Uni Info News intervista “Il Crogiolo di Mondi”

Viola Martelli - 25 Luglio 2014

I Mercatini che valgono i tuoi soldi!

Viola Martelli - 25 Luglio 2014

Tutte Sulla Lavatrice – per le donne che fingono

Viola Martelli - 25 Luglio 2014
Share

Ci sono tante categorie di donne che mi stanno e mi staranno sempre sulle balle:  quelle che si vestono solo di marca; quelle che se la tirano; quelle che snobbano chi non legge solo Il Capitale; quelle con la voce stridula; quelle che ci provano col mio ragazzo; quelle troppo animaliste e irritanti; quelle che condividono su FB solo frasi di Gandhi; ma ce ne sono tantissime altre.

Eppure, nessuna categoria mi fa incazzare tanto come quella delle donne che fingono a letto. Per più di un motivo.

Primo, perché diffondono falsi miti nelle menti maschili, e questo non può che fare danni. Se mi vedo con un tipo la cui ex fingeva di avere orgasmi multipli a botte di dodici a volta, chiaramente il mio uscente in questione, reputandosi una sorta di dio del sesso, avrà determinate aspettative su di me.

E per quanto possa convincerlo che l’unico orgasmo che mi provoca – o gli unici tre, al massimo – siano i migliori della mia vita, non gli darò mai la soddisfazione che gli dava la bugiardona a me precedente.

Ebbene, direte voi: meglio! Perché sentirete di avere su di lui il potere di non essere soddisfatte del tutto, e per lui sarà sempre una sfida a fare di meglio. Il problema è che il sesso con gli uomini non funziona così: hanno bisogno di sfide solo quando devono ottenere la preda, ma quando l’hanno ormai conquistata, vogliono sentirsi degli dei, dei mostri di virilità capaci di farvi perdere la testa.

Quindi per loro, automaticamente, sarà più soddisfacente la suddetta bugiardona piuttosto che voi. O me.

Il secondo motivo per cui odio questa categoria di donne è perché non capiscono che avere l’orgasmo è la sensazione più bella del mondo e non bisognerebbe fingere di averlo avuto, ma fare qualsiasi cosa per ottenerlo. Ci sono due motivazioni principali per cui una può fingere un orgasmo: la prima, è la pena e il dispiacere che si prova per il malcapitato di turno che sta facendo di tutto per farci arrivare al piacere, e non si può fare a meno, consapevoli che ormai non ci riuscirà mai, che dargli quella soddisfazione per farlo andare a letto felice.

La seconda, è che ci si rompe le scatole di fare sesso. Ora: davvero ho messo nella stessa frase i chunks di parole “rompersi le scatole” e “fare sesso”? Ebbene sì: perchè evidentemente esistono sul serio delle donne che si annoiano a farlo. Quelle le odio veramente, di un odio misto ad incomprensione e disprezzo.

Come ho già detto nel mio scorso articolo, le donne hanno più di un problema con l’orgasmo, causato soprattutto dalla poca consapevolezza che hanno di loro stesse. Dalla mia esperienza ho imparato che, una volta che si sa come avere un orgasmo anche da un punto di vista strettamente tecnico, non c’è davvero più bisogno di fingere.

La scuola “le donne hanno bisogno di una determinata condizione psicologica per avere un orgasmo” è una scusa di chi ha avuto solo fidanzate noiose. Da sola posso metterci anche 30 secondi per venire perché so dove toccarmi – esattamente come un uomo. Le donne per venire hanno bisogno di un clitoride. Fine.

Perciò, fanciulle. Avete presente la scena di Scrubs dove Carla consiglia ad Elliott di sedersi sulla lavatrice in funzione per avere il suo primo orgasmo? Bene. Tutte sulla lavatrice, col getto della doccia, con quello che volete: una volta che scoprirete cosa significa sapere esattamente cosa fare – e far fare – per avere un orgasmo come si deve, non avrete davvero mai più bisogno di fingere.

L’orgasmo non è un regalo che fate agli uomini, ma un regalo che fate a voi stesse, o ancor meglio: qualcosa che dovete pretendere esattamente come lo pretendono gli uomini. Se il clitoride esiste significa che ci dovete fare qualcosa, no? Una donna che sa cosa vuole per ottenere l’apice è molto più sexy di una che urla teatralmente e si contorce come un’epilettica facendo scattare nel cervellino dell’uomo l’allarme finzione.

Perché se è vero che gli uomini non hanno assolutamente idea di come riconoscere un orgasmo finto da uno vero, non c’è niente di meno credibile di una donna che salta sbraitando invocazioni di divinità di vario tipo, contorcendosi e rischiando di troncare il pene del partner.

Gli uomini sono stupidi, ma non fino a quel punto.