SERIE B IL PUNTO. 13°giornata di ritorno: Brescia consolida il primo posto, cade il Lecce, Palermo ok

Alessio Nicolosi - 9 Aprile 2019

Goldoni: Scenari di Quartiere – Giovedì alle 19 ai Bottini dell’Olio A. Meacci in “Tutto da Sola”

Alessio Nicolosi - 9 Aprile 2019

Promossi e bocciati della 31° giornata di Serie A

Alessio Nicolosi - 9 Aprile 2019
Share

Mancano ormai 9 giornate al termine della Serie A e grazie al pareggio tra Napoli e Genoa alla Juventus manca un solo punto per laurearsi Campione d’Italia per l’8° volta consecutiva. Ma di quest’ultima giornata si parlerà non poco durante la settimana perché più vive che mai sono tornate le polemiche sull’utilizzo della VAR, soprattutto per quanto riguarda la troppa discrezionalità degli arbitri nel giudicare volontario il tocco di mano in area di rigore. Dapprima le polemiche hanno incendiato il post gara di Juventus – Milan dove i rossoneri reclamano un mancato rigore su un tocco di mano di Alex Sandro, poi le proteste l’hanno fatta da padrona anche in Lazio – Sassuolo. Ma polemiche a parte, i campi hanno regalato diversi verdetti interessanti. Come la vittoria a sorpresa del Frosinone tra le mura del Franchi oppure il pareggio strappato da un’Atalanta orfana di Zapata contro l’Inter a San Siro.

Ma andiamo a vedere chi sono stati i protagonisti di questa giornata di Serie A:

Promossi

Kean: ancora lui, entra e ribalta il big match dello Stadium; praticamente un gol ogni due tiri in porta, una media mostruosa.

De Paul: il talento argentino dell’Udinese spesso è incostante nelle sue prestazioni ma quando è in forma si vede, con una doppietta stende l’Empoli e fa respirare i friulani.

Immobile: dopo un periodo non troppo brillante dove faticava a vedere la porta, contro il Sassuolo trascina la sua Lazio condendo la sua prestazione con un gol e un assist.

Bocciati

Fiorentina: i viola occupano una posizione che non rispecchia il loro blasone e probabilmente neanche il valore della loro rosa, con la sconfitta col Frosinone Pioli sembra restare ancora al comando della panchina ma intanto la squadra va in ritiro.

Napoli: ormai lo scudetto è andato ma questo non giustifica prestazioni del genere, soprattutto se giovedì c’è l’Arsenal.

 

Di seguito tutti i risultati:

Parma 0 – 0 Torino

Juventus 2 – 1 Milan

Sampdoria 0 – 1 Roma

Fiorentina 0 – 1 Frosinone

Cagliari 2 -1 SPAL

Udinese 3 -2 Empoli

Inter 0 – 0 Atalanta

Lazio 2 – 2 Sassuolo

Napoli 1 – 1 Genoa

Bologna 3 – 0 Chievo Verona

 

Alessio Nicolosi