2 Dicembre 2020

In questi giorni di quarantena sono tanti coloro che si chiedono come passare il tempo in casa e in molti a questa domanda danno anche la seguente risposta …serie tv! Già, ma quale? E una serie che mi sento di consigliare è sicuramente The Boys, prodotta da Amazon Prime.

The Boys è una serie sui superiori e come tale è ispirata all’omonima saga di fumetti. Ma anche se non siete appassionati del genere non dovete storcere il naso perché i supereroi di cui tratta The Boys non sono gli eroi che siete abituati a vedere. Certo, magari sarete stufi dell’ennesimo prodotto sui supereroi di cui i cinema sono ormai saturi ma vi assicuro che questi supereroi non li avete mai visti. Diciamo che hanno un lato oscuro.


Ovviamente l’appassionato di fumetti sa che esistono già diversi eroi con un lato oscuro, vedi Batman o Wolverine ma se pensate che possano esserci delle similitudini siete ancora fuori strada. Difatti se siamo soliti immaginare i supereroi come paladini del bene che vengono idolatrati se non venerati, qui dietro le loro maschere e i loro mantelli nascondono ogni genere di nefandezza ed eccessi.

The Boys infatti ci catapulta in un mondo dove esistono i superpoteri  e coloro che li posseggono sono considerate delle vere e proprie celebrità. Ma dietro i supereroi c’è la Vought, una società che si occupa di gestire e curare ogni aspetto della loro immagine. Li mette a disposizione per film, eventi sportivi, addirittura può affittarli alle città che li richiedono (e che offrono di più). E i più ambiti e famosi tra tutti i supereroi sono “I Sette”.  Ma dietro questi supereroi si celano azioni riprovevoli di ogni sorta e la Vought, per tutelare i propri profitti ed aumentare il proprio peso politico, è sempre pronta a ripulire quella scia di efferatezze e più spesso di sangue che I Sette si lasciano dietro.

Ma allora se i supereroi dall’alto della loro invulnerabilità sia fisica che politica sono liberi di fare ciò che vogliono, chi controlla i controllori? E così nascono i The Boys, dei comuni mortali che unendo le forze mirano non solo a vendicarsi dei crimini commessi dai super ma anche a smascherarli una volta per tutte davanti l’opinione pubblica, mostrandoli per quello che in realtà sono.

Ed ecco dove sta l’originalità di questa serie perché in un contesto dove siamo abituati ad immaginare i supereroi come soggetti incorruttibili e devoti al sacrificio, qui abbiamo uno stravolgimento di valori. I supereroi di The Boys sono violenti, crudeli e loro che tradizionalmente incarnano il simbolo del bene diventano il male da sconfiggere.

Ma al di là della trama, ammirevole è anche il comparto tecnico, le musiche e gli effetti speciali. Per quanto riguarda invece gli attori troviamo Karl Urban nei panni di Billy Butcher, leader dei The Boys, e Antony Starr che interpreta in maniera fantastica forse il personaggio più interessante ed emblematico di tutti, Patriota.

The Boys è sicuramente una serie dissacrante e che forse per la violenza ed il sangue presenti non è adatta a tutti i palati ma se questo non vi disturba avete trovato pane per i vostri denti.


E poi la seconda stagione dovrebbe uscire su Amazon Prime proprio questa estate quindi che state aspettando?

 

Alessio Nicolosi

Show Full Content
Previous Hunters: la banalità del bene
Next L’(anti)europeismo degli europeisti
Close

NEXT STORY

Close

La Spañolita – Avvicinarsi con un ponte linguistico ai tempi del distanziamento sociale

24 Agosto 2020
Close