articolo Paguri: http://donzauker.it/2014/09/12/a-veglia/       e   Senza Soste: http://www.senzasoste.it/genere/domenica-15-veglia-omofoba-alla-terrazza-mascagni

donzaukerit

senza soste

Show Full Content

About Author View Posts

Sveva Balzini
Sveva Balzini

Come comincio? Effettivamente scrivere una biografia, anche piccola, è impegnativo. Insomma, che si deve dire di preciso di noi stessi? E' un po' come il blocco dello scrittore, solo che a me è venuto già all'inizio di questo scritto. Ah, già, qualcosa c'è. Sono una studente classe '99, con molti interessi: politica, cultura, società, storia... Adoro scrivere, ma questo sicuramente lo avete capito. Se no non sarei qui ad "allietarvi". O no?

Previous Ospedale e porto: la visione di Rossi e di Nogarin.
Next Uragano Heat, Pacers spazzati via!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

INTERVISTA A RAUL CASO, CAMPIONE IN ERBA

8 Ottobre 2019
Close