21 Settembre 2020

Storie di wrestling: un libro per tutti!

 

Michele Posa, telecronista di wrestling dal 2000, prima con Stream TV, poi con SKY, ritorna in libreria per presentare il suo nuovo libro: “Storie di wrestling”, edito nel 2013 da Chinaski edizioni. Storie di wrestling vuole essere “un libro adatto a chi non conosce il mondo del wrestling”. Queste storie, infatti – osserva Michele- ” hanno la caratteristica comune di parlare di situazioni non ordinarie, che potrebbero essere accadute anche ad altri sportivi, come i calciatori, rappresentando così uno spaccato di vita dei wrestler.” Ecco l’intervista!

 -Ciao Michele, questo non è il primo libro che Chinaski pubblica sul wrestling; come sono andate le vendite del libro precedente su Hulk Hogan?
-Ciao Paolo, le vendite del libro su Hulk Hogan sono andato meno bene del previsto se si fa un discorso basato solo sulla resa economica. Perché in fondo era un progetto che prevedeva un traduttore, l’acquisto dei diritti e le royalties al licenziatario. Comunque chi lo ha letto per ora ha inviato un feedback positivo e confido che col tempo si possa arrivare ad un numero di copie vendute più consistente, magari evidenziando ulteriormente questo titolo grazie alla narrativa italiana che si intende affiancargli.
-Ah! ok, capito! Parliamo, ora, del tuo ultimo libro.
-Il mio libro, come ho detto prima, parla di storie curiose che possono interessare a chiunque… Ad esempio parla di Alessandro Del Piero…! Lo sapevate che è strettamente legato al wrestling?
-No, raccontaci pure Michele…
-Del Piero, da grande fan di wrestling, quando era con la Juventus in Giappone ricevette in regalo la maschera dell’uomo tigre: Tiger Mask! Ma il fatto curioso avvenne però in Italia… Alex, infatti, che ama molto il carnevale, decise di indossare la maschera dell’uomo tigre al carnevale di Viareggio per non essere riconosciuto dalla gente. Ma la sua idea non funzionò; infatti, i turisti, soprattutto nipponici, non gli diedero pace scambiandolo per l’uomo tigre! Incredibile, no?
-Sì, senza dubbio; hai mica un’altra storia da raccontarci?
-Certo! Ti potrei parlare di tante curiose storie, ma ti voglio parlare del neo Hall of Famer Bruno Sammartino! Bruno, la living legend, viveva in Italia a Pizzoferrato e, nel periodo della seconda guerra mondiale, da bambino, dovette scappare con sua madre per non essere catturato dai nazisti. Sua madre, però purtroppo fu catturata e malgrado fosse stata colpita da dei proiettili riuscì a fuggire. In seguito, Bruno, come tanti, emigrò da giovanissimo negli Stati Uniti e lì, per difendersi dai bulli, si avvicinò alla lotta, quindi al wrestling.
-Bene e grazie! Allora, un’altra domanda: “Come stanno andando le vendite del tuo nuovo libro?
-Molto bene! A Bologna, durante il Wrestlemania Revenge tour ho venduto tutte le copie messe a disposizione e su internet gli acquisti stanno andando alla grande!
-Bene, sono molto contento per te. Dove si può trovare il libro, allora?
-Ci sono ancora delle copie al Sottobosco, locale di Pisa, inoltre lo si può acquistare online ed è presente in molte librerie!
-Bene, ti ringrazio ancora Michele ed io, dopo averlo letto, vi consiglio vivamente di acquistarlo per sostenere così anche il wrestling in Italia!


p2

Paolo Gambacciani                                                                                                            Michele Posa
@paologamba10                                                                                                               @mkp17

Show Full Content

About Author View Posts

Paolo Gambacciani
Paolo Gambacciani

Studente appassionato di politica, arte, teatro, cinema e tennis. Sono laureato in Comunicazione presso la Scuola di Scienze Politiche dell'Università 'Cesare Alfieri' di Firenze e collaboro con uninfonews dalla sua fondazione; sono fortemente convinto ed a favore del progetto editoriale del giornale online. Vicepresidente e socio di Uni Info News.

Previous Uni Info News intervista Marica Bonetti
Next Recensione di The Host (2013)

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

NEXT STORY

Close

Da Livorno doppio no al razzismo

15 Giugno 2020
Close