7 Agosto 2020

Speciale Oscar: Le Locandine Pixar! 

Gli Oscar si avvicinano, è un dato di fatto! Chi la scamperà questa volta? Chi conquisterà la statuetta per il miglior film 2014? Il temerario Lupo di Wall Street di Martin Scorsese che in America non ha fatto far salti di gioia ai critici, accusato di troppe scene di sesso toy-story-3-oscars-best-picture(mentre il pubblico in gran parte le ha apprezzate sopratutto per quanto riguarda i momenti che comprendevano le nudità di DiCaprio e Margot Robbie), violenza e volgarità (507 parolacce e che Ca***!) o il super favorito Gravity di Alfonso Cuaron (già regista de I Figli degli Uomini ed Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban)? In mezzo tuttavia, ci sono ben altri film che hanno conquistato una gran parte di consensi tra intenditori e semplici spettatori tra cui Nebraska o Her. Il primo è un viaggio a ritroso nell’America country, quella delle zone rurali e magari poco conosciute, mentre la seconda pellicola menzionata è la storia d’amore tra un umano ed un sistema operativo. Ehi, ragazzi state attenti a non innamorarvi di Siri o affini, non si può mai sapere cosa circola tra i circuiti di un computer e non si vuole nemmeno sapere come un’infatuazione del genere potrebbe andare a finire. Certo, in tutta sincerità gli autori di The Big Bang Theory avevano già pensato ad una possibile unione tra un uomo ed un mezzo elettronico con un finale onirico molto più consolatorio, ma a Jonze piace fare il melodrammatico e fa rifiutare a J. Phoenix una notte di fuoco con una certa Olivia Wilde (eh, è proprio da buttare!)! Dietro a tutte queste false riflessioni e supposizione potrebbe, tuttavia, spuntarla nientemeno che 12 Anni Schiavo, terza opera dell’inglese Steve McQueen che Uninfonews.it ha avuto la fortuna di recensire in anteprima (leggi qui l’articolo) e che prende a cuore il tema della schiavitù un anno esatto dopo il Lincoln di Spielberg che si aggiudicò la statuetta per il miglior attore protagonista a Daniel Day – Lewis. Ma se c’è un prodotto che potrebbe farla franca questi è proprio Dallas Buyers Club,siri-414x226 il quale vanta due delle più intense e sofferte interpretazioni dell’annata appena trascorsa! Stiamo parlando dell’ormai noto Matthew McConaughey, trasformato per l’occasione dopo aver perso 20 chili e Jared Leto; entrambi sono immersi in una pellicola che denuncia le case farmaceutiche ed il sistema con cui venivano considerati i malati di AIDS nella società americana del XX° Secolo! Ci eravamo dimenticati di American Hustle – L’apparenza Inganna, il nuovo film di David O. Russell; un film che merita d’essere visto per ammirare un Christian Bale con la pancia da pensionato, la parrucca da 20 tonnellate della Lawrence, i riccioli di Bradley Cooper ed i seni di Amy Adams che porta con fierezza abiti che sono solo gigantesche scollature!


La notte degli oscar è assai vicina, Domenica 2 Marzo, e le certezze sono ben poche riguardo a chi verranno assegnate le statuette, ma per ingannare l’attesa vi invitiamo a dare un’occhiata a queste locandine, e scusate se vi abbiamo fatto leggere un’introduzione utile quanto una mela in un campo di carciofi, realizzate con i personaggi dei cartoni Pixar! Buona visione e buon divertimento!

 

The Wolf of Wall Street 

1794796_685577304798111_2016278915_n

Nebraska

1688940_685576464798195_1066188275_n

American Hustle – L’apparenza Inganna

1779838_685574451465063_654763125_n

Dallas Buyers Club 

1897866_685574984798343_1323153792_n

Philomena


1619445_685576704798171_1979511436_n

Gravity 

1947974_685575528131622_711969402_n

Captain Philips – Attacco in Mare Aperto

1962716_685574698131705_383195176_n

12 Anni Schiavo 

1964962_685574218131753_1444262350_n

Her

1782062_685576188131556_511164262_n

Claudio Fedele

Show Full Content

About Author View Posts

Claudio Fedele
Claudio Fedele

Nato il 6 Febbraio 1993, residente a Livorno. Appassionato di Libri, Videogiochi, Arte e Film. Sostenitore del progetto Uninfonews e gran seguace della corrente dedita al Bunburysmo. Amante della buona musica e finto conoscitore di dipinti Pre-Raffaelliti.
Grande fan di: Stephen King, J.R.R. Tolkien, Wu Ming, J.K. Rowling, Charles Dickens e Peter Jackson.

Previous Marilungo affonda il Livorno. è crisi nera per i labronici
Next Teatro Goldoni, Concerto di Capodanno. Tutte le informazioni.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

La rabbia e l’orgoglio del popolo americano

2 Giugno 2020
Close