SERIE B IL PUNTO. 12°GIORNATA DI RITORNO: il Lecce raggiunge il Brescia in testa, cade il Palermo a Pescara

Alessio Nicolosi - 5 Aprile 2019

Giovani al voto: in 500 al Cage per incontrare i candidati sindaco

Alessio Nicolosi - 5 Aprile 2019

Promossi e bocciati della 30° giornata di Serie A

Alessio Nicolosi - 5 Aprile 2019
Share

Il 30° turno infrasettimanale di Serie A andato in scena tra Martedì e Giovedì si è concluso ieri sera con le partite disputate tra Sassuolo – Chievo e Atalanta – Bologna. Una giornata ricca di spunti dove ancora una volta non sono mancate le polemiche ma soprattutto ricchissima di gol. Tra i momenti più importanti della giornata troviamo sicuramente la vittoria a sorpresa dell’Empoli sul Napoli e la caduta della Lazio a Ferrara. Ma è stata anche e soprattutto la giornata dove l’Inter ha finalmente ritrovato il suo ex capitano, Icardi. Per non parlare dei posticipi del Giovedì sera dove Atalanta e Sassuolo hanno steso con 4 gol rispettivamente Bologna e Chievo. Ma come ogni giornata di Serie A che si rispetti non sono mancate le polemiche. In primis quelle avvenute a Cagliari per dei buu razzisti ai danni di Kean e Matuidi e poi quelle immancabili legate agli arbitraggi ed alla VAR.

Ma andiamo a vedere chi sono stati i protagonisti di questa giornata di Serie A:

Promossi

Ilicic: con i suoi due gol e un assist è l’assoluto protagonista della goleada rifilata al Bologna. Complici i punti persi da Milan e Lazio e la crisi della Roma, adesso l’Atalanta può davvero puntare al sogno Champions League.

Belotti: l’attaccante granata sta trovando la continuità che troppo a lungo gli era mancata e con una doppietta stende i blucerchiati.

Gagliardini: sarebbe fin troppo facile stare a spendere parole sulla telenovela “Icardi” ma preferiamo concentrarci su questo ragazzo, vero man of the match.  A Marassi infatti è lui ad aprire e chiudere i conti coi Genoani con due reti pesantissime.

Bocciati

Napoli: la Juventus può essere forte quanto vuoi e avere un fatturato decisamente più alto ma se perdi così tanti punti con le piccole non puoi certo ambire al tricolore. Anche e soprattutto se, a parità di giornate, i punti raccolti lo scorso anno sono superiori a quelli conquistati finora.

Milan: i rossoneri erano lanciatissimi nella corsa Champions ma sembra che la sconfitta nel Derby sia stata più dura del previsto da smaltire. Dopo l’Inter, il Milan ha perso con la Sampdoria e pareggiato con l’Udinese ma la squadra non sembra più quella sfrontata e brillante vista alcune giornate fa e Sabato, ad attenderli, c’è la Juventus.

Bologna: perdere in casa dell’Atalanta ci può stare ma prendere 4 gol in 15 minuti, forse no… e con questa sconfitta i rossoblu finiscono terzultimi, in piena zona retrocessione.

 

Di seguito tutti i risultati:

Milan 1 – 1 Udinese

Cagliari 0 – Juventus 2

Empoli 2 – 1 Napoli

Frosinone 3 – 2 Parma

Genoa 0 – 4 Inter

Roma 2 – 2 Fiorentina

SPAL 1 – 0 Lazio

Torino 2 – 1 Sampdoria

Sassuolo 4 – 0 Chievo Verona

Atalanta 4 – 1 Bologna

 

Alessio Nicolosi