GOLDONI: Si chiude la stagione di prosa con “4 5 6” di Mattia Torre

Chiara Sabbatini - 13 aprile 2018

A TUTTA B. 35°giornata: vola l’Empoli sull’Olimpo della Serie B, vincono solo Foggia e Ternana, ben otto pareggi

Chiara Sabbatini - 13 aprile 2018

In attesa del concerto al The Cage, intervista alla band livornese Bonsai Bonsai

Chiara Sabbatini - 13 aprile 2018
Share

In esclusiva per Uni Info News ho avuto il piacere di intervistare Federico Bacci, chitarrista e seconda voce del giovane gruppo emergente Bonsai Bonsai, che si sta affermando nel panorama della musica indipendente italiana. La band Psychedelic Indie Rock made in Livorno, è composta da cinque elementi, grandi amici nella vita prima ancora che compagni sul palco, che si esibiranno in concerto al The Cage Theatre di Livorno sabato 21 aprile, come data zero del loro tour. Alberto Fiorentini è il frontman di questo affiatato quintetto nonché chitarrista insieme a Federico Bacci, poi abbiamo Francesco Buoncristiani alla tastiera, Pietro Rum al basso ed infine Federico Minelli alla batteria. Hanno partecipato nel 2017 al prestigioso evento italiano “Rock Contest” e sono rientrati fra i 30 migliori gruppi candidati ad “Arezzo Wave 2018 “.

     Il nome della band rimanda immediatamente al mondo della botanica e della natura ma questa connessione è presente anche nei vostri testi?

F: “Bonsai Bonsai” è anche il titolo del nostro primo EP in uscita, che ha come concept il rapporto tra uomo e natura inteso come un duplice legame che può essere positivo o negativo. La natura può essere vista infatti, sia come madre amorevole che ci protegge sia come potente forza incontrollabile che incombe sull’umanità, pronta a distruggerci. Tutto ciò è collegato alla stessa arte orientale del bonsai, in cui si piega la natura al volere umano pur rispettandone le leggi e allo stesso tempo lasciandola libera di esprimersi, nonchè al significato del nome della band.

    All’interno del gruppo chi si occupa della scrittura delle canzoni?

F: Tutti i nostri brani sono frutto di una produzione corale e democratica, in quanto ognuno di noi contribuisce alla stesura del pezzo sia per la parte musicale che per quella testuale. É davvero molto stimolante lavorare in team, soprattutto perché ogni componente della band apporta così qualcosa di personale al disco, frutto delle sue passioni musicali e del suo vissuto, per questo ogni canzone è indipendente dal punto di vista stilistico, perchè ci lasciamo trasportare dalle emozioni del momento che ci spingono a scriverla.

    Raccontami della vostra esperienza a Berlino nel 2017…

F: È stato un tour breve ma intenso che ci ha portati per la prima volta davanti  a un pubblico cosmopolita ed internazionale. Abbiamo suonato live a Mauerpark in pieno giorno davanti a migliaia di persone entusiaste che, anche se non ci conoscevano ci hanno accolto calorosamente, è stato incredibile; la sera poi ci siamo esibiti in un locale storico di Berlino chiamato Badehaus. Un’esperienza sicuramente da ripetere, magari in Inghilterra che sarebbe il nostro sogno per il sound e l’atmosfera che si respira, in linea con la nostra musica .

     Quali sono i vostri idoli musicali?

F: Non è facile scegliere dal momento che ascoltiamo tutti artisti differenti, però possiamo dire che i gruppi che ci accomunano e ai quali ci ispiriamo per la modalità di scrittura dei testi, anche se non usiamo mai uno schema predefinito, sono i Beatles e i Tame Impala.

     Avete un produttore?

F: Sì, il nostro produttore è Daniele Catalucci, bassista dei Virginia Miller che ha creduto in noi fin dall’inizio scoprendoci per caso e anche se il nostro disco è autofinanziato, verrà distribuito prossimamente da Audioglobe.

  Per concludere dove è possibile acquistare il vostro EP d’esordio?

F: In anteprima assoluta “Bonsai Bonsai” sarà disponibile allo stand durante il concerto live al The Cage sabato 21 aprile, dove faremo ascoltare per la prima volta al pubblico le canzoni del disco che saranno caricate in streaming prossimamente.

Non ci resta che ringraziare i Bonsai Bonsai per la disponibilità e fargli un grande in bocca al lupo per il loro concerto imminente e l’intero tour le cui date usciranno a breve e che li vedrà impegnati in giro per tutta la penisola. Non dimenticatevi di seguirli domani sabato 14 aprile su Punto Radio e di acquistare i biglietti del loro concerto al The Cage.

Can you feel the hype?

Follow Bonsai Bonsai sui principali social network:

Facebook:  bonsaibonsai.official

Instagram: bonsaibonsai_official

https://www.instagram.com/bonsaibonsai_official